oppure Registrati
Eventi

Gaia Conventi agli orti estensi

a cura di Redazione i-LIBRI

Orti & Morti! I gialli di Gaia Conventi agli orti estensi

Venerdi  20 Luglio  2018  21:30 – 23:00

Così presenta l’evento Gaia Conventi:

“Nella magica location degli antichi orti estensi, nel giardino incantato della Bottega degli orti, dopo una buona pizza – se vi va di cenare con noi arrivate verso le otto e ci faremo compagnia -, eccoci a parlare di gialli ferraresi.
La mia trilogia – Tris Estense: Misfatto in crosta (con cane fetente), Giallo di zucca, nuovo di zecca e Pasticcio padano – racconta Ferrara, i ferraresi, il nostro Palio e molto altro. E prevede diversi delitti. Ma è tutta roba nostra, ferrarese dall’inizio alla fine, inclusa la ricetta che trovate alla fine di ogni romanzo.
Con me avrò Susanna Tartari e Patrizia Anania, Manuele Cariani e Andrea Fortini. Letture e musica, e non escludo follie. Alle mie presentazioni succede sempre di tutto.
Ricordate di portare con voi l’antizanzare e di lasciare l’auto in piazza Ariostea, alla Bottega degli orti si accede a piedi o in bicicletta…”

A questo link trovate il nostro commento a Pasticcio padano

Le quarte di copertina con il rimando alle pagine di www.lafeltrinelli.it:

Misfatto in crosta (con cane fetente)

In una Milano in cui non piove mai, il corpo di una donna giace accanto a un antiquato telefono. Poco distante, nell’appartamento al terzo piano, un brutto quadro immortala una seconda donna; e se la prima è una perfetta sconosciuta, quella ritratta potrebbe essere la madre di Luchino Girondi, fotografo ferrarese in forze alla Scientifica. Se è davvero lei, allora ha posato senza veli e quella crosta è finita nella casa di un morto. Un morto? Ma non avevamo detto che accanto al telefono c’era il corpo di una donna? Il mistero s’infittisce, le donne diventano tante e lavorano a L’amore corre sul filo. A investigare sull’omicidio saranno Luchino e Poirot, pastore belga a cui manca solo la parola. E forse è meglio così. Ma i due dovranno anche venire a capo del mistero del ritratto, per tacitare gli sfottò in ufficio e per rimettere ordine in famiglia.

Giallo di zucca, nuovo di zecca

In una Ferrara tirata a lustro per il Palio, un losco individuo ha deciso di far drasticamente calare il numero dei residenti. Quando il professor Broccoletti viene ritrovato a penzoloni in una libreria del centro storico, in questura cominciano a tenere d’occhio i Girondi, librai concorrenti. Sono gli zii di Luchino e sembrano avere dei conti in sospeso con tutte le vittime. Possibile sia soltanto un caso? Il fotografo della Scientifica è costretto a tornare in città per tentare di tenere il parentado fuori dai guai. Lo accompagna Poirot, il fido pastore belga per la prima volta in visita agli zii ferraresi e a Niglio, il coniglio di casa Girondi. Saranno giochi di bandiere, indagini al bar, delitti efferati, ragazzine seminude, conigli mannari e training autogeno. Il maggio estense non è sornione come sembra!

Pasticcio padano

Ferrara attende il Natale, la neve copre i marciapiedi del centro storico e le tracce dei rapitori di Iago, factotum alla Libreria Girondi. Luchino – ex fotografo della Scientifica di Milano – e il pastore belga Poirot saranno costretti a intervenire nell’affannosa ricerca. Quale segreto si nasconde tra i volumi di seconda mano dei Girondi e tra le rughe degli strambi abitanti di casa de Bon? Riuscirà la questura ferrarese a ritrovare l’uomo scomparso e a rimettere ordine tra le tante comparse? Una vicenda on the road nella fredda provincia farà luce su trame di potere e trame letterarie. Un romanzo in cui fanno capolino altri romanzi, una caccia al tesoro a bordo di un Fiorino, una città addobbata a festa.

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin