oppure Registrati
Fatti e libri

Coronavirus e romanzi

a cura di Redazione i-LIBRI

Coronavirus e romanzi – In un articolo di Repubblica viene rilevato come l’effetto coronavirus abbia scosso le classifiche dei libri. Nel giro di pochi giorni Cecità di José Saramago e La peste di Albert Camus hanno scalato le top delle grandi piattaforme e-commerce.  Entrambi i romanzi propongono un argomento legato all’attualità: un tema che risveglia la curiosità e la voglia di andare a riscoprire libri del passato nonostante gli scenari evocati non siano certo rassicuranti.

Cecità, edito da Feltrinelli, narra di un morbo che rende ciechi e feroci gli abitanti di una misteriosa città.

La peste di Camus (Bompiani) ha toni meno catastrofici. Uscito nel 1947, racconta di una pestilenza che colpisce Orano, in Algeria, e di un medico, il dottor Rieux, che lotta per salvare i malati e difendere la dignità umana.

Tra i saggi scientifici vince su tutti Spillover (Adelphi) di David Quammen, scienziato americano e viaggiatore, che per scrivere il suo reportage sui virus ha intervistato medici e sopravvissuti in Africa, Cina e Australia.

Tra gli altri romanzi più gettonati, vi sono anche i grandi classici, dal Decameron di Boccaccio ai Promessi Sposi di Manzoni, perfino La guerra del Peloponneso di Tucidide. Qualche amante del genere horror suggerisce L’ombra dello scorpione di Stephen King.

La frase più citata? Camus: «Solo nel momento della sventura ci si abitua alla verità, cioè al silenzio».

Ed ecco allora i link delle opere citate:

Leggi il nostro commento a La peste di Albert Camus a questo link

Leggi il nostro commento a L’amore ai tempi del colera di Gabriel Garcia Marquez  a questo link

Leggi il nostro commento a Cecità di José Saramago a questo link

Spillover. L’evoluzione delle pandemie di David Quammen  – «Siamo stati noi a generare l’epidemia di Coronavirus. Potrebbe essere iniziata da un pipistrello in una grotta, ma è stata l’attività umana a scatenarla».(David Quammen, The New York Times) «Non vengono da un altro pianeta e non nascono dal nulla. I responsabili della prossima pandemia sono già tra noi, sono virus che oggi colpiscono gli animali ma che potrebbero da un momento all’altro fare un salto di specie – uno spillover in gergo tecnico – e colpire anche gli esseri umani… Sono malattie per cui viviamo l’attesa della next big one, come dicono gli epidemiologi rubando l’espressione alla sismologia, cioè la prossima emergenza sanitaria che seguirà alla pandemia di AIDS iniziata nel XX secolo (e tuttora in corso), all’influenza spagnola del 1918-1919, alle epidemie storiche di vaiolo o di peste bubbonica. Il libro, un po’ saggio sulla storia della medicina e un po’ reportage, è stato scritto in sei anni di lavoro durante i quali Quammen ha seguito gli scienziati al lavoro nelle foreste congolesi, nelle fattorie australiane e nei mercati delle affollate città cinesi. L’autore ha intervistato testimoni, medici e sopravvissuti, ha investigato e raccontato con stile quasi da poliziesco la corsa alla comprensionedei meccanismi delle malattie. E tra le pagine più avventurose, che tengono il lettore con il fiato sospeso come quelle di un romanzo noir, è riuscito a cogliere la preoccupante peculiarità di queste malattie» («Le Scienze»)

L’ombra dello scorpione di Stephen King - L’errore di un computer, l’incoscienza di pochi uomini e si scatena la fine del mondo. Il morbo sfuggito a un segretissimo laboratorio semina morte e terrore. Il novantanove per cento della popolazione della terra non sopravvive all’apocalittica epidemia e per i pochi scampati c’è una guerra ancora tutta da combattere, una lotta eterna e fatale tra chi ha deciso di seguire il Bene e appoggiarsi alle fragili spalle di Mother Abagail, la veggente ultracentenaria, e chi invece ha scelto di calcare le orme di Randall, il Senza Volto, il Male, il Signore delle Tenebre.

La guerra del Peloponneso di TucidideIl celebre, epico, drammatico scontro tra le due supreme potenze greche, Atene e Sparta, raccontato dal primo grande storiografo della storia. Suddiviso in tre fasi, dallo scontro iniziale alla spedizione di Atene in Sicilia fino all’ultima parte di un conflitto durato oltre trent’anni, è composto di otto libri e ci è tramandato da un uomo che è stato tra i più profondi conoscitori non soltanto dell’arte della guerra e della strategia militare ellenica, ma anche del pensiero filosofico, sociale e politico dell’antica Grecia. La lotta per la supremazia, politica ed economica, tra due grandi potenze è un tema ricorrente nella storia europea e in quella dell’uomo. Rileggere la storia per comprendere meglio il presente permette di guardare con occhi diversi anche il futuro. . All’interno – come in tutti i volumi Fermento – gli “Indicatori” per consentire al lettore un agevole viaggio dentro il libro.

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin