Fantasy

ALBION

Marconero Bianca

Descrizione: Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore - morto in circostanze misteriose -, nel giorno del funerale dell'amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all'Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia. Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese. Tra duelli di spade e lezioni di filologia romanza, mistici poteri che riaffiorano e verità sepolte dal tempo che riemergono, Marco scoprirà il valore dell'amicizia e capirà che l'amore, quello vero, non si ottiene senza sacrificio. Nelle trame ordite dal più grande dei maghi e nell'eco di un amore indimenticabile si ridestano legami immortali, scritti nel sangue. Fino all'epilogo, tra le mura di un'antica abbazia, dove Marco conoscerà la strada che le stelle hanno in serbo per lui. Il destino di un re il cui nome è leggenda.

Categoria: Fantasy

Editore: Limited Edition

Collana:

Anno: 2013

ISBN: 9788890841309

Trama

Le Vostre recensioni


Marco Cinquedraghi è triste, deluso e arrabbiato. Il suo adorato nonno è morto e il padre, disattendendo alla volontà del genitore appena defunto, gli ha comunicato di averlo iscritto all’Albion.

L’Albion è l’esclusivo collegio svizzero che ogni discendente della famiglia Cinquedraghi ha frequentato, lo stesso dove si è diplomato il nonno, il medesimo dove ha studiato il padre…quello dove ha trovato la morte Riccardo, il fratello maggiore di Marco.

Marco non vorrebbe partire, non vuole lasciare la sua scuola, i suoi amici, la sua confortevole casa romana, ma il padre non gli da scelta e il ragazzo ben presto si ritrova su un treno diretto in Svizzera. È proprio su quel treno che la vita di Marco Cinquedraghi inizia a cambiare. I suoi occhi si tuffano nello sguardo impaurito e diffidente di Helena e il mondo per lui non sarà più lo stesso. Scoprirà presto che l’Albion non è una scuola come tutte le altre, ha regole ferree da rispettare e non c’è tolleranza per chi non è disposto a dare il massimo. Marco, il viziato, prepotente e presuntuoso Marco, conoscerà i suoi compagni di studi e pian piano comprenderà quanto è importante non fermarsi alle apparenze. Il giovane imparerà il valore dei sentimenti, scoprirà la forza dell’amicizia e la gioia di far parte di una squadra, indissolubile e ineguagliabile nella sua unicità.

Tutti insieme scopriranno i misteri e la storia che ha portato alle origini del loro speciale liceo. Bianca Marconero è al suo promettente esordio. Appassionata di storia romanza, riversa tutto il suo amore e le sue conoscenze per regalarci un romanzo godibilissimo i cui personaggi, perfettamente costruiti, non tardano a fare breccia nel cuore di chi legge. Ben presto s’impara a conoscere i chiaroscuri del carattere di Marco, la sensibilità di Helena, la simpatia di Deakon, la lealtà di Erek e il fascino di Lance. Lo stile con il quale Bianca Marconero ci narra le avventure dei suoi paladini è diretto e lineare e al contempo piacevolmente forbito.

Di Bianca Marconero non si conosce molto. Laureata in lettere dal 2008 lavora come redattrice di rivista per teen agers. Nel 2012 ha ideato e scritto una serie di libri per la prima infanzia. E’ sposata e madre di due bellissimi bambini.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Bianca

Marconero

Libri dallo stesso autore

Intervista a Marconero Bianca


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Marianna Scamardella giovanissima giallista

È il 23 luglio 1843, una mattina d’estate senza una nube e una luce che ammazza tutti i colori. Due giovani in cerca d’avventura salpano su una barchetta con tre vele latine. Dal molo di Bellano li segue lo sguardo preoccupato del sarto Lepido: no è giornata, sta per alzarsi il vento. L’imbarcazione è presto al largo, in un attimo la tragedia: lo scafo si rovescia, a rive giunge un corpo senza vita. un’imprudenza, una disgrazia. Ma c’è un problema. La vittima è Francesco, figlio di Giangenesio Gorgia, ricco e potente mercante del paese. L’altro inesperto marinaio, Emilio Spanzen, milanese in villeggiatura sul lago, è figlio di un ingegnere che sta progettando la ferrovia che collegherà Milano alla Valtelina. Due famiglie importanti. Infatti da Como arriva una pesante sollecitazione: bisogna trovare un colpevole.

LA LEGGENDA DEL MORTO CONTENTO

Vitali Andrea

Luigi Martinotti lavora in un fast food. Frigge patatine, ma in realtà la sua vocazione, vivissima malgrado l'interruzione degli studi universitari, è quella dello storico. Su un tavolo della Biblioteca comunale consuma tutte le ore di libertà, ricostruendo e interpretando eventi del passato. Ci sono momenti in cui riesce addirittura a distinguere, quasi fosse una visione, l'incontro fra Attila e papa Leone. È riuscito anche a elaborare una teoria storica, secondo la quale i mutamenti della società sono il prodotto di una terribile "insofferenza dell'insicurezza", che spinge gli uomini, cambiando continuamente, a inchiodare il mondo in un presente immobile e rassicurante. Anche la quiete apparente di Luigi Martinetti obbedisce a questa legge. La sua sensibilità, sospesa tra aspirazioni intellettuali e esposizione al fallimento, si lascia contaminare dall'imprevedibilità dei rapporti umani, ivi comprese l'intensa relazione sessuale con Antonella, cameriera del fast food, e l'inspiegabile tenerezza per il figlio di lei. Solo l'amico Giuseppe estroso insegnante affetto da una malattia genetica che lo getta in ricorrenti crisi depressive - riesce a tenere accesa la sua vocazione e a comunicargli una sorta di profonda serenità. Quando il fallimento come storico è definitivo, la sua mente vacilla.

LA VOCAZIONE

De Marchi Cesare

Michele Gervasini è il tuo vicino di scrivania. Goffo e incolore, sempre a un passo dall'agognato scatto di carriera, dimostra a ogni respiro una solenne verità: l'uomo è quell'animale che, grazie al lavoro, sceglie liberamente di rendersi schiavo per tutta la vita. Ma il giorno in cui i colleghi cominciano a suicidarsi a raffica, il percorso esistenziale casa-ufficio registra un sinistro scricchiolio. E sotto gli occhi stolidi della mucca aziendale in vetroresina salta in aria l'organigramma del mondo. Un romanzo abrasivo, comico e letterario, in cui ridendo degli altri è impossibile non riconoscersi.

NESSUNO E’ INDISPENSABILE

Fiore Peppe