Fantasy

ALBION

Marconero Bianca

Descrizione: Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore - morto in circostanze misteriose -, nel giorno del funerale dell'amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all'Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia. Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese. Tra duelli di spade e lezioni di filologia romanza, mistici poteri che riaffiorano e verità sepolte dal tempo che riemergono, Marco scoprirà il valore dell'amicizia e capirà che l'amore, quello vero, non si ottiene senza sacrificio. Nelle trame ordite dal più grande dei maghi e nell'eco di un amore indimenticabile si ridestano legami immortali, scritti nel sangue. Fino all'epilogo, tra le mura di un'antica abbazia, dove Marco conoscerà la strada che le stelle hanno in serbo per lui. Il destino di un re il cui nome è leggenda.

Categoria: Fantasy

Editore: Limited Edition

Collana:

Anno: 2013

ISBN: 9788890841309

Trama

Le Vostre recensioni


Marco Cinquedraghi è triste, deluso e arrabbiato. Il suo adorato nonno è morto e il padre, disattendendo alla volontà del genitore appena defunto, gli ha comunicato di averlo iscritto all’Albion.

L’Albion è l’esclusivo collegio svizzero che ogni discendente della famiglia Cinquedraghi ha frequentato, lo stesso dove si è diplomato il nonno, il medesimo dove ha studiato il padre…quello dove ha trovato la morte Riccardo, il fratello maggiore di Marco.

Marco non vorrebbe partire, non vuole lasciare la sua scuola, i suoi amici, la sua confortevole casa romana, ma il padre non gli da scelta e il ragazzo ben presto si ritrova su un treno diretto in Svizzera. È proprio su quel treno che la vita di Marco Cinquedraghi inizia a cambiare. I suoi occhi si tuffano nello sguardo impaurito e diffidente di Helena e il mondo per lui non sarà più lo stesso. Scoprirà presto che l’Albion non è una scuola come tutte le altre, ha regole ferree da rispettare e non c’è tolleranza per chi non è disposto a dare il massimo. Marco, il viziato, prepotente e presuntuoso Marco, conoscerà i suoi compagni di studi e pian piano comprenderà quanto è importante non fermarsi alle apparenze. Il giovane imparerà il valore dei sentimenti, scoprirà la forza dell’amicizia e la gioia di far parte di una squadra, indissolubile e ineguagliabile nella sua unicità.

Tutti insieme scopriranno i misteri e la storia che ha portato alle origini del loro speciale liceo. Bianca Marconero è al suo promettente esordio. Appassionata di storia romanza, riversa tutto il suo amore e le sue conoscenze per regalarci un romanzo godibilissimo i cui personaggi, perfettamente costruiti, non tardano a fare breccia nel cuore di chi legge. Ben presto s’impara a conoscere i chiaroscuri del carattere di Marco, la sensibilità di Helena, la simpatia di Deakon, la lealtà di Erek e il fascino di Lance. Lo stile con il quale Bianca Marconero ci narra le avventure dei suoi paladini è diretto e lineare e al contempo piacevolmente forbito.

Di Bianca Marconero non si conosce molto. Laureata in lettere dal 2008 lavora come redattrice di rivista per teen agers. Nel 2012 ha ideato e scritto una serie di libri per la prima infanzia. E’ sposata e madre di due bellissimi bambini.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Bianca

Marconero

Libri dallo stesso autore

Intervista a Marconero Bianca

Francesco è un quarantenne che si è appena lasciato, a un passo dalle nozze. Una mattina di primavera, mentre passeggiando a San Gimignano cerca di riafferrare il senso della sua vita, incontra un signore francese con il quale entra subito in sintonia e che gli propone di lavorare per lui, presso la sua azienda vinicola in Borgogna. Quella per la Francia è una passione che Francesco ha sempre coltivato. Si trova quindi di fronte alla possibilità di realizzare veramente il sogno di una vita. Così lascia il suo lavoro e si trasferisce pieno di entusiasmo. Le sue aspettative sono subito appagate: il posto è splendido, la collega Ludivine affascinante, il lavoro interessante. Fino a quando, oltre i colori pastello di quel paesaggio così tipicamente francese, non cominceranno a emergere i segni di un passato inquietante che riguarda sia il suo datore di lavoro, sia la bella Ludivine, della quale si sta ormai innamorando. Una prova decisiva per Francesco che, in un crescendo di colpi di scena, riuscirà a portare luce nel passato della donna e nel suo presente.

Primavera in Borgogna

Terenzoni Luca

La storia di una protagonista del Rinascimento: Isabella Morra, poetessa lucana entrata a pieno titolo nella storia della letteratura italiana. Il ritratto di una nobile figura femminile che affronta con coraggio il proprio tempo, scegliendo di vivere nel nome dell'arte e della cultura in un'epoca in cui essere donna significava sottomettersi e in qualche modo essere schiave del volere degli uomini. La storia di Isabella fornisce all'autore anche l'occasione per mettere in evidenza la bellezza del paesaggio lucano, la sua antica storia risalente ai primi coloni greci, le sue tradizioni, attingendo a fonti storiche e documenti inediti. La poesia e l'arte diventano in questo romanzo gioia, salvezza e fonte di riscatto di fronte alle avversità della vita.

Le favole di Isabella

Zizola Franco

A distanza di 32 anni da quel giorno, e dopo i processi che hanno visto il coinvolgimento di molti paesi (Polonia, Turchia, Bulgaria, Russia, Germania), finalmente Ali Agca vuota il sacco per dire quella verità che non è mai venuta fuori. Una rivelazione. E insieme ricostruire molte altri aspetti mai confessati o chiariti. Non è vero, per esempio, che Ali sparò solo due colpi per non uccidere il papa, la verità è che la pistola s'inceppò. L'autore, con l'aiuto di un giornalista che non ha voluto rendere pubblico il nome per paura di possibili ritorsioni e che ha potuto verificare l'attendibilità del racconto di Ali, rivela anche la sua vita di terrorista e di cecchino al servizio della causa islamica, fin dai tempi della sua adolescenza, in un crescendo fatto di fede disperata e voglia di riscatto. Il libro si legge come un romanzo, un memoir avvincente, e per questo si presta a una doppia lettura, in chiave giornalistica e narrativa, toccando tutti i punti che hanno reso l'attentato al papa, con il corollario della scomparsa di Emanuela Orlandi, uno dei gialli internazionali più clamorosi del secolo passato.

Mi avevano promesso il paradiso

Ağca Ali

Le madri atroci

Dazieri Sandrone