login

registrati nome utente dimenticato? password dimenticata?

news

05/05/2014
Alberto Moravia e La ciociara. Letteratura. Storia. Cinema. IV Convegno Internazionale il 9 maggio a Fondi
more
21/03/2014
Presentazione del “Premio Città di Como” alla Ubik di Como, con Andrea Vitali
more

news

05/05/2014
Alberto Moravia e La ciociara. Letteratura. Storia. Cinema. IV Convegno Internazionale il 9 maggio a Fondi
more
21/03/2014
Presentazione del “Premio Città di Como” alla Ubik di Como, con Andrea Vitali
more

news

05/05/2014
Alberto Moravia e La ciociara. Letteratura. Storia. Cinema. IV Convegno Internazionale il 9 maggio a Fondi
more
21/03/2014
Presentazione del “Premio Città di Como” alla Ubik di Como, con Andrea Vitali
more

news

05/05/2014
Alberto Moravia e La ciociara. Letteratura. Storia. Cinema. IV Convegno Internazionale il 9 maggio a Fondi
more
21/03/2014
Presentazione del “Premio Città di Como” alla Ubik di Como, con Andrea Vitali
more

news

05/05/2014
Alberto Moravia e La ciociara. Letteratura. Storia. Cinema. IV Convegno Internazionale il 9 maggio a Fondi
more
21/03/2014
Presentazione del “Premio Città di Como” alla Ubik di Como, con Andrea Vitali
more

news

05/05/2014
Alberto Moravia e La ciociara. Letteratura. Storia. Cinema. IV Convegno Internazionale il 9 maggio a Fondi
more
21/03/2014
Presentazione del “Premio Città di Como” alla Ubik di Como, con Andrea Vitali
more

news

05/05/2014
Alberto Moravia e La ciociara. Letteratura. Storia. Cinema. IV Convegno Internazionale il 9 maggio a Fondi
more
21/03/2014
Presentazione del “Premio Città di Como” alla Ubik di Como, con Andrea Vitali
more

news

05/05/2014
Alberto Moravia e La ciociara. Letteratura. Storia. Cinema. IV Convegno Internazionale il 9 maggio a Fondi
more
21/03/2014
Presentazione del “Premio Città di Como” alla Ubik di Como, con Andrea Vitali
more

seguici su facebook

partner

ifilms-logo iservizi-logo

ioscrittore

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

advice

La segnatura nei libri antichiScritto da Diego Manzetti

Come abbiamo avuto modo di spiegare nell'articolo riguardante il formato del libro antico e moderno, la procedura seguita per la stampa dei libri antichi prevedeva l'utilizzo di grandi fogli di stampa che, una volta impressi con le pagine, sarebbero stati tagliati e rilegati per creare un fascicolo. E' facile dunque immaginare quanto difficile potesse essere per il legatore conoscere l'esatta disposizione di ciascuna carta, specialmente in considerazione del fatto che per lungo tempo le pagine non riportavano una numerazione progessiva.

Per questo motivo, ed al fine dunque di online viagra scam ovviare a possibili errori di legatura venivano  inseriti dei caratteri-normalmente le 23 lettere dell'alfabeto latino (tranne la I o J, la U  o  V e la  W), oppure numeri o simboli- nell'angolo in basso del recto di ogni carta. Ciascun fascicolo era dunque contraddistinto da una lettera (maiuscola o minuscola), un numero o un simbolo-come vedremo di seguito. Tale carattere veniva accompagnato da instant cheapest viagra un numero progressivo (romano, ma spesso anche arabo), che individuava la carta nel fascicolo (di solito solo la viagra no prescription delivered in canada prima metà delle carte di un canadian meds cialis fascicolo veniva numerato).

Un esempio può certamente chiarire meglio il concetto. Il primo fascicolo di un libro contenente 8 carte-e dunque 16 pagine-veniva normalmente individuato con la lettera A. Nell'angolo della prima carta del fascicolo era dunque indicata la lettera A, nella seconda era indicato A2 (o Aii in caso di numeri romani), nella terza A3, nella quarta A4, mentre nelle ultime 4 carte del fascicolo non era contenuta alcuna segnatura. Il fascicolo successivo sarebbe dunque stato indicato con la lettera B e via dicendo.

Le 23 lettere dell'alfabeto latino non erano spesso sufficienti e per questo venivano utilizzate doppie o triple lettere (come ad esempio AA o AAA etc), oppure simboli quali l'asterisco, la croce etc. Questi simboli erano normalmente utilizzati per quelle parti del libro che, non facendo propriamente parte del testo (come ad esempio un proemio), venivano inserite all'inizio o alla fine del volume.

L'accorgimento di buy doxycycline online utilizzare la segnatura era spesso, ma non sempre, accompagnato dall'inserimento nell'angolo di ciascuna pagina della prima parola della pagina seguente. Tale accorgimento consentiva al legatore di verificare l'esatta sequenza delle carte.

Una volta compreso il meccanismo non è difficile procedere alla collazione di un libro, ovvero a quella procedura per mezzo della quale vengono indicati i fascicoli contenuti in un volume oltre al numero delle carte contenute in ciascun fascicolo.

Un libro contenente 23 fascicoli di 8 carte indicati con le 23 lettere dell'alfabeto latino si può dunque indicare con la formula A-Z8.

Se il libro, oltre a contenere i 23 fascicoli di cui sopra, contenesse ulteriori 23 fascicoli segnati da doppie lettere, si dovrebbe indicare A-ZZ oppure A-2Z (tale formula indica, in sintesi A-Z8 + AA-ZZ8).

Qualche ulteriore precisazione:

per indicare una carta in particolare, come ad esempio la seconda del fascicolo contraddistinto dalla lettera A, si deve indicare il simbolo (la A), seguito dal numero di carta (2), per cui si dovrà indicare come A2. Se si volesse invece indicare la terza carta del fascicolo contraddistinto dal numero 2 si dovrebbe indicare 23.

Come abbiamo detto, la segnatura era riportata nel recto di ogni carta (ovvero nella parte anteriore) e non nel verso (la pagina che si trova nel retro). Proprio la distinzione appena fatta tra recto e verso introduce un altro elemento distintivo delle pagine. In particolare, ove ci si voglia riferire al recto si dovrà inserire la cheap generic viagra without prescription lettera "r". Viceversa, ove ci si riferisca al verso, si dovrà inserire la lettera "v".

La segnatura, insieme al formato, costituisce lo strumento mediante il quale rappresentare la struttura di un libro antico (c.d. formula collazionale).

 

FORM_HEADER

Inserisci i dati


FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH

 
 

Le eno-interviste di www.cathedral-elpaso.org Giuliano Pasini

Giuliano Pasini intervista Silvia Longo

Read more

SCRITTI DA VOI

CAMAIORE, 25 DICEMBRE 12078

Read more

CONCORSI

Concorso "Chi l'ha scritto?" - 9ª edizione (risultati)

Read more

Momenti di Eresia di Carlo A. Martigli

Momenti di eresia di Carlo A. Martigli - 17 Appuntamento

Read more