Racconti

8 marzo – Storie di donne

Sanna Silvana

Descrizione: I proventi di questo ebook andranno totalmente all’Associazione onlus Franca Cassola Pasquali, una bella realtà che opera sul nostro territorio soprattutto a sostegno della Senologia di Tortona. Otto racconti che hanno per protagoniste altrettante donne. Persone comuni, come lo sono di solito i personaggi delle mie storie, che vivono delle situazioni particolari e che si ritrovano a dover compiere delle scelte, capaci, nel bene e nel male, di condizionare la loro vita. Sono donne ben diverse l’una dall’altra, sia per età che per estrazione sociale, sia per le problematiche del loro vivere che per il modo in cui ognuna le affronta, ma in egual modo ricche di sentimenti e di quella sensibilità speciale che caratterizza l’animo femminile. E’ diversa anche l’atmosfera che si respira nei vari racconti, in alcuni triste se non addirittura tragica, in altri più lieve e persino venata di ironia e di umorismo. E anche lo stile si adatta al contenuto. Ho raccolto i racconti accostandoli a due a due, puntando su un aspetto, che, in qualche modo, accomuna le protagoniste. Filomena e Altea. Essere prigioniere del marito e della casa può risultare orrendo, oppure qualcosa a cui non si vuole rinunciare. Tutto dipende dalla situazione personale. Pinuccia e Teresa. La condizione di suocera non è facile, specie se col marito della propria figlia esiste un feeling decisamente scarso. Anna e Carmela. Un figlio può costituire un problema se se lo si desidera intensamente e ci viene negato, ma anche se una gravidanza inaspettata arriva ad aggiungere difficoltà a una situazione familiare già non facile. Silvana e Angela. Entrambe le protagoniste si rivolgono a una persona cara, la madre e la figlia, e traggono dal loro ottimismo, dalla loro positività, coraggio e speranza.

Categoria: Racconti

Editore:

Collana:

Anno: 2016

ISBN: 9788892557284

Recensito da Redazione i-LIBRI

Le Vostre recensioni

Riteniamo giusto incominciare la i-settimana dedicata alle donne con un’iniziativa benefica abbinata alla pubblicazione di “8 marzo - Storie di donne” di Silvana Sanna. I proventi di questo ebook andranno totalmente all’Associazione onlus Franca Cassola Pasquali, una bella realtà che opera sul territorio soprattutto a sostegno della Senologia di Tortona.

Dice l’autrice: “Questo ebook è nato per soddisfare il mio desiderio di fare qualcosa di concreto per l’Associazione a cui sono destinati i proventi, qualcosa che non fosse la solita donazione ma che potesse contribuire a far conoscere una bella realtà che opera in modo davvero straordinario a sostegno dei malati e delle loro famiglie, sopperendo alle carenze del servizio sanitario pubblico. L’associazione lavora soprattutto affiancando la Senologia dell’ospedale di Tortona (nel tortonese c’è la più alta incidenza di cancro al seno di tutto il Piemonte), da qui l’idea di una raccolta di racconti che parlano di donne da pubblicare nell’imminenza dell’otto marzo, anzi sfruttando la data come titolo dell’opera.

Sono racconti che hanno tutti per protagoniste delle donne, donne comuni e tuttavia speciali nella loro unicità e nel modo del tutto personale con cui affrontano, e risolvono, i loro problemi. Non vi si parla di cancro (se non come una presenza invisibile nell’ultimo racconto); se alcune storie affrontano argomenti seri come la violenza o il desiderio inappagato di un figlio, altre sono più leggere e divertenti, a tratti intrise persino di ironia e di umorismo. Perché al di là dello scopo benefico, un libro deve soddisfare il piacere di leggere di chi lo compra! E spero che il mio ci riesca, anche se scrivo in modo semplice (sono, in fondo, una modesta donnetta di campagna che mai oserebbe definirsi “scrittrice”), le lettrici mi dicono che le mie storie sono molto coinvolgenti e non mancano mai di suscitare emozioni profonde. Forse perché non sono inventate di sana pianta, ma si ispirano sempre a persone o a fatti reali.”

Al suono di queste parole soffuse di modestia e di grazia, Vi invitiamo ad aderire a questa bella iniziativa. Potrete acquistare l’ebook sia nel sito Feltrinelli (basta cliccare il box qui sopra, “acquista libro”), sia pressso Amazon dove potrete leggere l’incipit:

http://www.amazon.it/marzo-Storie-donne-Silvana-Sanna-ebook/dp/B01C3KHK2U/ref=pd_sim_351_9?ie=UTF8&dpID=61wm5YXsyCL&dpSrc=sims&preST=_AC_UL160_SR120%2C160_&refRID=0T616MHTYEM93RNV3JRS

La redazione di i-libri.com

______________________________________

Silvana Sanna

Insegnante elementare a riposo con la passione per la scrittura, vive in un piccolo paese di campagna sulle colline del tortonese.
Da anni collabora con due noti settimanali femminili con racconti e romanzi, ha pubblicato in volume il romanzo Sul filo dei ricordi, ed è possibile trovare sulle varie piattaforme on-line diversi suoi ebook.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Silvana

Sanna

Libri dallo stesso autore

Intervista a Sanna Silvana


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Nel giorno di Natale del suo ottantaduesimo compleanno la Morte va a trovare Chaplin nella sua casa in Svizzera. Chaplin è anziano, ma ha un figlio ancora piccolo e vorrebbe vederlo crescere. Perciò fa un patto con la vecchia: se riuscirà a farla ridere avrà guadagnato un anno di vita. E Chaplin riesce sì a divertirla, ma non con l’umorismo consumato dell’attore che egli è, ma per la comicità involontaria che deriva dagli impacci dell’età. Anno dopo anno la Morte si ripresenta e la commedia della vecchiaia le provoca sempre un’irrefrenabile risata. Nell’attesa dell’incontro Chaplin racconta il suo passato, dai primi passi fino all’incredibile successo. Eppure il romanzo non è solo la biografia apocrifa di uno dei grandi del Novecento, quanto piuttosto l’avventura stessa della vita, il ritratto di un’America piena di promesse, la terra delle illusioni e della fortuna. Sbarcato negli Stati Uniti il giovane Chaplin passa da un mestiere all’altro - strillone, tipografo, boxeur, imbalsamatore - da una costa all’altra, incontra uomini straordinari e anche gente comune, pronti quasi sempre a dargli una possibilità. È un orfano a spasso per il Nuovo Mondo e si paragona a una strada ferrata: «un taglio dentro la terra, un’ambizione smisurata, un desiderio di qualcosa cui non sapevo dare un nome». Su tutto la magia del cinema, l’invenzione dei fratelli Lumière che la fantasia dell’autore attribuisce al guardiano degli elefanti innamorato che Chaplin incontrò nel circo in cui aveva lavorato da giovane. E ritorna il Natale, l’ultimo, Chaplin si impegna davvero a rallegrare la Morte indossando i panni di un vecchissimo Charlot. Ma la sua esibizione è troppo perfetta…

L’ultimo ballo di Charlot

Stassi Fabio

Berenice di Edgar Allan Poe

3 agosto 2010. Tornata a casa dopo il funerale del padre, Lison si vede consegnare un pacco, un regalo post mortem del defunto genitore: è un curioso diario del corpo che lui ha tenuto dall’età di dodici anni fino agli ultimi giorni della sua vita. Al centro di queste pagine regna, con tutta la sua fisicità, il corpo dell’io narrante che ci accompagna nel mondo, facendocelo scoprire attraverso i sensi: la voce stridula della madre anaffettiva, l’odore dell’amata tata Violette, il sapore del caffè di cicoria degli anni di guerra, il profumo asprigno della merenda povera a base di pane e mosto d’uva. Giorno dopo giorno, con poche righe asciutte o ampie frasi a coprire svariate pagine, il narratore ci racconta un viaggio straordinario, il viaggio di una vita, con tutte le sue strepitose scoperte, con le sue grandezze e le sue miserie: orgasmi potenti come eruzioni vulcaniche e dolori brucianti, muscoli felici per una lunga camminata attraverso Parigi e denti che fanno male, evacuazioni difficili e meravigliose avventure del sonno. Con la curiosità e la tenerezza del suo sguardo attento, con l’amore pudico con cui sempre osserva gli uomini, Pennac trova qui le parole giuste per raccontare la sola storia che ci fa davvero tutti uguali: grandiose e vulnerabili creature umane.

STORIA DI UN CORPO

Pennac Daniel

Delirio a due