Narrativa

AFA

Soldi Luca

Descrizione: Napoli. Anni Novanta. Andi, il protagonista, non riesce a stare solo... Una scrittura tanto imprevedibile quanto vera che rincorre le idee senza condizionamenti convenzionali.

Categoria: Narrativa

Editore: Ad est dell'equatore

Collana:

Anno: 2009

ISBN: 9788895797090

Recensito da Riccardo Melito

Le Vostre recensioni

 

Una decina di anni fa usciva nelle sale il film Canicola di Ulrich Seidl. Raccontava sei storie che si svolgevano in un afoso weekend estivo in un quartiere periferico e residenziale di Vienna. L’atmosfera era ovattata e oppressiva, il caldo e l’afa sembravano emanare dallo schermo e invadere la sala cinematografica climatizzata, mentre immagini insensate di atti violenti scorrevano attutite da quella canicola. La stessa sensazione oppressiva di insensatezza è trasmessa da Afa, esordio romanzesco di Luca Soldi, pubblicato dalla Ad Est dell’Equatore, piccola e coraggiosa casa editrice napoletana attenta alle opere prime, agli esordienti.

Durante un’estate degli anni ’90, Andi attraversa Napoli, elogiando il Cilento e incontrando i suoi amici. Scrittore affermato, ma in crisi, continua a far scorrere le giornate una dietro l’altra, inseguendo neanche lui sa cosa e Charlotte, donna imprendibile e impossibile. In questo continuo girare a vuoto Andi è accompagnato da due presenze eteree, frutto della sua mente e specchio di altrettante parti del suo ego: un pittore scomparso, un artista capace di stare da solo e di raggiungere la calma necessaria a produrre le sue opere, e l’uomo delle vele, detentore della saggezza concessa a chi sa trattare il mare. Andi, nel vano tentativo di ritrovare il senso dell’esistenza e della creatività, si abbandona a questo costante girare, a questa bulimia relazionale che non ha un approdo o una direzione e che si rivela perciò sterile e insensata, trascurando le sue responsabilità in questa inesorabile caduta al rallenty.

Attraverso una narrazione fintamente corale, si viene calati in un flusso di coscienza fatto di flashback e salti spaziali e temporali, si procede per associazione d’idee sull’onda di una colonna sonora rock composta dai Garbage, dai Metallica, dai Cure, dai Nirvana, dagli Apollo 440, dagli U2, insomma da tutto il pop anni ’90. Ne emerge un senso di spaesamento che rimanda tutta la vacuità delle relazioni e delle formalità sociali. Impossibile non pensare alla noia borghese che attanaglia i protagonisti di Meno di Zero di Ellis, affrontata da entrambi gli autori a colpi di droghe, liquori e sesso, il tutto all’insegna della più tronfia incoscienza. Un viaggio all’interno di una deriva mentale e di quell’epoca che ha inaugurato l’avvento del nuovo millennio, uno sguardo critico verso le sue illusioni e false speranze, verso i molli borghesismi che l’hanno contraddistinta, perché, come scrive l’autore: “non so ancora che fare”.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Luca

Soldi

Libri dallo stesso autore

Intervista a Soldi Luca


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Fai bei sogni è la storia di un segreto celato in una busta per quarant’anni. La storia di un bambino, e poi di un adulto, che imparerà ad affrontare il dolore più grande, la perdita della mamma, e il mostro più insidioso: il timore di vivere. Fai bei sogni è dedicato a quelli che nella vita hanno perso qualcosa. Un amore, un lavoro, un tesoro. E rifiutandosi di accettare la realtà, finiscono per smarrire se stessi. Come il protagonista di questo romanzo. Uno che cammina sulle punte dei piedi e a testa bassa perché il cielo lo spaventa, e anche la terra. Fai bei sogni è soprattutto un libro sulla verità e sulla paura di conoscerla. Immergendosi nella sofferenza e superandola, ci ricorda come sia sempre possibile buttarsi alle spalle la sfiducia per andare al di là dei nostri limiti. Massimo Gramellini ha raccolto gli slanci e le ferite di una vita priva del suo appiglio più solido. Una lotta incessante contro la solitudine, l’inadeguatezza e il senso di abbandono, raccontata con passione e delicata ironia. Il sofferto traguardo sarà la conquista dell’amore e di un’esistenza piena e autentica, che consentirà finalmente al protagonista di tenere i piedi per terra senza smettere di alzare gli occhi al cielo.

FAI BEI SOGNI

Gramellini Massimo

Luna

Lory Costabile

Claudio Volpe, giovane scrittore, dialoga con una delle più note e apprezzate intellettuali italiane nel mondo, Dacia Maraini, sull’attuale e complesso tema del fine vita. Attraverso un confronto su eutanasia, suicidio assistito, testamento biologico e accanimento terapeutico, questo testo cerca di comprendere il “diritto di morire”, antitesi al “dovere di vivere”, che finisce spesso per dimenticarsi della sacralità della vita umana. Emergono riflessioni profonde e ad ampio raggio: dalla concezione odierna della morte fino al dogma scientifico della curabilità di qualunque malattia e, dunque, dell’immortalità; dalla carenza normativa italiana alle soluzioni adottate dalla Svizzera, che già da settant’anni riconosce la pratica legale dell’eutanasia; dal racconto della propria visione della morte fino alla narrazione dei casi di cronaca più attuali come quello di dj Fabo e della scrittrice francese Michèle Causse che, a settantaquattro anni, ha praticare il suicidio assistito pur non essendo malata.

Il diritto di morire

Maraini Dacia

In questo libro Jesper Juul condensa numerosi spunti di riflessione e indirizza il lettore verso possibili soluzioni relative alle questioni che più di frequente caratterizzano i rapporti nelle famiglie ricostituite, sostitutive, patchwork o, nelle parole dell'autore, famiglie bonus, quelle cioè in cui si intrecciano le relazioni dei figli con i nuovi partner dei propri genitori. Il bonus è il vantaggio dato dall'ingresso di un nuovo adulto in un nucleo familiare dopo una separazione. Il loro ruolo non è semplice: Jesper Juul propone alcuni accorgimenti per coglierne le migliori opportunità e non cadere nelle trappole più comuni, illustrando le une e le altre con interessanti esempi tratti dalla sua esperienza di terapeuta della famiglia. Rivolgendosi ai nuovi adulti che si introducono nella famiglia del partner, Juul invita a riflettere su alcuni temi basilari: l'importanza di scegliere con cura quando e come introdurre un nuovo adulto nella vita familiare; la necessità di un buon contatto, nel rispetto dei limiti altrui e dei propri; l'inutilità di recitare la parte degli educatori e l'invito a divenire amici adulti; il ruolo degli ex partner, ma non ex genitori; la necessità di condividere la responsabilità dei loro precedenti insuccessi nelle relazioni di coppia; la necessaria consapevolezza che nessun consiglio potrà servire, se l'amore e la disponibilità verso gli altri, i figli, non andranno di pari passo con la voglia di maturare e di crescere insieme con loro.

Un genitore in più

Juul Jesper