oppure Registrati
Articolo

Un ricordo di Andrea G. Pinketts

a cura di Redazione i-LIBRI

Un ricordo di Andrea G. Pinketts

Ci ha lasciati poco prima di Natale.

Noi vogliamo ricordarlo così: con la prefazione che ha scritto per Dritto al cuore, l’antologia del mistero, del grottesco e della follia concepita e ideata da Igor De Amicis – Sira Terramano – Vincenzo Valeriani per devolvere il ricavato al sostegno del progetto “Mettici il cuore” dell’Ospedale Pediatrico del Bambino Gesù di Roma.

E con due fotografie, che lo ritraggono durante una delle presentazioni dell’antologia: con il cappello e il bicchiere tra le mani. Per ribadire un’immagine inconfondibile, l’ossimoro tra generosità d’animo e atmosfera noir, tanto cara ad Andrea G. Pinketts, e il gusto per la parodia.

Dalla prefazione di Dritto al cuore:

Io sono per il finale aperto. Diciamo che sono uno strenuo difensore dei puntini sospensivi. […] Sono perle predisposte a diventare girocollo e ruota panoramica da Luna Park quando gli scrittori si incontrano nello stesso libro, anche se alcune storie puzzano di zolfo prevale l’essenza di zucchero filato. Un’essenza che passando per le narici arriva “dritto al cuore”. […] Puntini sospensivi non sono solo canzonette questi racconti. Se scrivi solo di “testa” ti può venire un’emicrania, se scrivi di “pancia” rischi la pancreatite, se scrivi di “cuore” hai un fine, non una fine.

A questo link leggi la prefazione integrale di Andrea G. Pinketts a Dritto al cuore

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin