oppure Registrati
Eventi

Con parole di figlio

a cura di Redazione i-LIBRI

A breve, a Casa Colussi, mostra Con parole di figlio. Pasolini a Roma negli scatti di Federico Garolla

Una nuova iniziativa espositiva di rilievo nazionale è in preparazione al Centro Studi Pasolini di Casarsa. Sabato 17 marzo 2018 è infatti in calendario la vernice della mostra Con parole di figlio, che esporrà una ricca selezione delle fotografie di Pasolini scattate a Roma perlopiù nel 1960 dal fotogiornalista Federico Garolla. Le immagini, che entreranno a far parte dell’archivio fotografico di Casa Colussi  grazie alla disponibilità di Isabella Garolla, curatrice dell’archivio del padre, documentano vari momenti della vita romana dello scrittore, già sulla soglia del passaggio dietro la macchina da presa, ma ne costituiscono il cuore soprattutto gli splendidi scatti realizzati nel privato dell’appartamento di via Carini, in cui  Pasolini  visse con la madre Susanna Colussi fino al 1963 e al successivo trasferimento all’Eur. Inanellano quasi  un racconto per immagini sul profondo legame affettivo e sulla complicità quotidiana  tra la madre e il figlio poeta, autore dei versi strazianti di Supplica a mia madre  da cui sono tratte le parole scelte per il titolo complessivo della mostra.

Federico Garolla, napoletano, classe 1925, scomparso nel 2012, è un nome di spicco della fotografia e del  giornalismo italiani.  Dopo i  primi esordi nella città natale, lavorò a Milano come collaboratore dell’”Europeo”, su invito di Arrigo Benedetti, e come inviato speciale  di “Epoca” e “Le Ore”, oltre che come free lance per i più importanti rotocalchi italiani e stranieri. Ricercato dagli stilisti dell’alta moda italiana, fu noto anche come ritrattista degli artisti e fotografo della gente comune, sulla spinta dell’attenzione costante a tematiche sociali e sulla scia della migliore tradizione del realismo del dopoguerra. A partire dagli anni ’80, maturata con l’editore e scrittore Mario Monti l’idea di pubblicare delle guide ai musei italiani, fondò una casa editrice che attinse proprio al cospicuo “serbatoio” di immagini raccolte nel corso del tempo. Da ultimo, tornò ad accudire il suo archivio, scoprendovi una testimonianza preziosa di un pezzo di storia italiana. Ne derivarono un importante lavoro di catalogazione e una serie di mostre e pubblicazioni che hanno permesso di restituire alla fotografia italiana un autore troppo a lungo dimenticato.

Foto di cover: Pasolini con la madre Susanna nella casa di via Carini a Roma. Fotografia di Federico Garolla

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin