oppure Registrati
Eventi

Le arti possibili

a cura di Laura Monteleone

Le arti possibili

LeArtiPossibili è un’Associazione di Promozione Sociale che promuove la pratica artistica come risorsa personale e sociale. Perché sociale? Perché se è vero che la pratica artistica è una risorsa per tutti, ancor più lo è per persone fragili, con handicap fisico o psichico, che possono, soprattutto in un contesto non giudicante, esprimersi e comunicare oltre le parole il proprio mondo interiore e valorizzare le proprie capacità creative.

LeArtiPossibili organizza esposizioni di arte contemporanea proponendo ogni due anni, tramite un bando, un materiale specifico, con cui ciascuno, individualmente o in gruppo, esprime la propria creatività.

Partecipano artisti/e, arteterapeuti/e, maestri artigiani, persone senza particolari competenze e gruppi di disabili.

È stato una scoperta notevole, quanto inaspettata, l’incontro con questa associazione. Ho riportato la descrizione essenziale che l’associazione stessa fornisce di sé, per non rischiare di tradire il principio cardine che muove le sue attività. Ho potuto visionare di persona e rendermi conto della grande bellezza che LeArtiPossibili è in grado di restituire attraverso l’opera di tanti artisti autentici. Una bellezza emozionale e tangibile, disponibile per tutti.

Quest’anno, per la terza edizione, il materiale di elezione è stato il rame. L’esposizione, che ha esordito in autunno dopo le restrizioni dovute al Covid-19, ha visto coinvolti 75 espositori individuali e 44 gruppi. Le organizzatrici e curatrici hanno dato vita a un percorso espositivo molto coinvolgente, ospitato nella zona del quartiere Isola, presso STECCA 3.0, via G. De Castilla, 26 a Milano. Un tripudio di idee, di storie vive, di accostamenti sorprendenti e comunicativi. Il rame declinato in tantissime forme e stati, quasi impensabili a volte. Ogni opera è stata inserita in un cammino di racconti che rivelano “chi sta dietro” ad ogni creatura artistica. Al contempo è lasciata alla capacità dello spettatore l’arte di ricreare una storia, filtrandola con il vissuto personale. Un’esperienza che vale la pena di fare in prima persona, per comprendere il forte impatto emotivo che queste rappresentazioni sono in grado di suscitare. Nasce un legame profondo e duraturo tra lo sguardo di chi ascolta più che vedere, e lo sguardo di chi ha creato per comunicare.

LeArtiPossibili è un progetto che si concretizza in tre momenti:

  • Le esposizioni biennali LeArtiPossibili nelle quali, in un contesto valorizzante, sono esposte opere che raccontano percorsi artistici e percorsi di riabilitazione attraverso l’arte.
  • Le installazioni collettive che creano nuovi linguaggi di narrazione unendo i contributi di ognuno per creare l’opera di tutti
  • I laboratori possibili nei quali tutti possono misurarsi con le pratiche artistiche.

Alle esposizioni e alle installazioni possono partecipare, attraverso un bando, artisti e artigiani, gruppi condotti da figure professionali e singoli che in ambiti diversi si avvalgono dello strumento artistico come mezzo espressivo, relazionale e di cura, e anche gruppi che realizzano attività artistiche/artigianali in contesti di libera aggregazione.

Il tema delle esposizioni e delle installazioni sono i MATERIALI, che con la loro forza espressiva e con le loro possibili trasformazioni permettono di dare alle forme la concretezza della materia e ne raccontano i processi creativi (modellare, intagliare, fondere, aggiungere, unire, dividere, sovrapporre).

LeArtiPossibili da giugno 2018 si è costituita come Associazione di Promozione Sociale, il cui Consiglio Direttivo è formato dalla Presidente Fiorenza Giuriani e dalle Consigliere Francesca Bagnoli e Cristina Ghiglia, ideatrici e curatrici del progetto.

 

Per saperne di più:

leartipossibili@gmail.com

www.leartipossibili.it

fb leartipossibili #leartipossibili

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati