oppure Registrati
Articolo

Andrea Camilleri

a cura di Redazione i-LIBRI

www.i-libri.com rende omaggio ad Andrea Camilleri proponendo i link degli articoli pubblicati nel tempo per commentare le sue opere:

Andrea Camilleri e Montalbano in Bocconi

Fatti e libri: etologia delle serpi, Groviglio di vipere di Mauriac e Un covo di vipere di Andrea Camilleri

I tacchini non ringraziano

Noli me tangere

La relazione 

Inseguendo un’ombra 

Donne 

E inoltre si vedano:

Acqua in bocca 

Il nipote del Negus 

L’intermittenza 

Un sabato con gli amici 

Il diavolo certamente

Nei prossimi giorni pubblicheremo i nostri commenti a Km 123 e a Conversazcone su Tiresia.

__________________________________________________

Andrea Camillèri - Scrittore italiano (n. Porto Empedocle, Agrigento, 1925). C. ha esordito nella narrativa con il romanzo Il corso delle cose (1978). Nel 1994 con La forma dell’acqua ha dato vita alla fortunata serie del commissario Montalbano, proseguita con numerosi romanzi e racconti.

Vita e operePur avendo cominciato giovanissimo a pubblicare poesie e racconti, per molti anni si è dedicato soprattutto al lavoro di regista e soltanto in età matura ha ripreso a scrivere, diventando un caso letterario grazie allo straordinario successo ottenuto dai suoi libri. Dopo i primi romanzi, che, in parte ispirati a episodi reali della storia siciliana, già rivelano uno spiccato gusto dell’intreccio e una decisa inclinazione ai registri del comico e del grottesco, C. nel 1994, con La forma dell’acqua, ha inaugurato una serie di romanzi e  racconti incentrati su un personaggio fisso: il commissario di polizia Salvo Montalbano, che nella cittadina immaginaria (ma inconfondibilmente siciliana) di Vigàta deve sbrogliare numerosi casi di omicidio e malaffare, tanto animato da un sentimento di giustizia sostanziale quanto estraneo a preoccupazioni di carriera e semmai incline a procedure non sempre formalmente ineccepibili. La serie è continuata con Il cane di terracotta (1996), Il ladro di merendine (1996), La voce del violino (1997), La gita a Tindari (2000), L’odore della notte (2001), Il giro di boa (2003), La pazienza del ragno (2004), La luna di carta (2005), La vampa d’agosto e Le ali della sfinge (2006), La pista di sabbia (2007), Il campo del vasaio e L’età del dubbio (2008), La danza del gabbiano (2009) e con alcune raccolte di racconti (Un mese con Montalbano, 1998; Gli arancini di Montalbano, 1999; La paura di Montalbano, 2002; La prima indagine di Montalbano, 2004). La crescente fortuna è dovuta anche alla risonanza dei film televisivi a essa ispirati, interpretati da L. Zingaretti. Tra le altre sue recenti pubblicazioni si ricordano: Un sabato, con gli amici (2009), nel quale ha affidato il racconto per la prima volta esclusivamente alla lingua italiana; Un inverno italiano (in collab. con S. Lodato, 2009); La rizzagliata (2009); il saggio Un onorevole siciliano. Le interpellanze parlamentari di Leonardo Sciascia (2009); Il nipote del Negus (2010); La caccia al tesoro (2010); Acqua in bocca (con C. Lucarelli, 2010); L’intermittenza (2010); Gran Circo Taddei (2011); Il gioco degli specchi (2011); Giudici (con C. Lucarelli e G. De Cataldo, 2011); il romanzo storico La setta degli angeli (2011); entrambe del 2012, le raccolte di racconti brevi Il diavolo certamente e La regina di Pomerania e altre storie di Vigàta, primo libro in Italia a diventare un’applicazione per tablet. Sono del 2012 anche la pubblicazione di Dentro il labirinto, libro-indagine sulla vita e la misteriosa morte del critico d’arte E. Persico, sullo sfondo dell’Italia del periodo fascista, e la prima esperienza nella regia teatrale con La cavalleria rusticana; nello stesso anno lo scrittore ha inoltre pubblicato due nuovi romanzi del ciclo Montalbano, Una lama di luce e Una voce di notte. Nel 2013 è tornato in libreria con un nuovo romanzo noir, Il tuttomio, cui hanno fatto seguito nello stesso anno La rivoluzione della luna, ritratto di una singolare figura di donna nella Sicilia del Seicento, la raccolta di scritti autobiografici e riflessioni Come la penso. Alcune cose che ho dentro la testa, e il romanzo ambientato negli anni  Venti La banda Sacco. Abbondante anche la produzione del 2014, della quale si citano: La creatura del desiderio, racconto tra realtà storica e suggestione letteraria sul burrascoso amore tra il pittore austriaco O. Kokoschka e la vedova del grande compositore G. Mahler; il romanzo storico Inseguendo un’ombra, ambientato nella Sicilia del XV secolo; la raccolta di brevi testi inediti Segnali di fumo; il romanzo La piramide di fango, sequel de Il ladro di merendine; il libro Donne, in cui lo scrittore rievoca le figure di donne che gli hanno segnato la vita; la raccolta di racconti Morte in mare aperto e altre indagini del giovane Montalbano. Della sua produzione più recente vanno segnalati: nel 2015, La relazione, La giostra degli scambi e La targa e la raccolta di racconti Le vichinghe volanti e altre storie d’amore a Vigàta; nel 2016, Noli me tangere, L’altro capo del filo (con U. Gregoretti), Pinocchio (mal) visto dal gatto e la volpe, Topiopì e La cappella di famiglia; nel 2017, La rete di protezione, la raccolta di racconti autobiografici Esercizi di memoria e uno dei racconti contenuti dell’antologia Un anno in giallo; nel 2018, Il metodo Catalanotti, Ora dimmi di te. Lettera a Matilda e I tacchini non ringraziano (con P. Canevari); nel 2019, La casina di campagna. Tre memorie e un racconto, Km 123 e Il cuoco dell’Alcyon. Nel 2003 lo scrittore è stato nominato Grande Ufficiale al Merito della Repubblica.

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin