oppure Registrati
Fiere, mostre e mercatini

Arte della lana

a cura di Laura Monteleone

Arte della lana narrazioni morbide e coccolose

Sprofondati nel clima autunnale, in compagnia di una pioggia allegra e impertinente, si accendono di colore e di calore le sale antiche della Rocca Borromea di Corneliano Bertario. Dal 23 al 25 novembre tante artiste della lana mettono a disposizione la loro vulcanica creatività che non riconosce limiti a madre fantasia. In un paese che sembra uscito da un sogno del passato si scrivono storie in punta di gomitolo. Storie di tricot e di crochet, da scoprire o riscoprire, da una tradizione che a volte crediamo dimenticata, oscurata da una modernità che viaggia a una altra velocità, e che invece qui si prende una rivincita meravigliosa, intrecciando tempo e relazioni profondamente umane.

Dalla voce stessa delle signore che sono l’anima di questa manifestazione, Maddalena Merati, Morena Cazzaniga e Silvia Invernizzi, si possono apprendere i dettagli di questo imperdibile appuntamento.

Castello Borromeo di Corneliano Bertario (MI)
13° mostra mercato Arte della lana
23 – 24 – 25 novembre 2018

Arte della lana è una mostra-mercato di manufatti realizzati in lana.
Nasce dodici anni fa, nelle sale del Castello Borromeo di Corneliano Bertario (Milano).
E da dodici anni, nell’ultimo weekend di novembre, la mostra apre le porte ai numerosi visitatori che si susseguono dal momento dell’inaugurazione del venerdì sera fino al momento della chiusura domenicale.

Quando si arriva davanti al Castello è possibile ammirare la piazza che, per l’occasione, si veste a festa: i tigli e le panchine vengono ricoperti da sciarpe colorate, un imponente stendardo indica l’ingresso.
Le prime ad occupare le sale sono le quaranta espositrici, alcune delle quali confermano la loro adesione dal 2006.

Il percorso inizia con il signor G. Dondoni (sponsor ufficiale), che presenta lane e accessori utili al lavoro manuale, oltre a mostrare personalmente e con le sue assistenti, le fasi di lavorazione di alcuni prodotti. Si passa alle sale del piano terra, dove si possono vedere i lavori di alcune espositrici: cappelli, sciarpe, guanti, collane, scialli, pupazzi…
C’è chi utilizza solo gli strumenti tradizionali: ferri e uncinetto; chi si destreggia con il telaio, la lana cardata; chi tinge la lana con i colori naturali e chi la infeltrisce.
Il percorso continua al primo piano, dove si possono ammirare fate e folletti, gioielli e borse, maglioni e mantelle, cuscini e coperte, bambole, angeli e tanti pupazzi divertenti.

Ogni visitatore si lascia facilmente coinvolgere dall’atmosfera calda e accogliente, dai mille colori che invadono le sale.
Arte della lana propone numerosi suggerimenti per idee regalo, trasmette il piacere per il lavoro manuale a chi non lo conosce ancora e offre l’opportunità di stabilire relazioni fondate su un interesse comune.

L'immagine può contenere: albero, cielo, pianta, spazio all'aperto e natura

(Foto tratte dalla pagina Facebook della manifestazione)

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin