oppure Registrati
Articolo

Quel che stavamo cercando

a cura di Redazione i-LIBRI

Quel che stavamo cercando di Alessandro Baricco: una creazione da ascoltare e leggere con attenzione seguendo o il percorso lineare verso il basso o quello eccentrico, pigiando sui cerchi alla fine di ogni pagina.

Di che cosa si tratta?

Un vero e perfetto volume postmoderno?

La versione 2.0 della letteratura combinatoria di Italo Calvino? Una rivisitazione contemporanea della struttura del Castello dei destini incrociati?

Un esercizio intellettuale d’interpretazione della pandemia come mito?

O semplicemente è  l’ennesima trovata mainstream di un autore molto attento alle tendenze della nostra epoca?

Giudicate voi l’ultima sperimentazione di Alessandro Baricco, consultando dal cellulare questo link: https://www.libroprivato.it/it/fragment-one.html

________________________________________________________

Il 22 ottobre 2020, alle 10 e 04, Alessandro Baricco ha pubblicato on line un saggio in 33 frammenti, intitolato Quel che stavamo cercando. Il testo è leggibile gratuitamente su tutti gli smartphone a questo è il link: www.libroprivato.it. Il concept è firmato dalla web agency dieci04, e questo spiega l’ora di rilascio.

Quel che stavamo cercando è un saggio di Alessandro Baricco sulla pandemia, su quello che sta succedendo, su dove stiamo andando. È stato pensato e disegnato dalla web agency dieci04 di Valentina Rivetti e Sebastiano Iannizzotto. Si tratta di un libro intimo e piccolo, una sorta di libro privato. È infatti un libro di frammenti, 33 per la precisione. Divisi in 6 sezioni. Si legge solo su smartphone, come un gesto intimo, scorrendo le pagine dal basso verso l’alto. Una pagina per frammento. Ogni frammento è letto da Alessandro Baricco: si può leggere dunque, ma anche ascoltare. I frammenti si possono leggere in ordine, dal numero 0 al XXIII, oppure si può saltare da uno all’altro, cercando altri sensi e nuove connessioni, approfondendo percorsi: per attivare questa modalità rapsodica, che sarebbe stata tanto cara a Julio Cortázar e al suo Rayuela, che tanto sarebbe piaciuta all’Asimov del Ciclo delle Fondazioni, basta cliccare sui cerchi che pulsano sotto alcuni frammenti. E poi perdersi.

Ciascun frammento si può condividere su WhatsApp, direct message su Instagram, Telegram, Messenger di Facebook, e ovviamente sui social.

Alessandro Baricco (Torino 1958), ha esordito come critico musicale sul quotidiano la Repubblica, passando poi a La Stampa in veste di editorialista culturale e curando programmi radiofonici e televisivi di argomento musicale e letterario. Successivamente si è affermato come autore di romanzi (Castelli di rabbia1991Oceano mare1993Seta1996City1999Senza sangue2002Questa storia, 2005; Emmaus, 2009) in grado di coniugare qualità letterarie e grande successo di pubblico, grazie a una scrittura estremamente incisiva ed evocativa. Ha pubblicato inoltre opere teatrali (Novecento1994Omero, Iliade2004), sceneggiature (Partita spagnola2003, con L. Moisio), saggi (Il genio in fuga. Due saggi sul teatro musicale di gioacchino rossini1988L’anima di Hegel e le mucche del Wisconsin1992Next. Piccolo libro sulla globalizzazione e sul mondo che verrà2002) e raccolte di articoli (Barnum. Cronache del Grande Show1995Barnum 2. Altre cronache del Grande Show1998I barbari2006; Una certa idea di mondo, 2013; Il nuovo Barnum, 2016). Del 2008 è Mondi al limite (scritto con altri otto autori), raccolta di testimonianze dirette sulle realtà in cui opera l’organizzazione Medici senza frontiere; dello stesso anno è la sua prima esperienza di regista con Lezione ventuno, film di cui è anche autore. Tra le opere successive: Emmaus (2009); il libro per bambini Storia di Don Giovanni (2010); Mr. Gwyn (2011); Tre volte all’alba (2012); Smith & Wesson (2014); La sposa giovane (2015); The game (2018), le cui tematiche sono state riprese e adattate a un pubblico giovane in The game. Storie del mondo digitale per ragazzi avventurosi (2020). Nel 2020 ha ricevuto il Premio Campiello alla carriera.

Quel che stavamo cercando, il saggio di Baricco

 

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati