Narrativa

Anna. Storia di un palindromo

D'Isa Francesco

Descrizione: Anna, in seguito a un fortuito errore durante un'operazione di neurochirurgia, non riesce più a parlare del proprio passato: ogni volta che è chiamata a farlo si esprime con un linguaggio onirico, privo di riferimenti comprensibili. Ezio, brillante neurologo responsabile dell'errore chirurgico, è colpito e amareggiato dalla patologia di Anna. I due si frequentano, si innamorano, ma il mistero della donna persiste, e diventa per il medico un'irrinunciabile ossessione: più si avvicina all'enigma, più questo si nasconde dietro una fitta rete di coincidenze. È Anna a non saper comunicare il proprio passato o è Ezio a non saperlo comprendere? Gli amanti si inseguono dall'Italia a Berlino, tra sospetti, eminenti psichiatri e rapporti epistolari, correndo affiancati, come rette parallele, a costruire il percorso di un amore impossibile; per scoprire che la loro storia si può leggere da una parte o dall'altra, proprio come un palindromo.

Categoria: Narrativa

Editore: Effequ

Collana: Dodicidiciannove

Anno: 2014

ISBN: 978 88 98837 083

Recensito da Valeria Martino

Le Vostre recensioni

Va detto subito: il libro (“Anna. Storia di un palindromo” di Francesco D’Isa)  si legge d’un fiato! E non perché si susseguono eventi e personaggi che ci trasportano in una lettura vorticosa, ma proprio per l’esatto contrario. Possibile? Ebbene sì.

I personaggi sono due: Ezio, brillante e giovane neurochirurgo, tanto sicuro sul lavoro quanto insicuro nella vita privata, e Anna, giovane donna dal passato misterioso, non meno che del presente. La clinica Monterosa farà da sfondo al loro primo incontro: Anna è una paziente che scopre di doversi sottoporre al più presto a un delicato intervento chirurgico ed Ezio è proprio il medico che si occuperà degli esami da fare, nonché dell’intervento stesso.
Ė in occasioni come queste che Ezio si ferma a riflettere sulle scelte fatte a suo tempo, come ad esempio quella di aver studiato neurologia e non ginecologia, perché è facile vedere un corpo nudo, è lì, davanti a te, lascia poco o nulla all’immaginazione, ma la mente no, è un labirinto inesplorato che si presta poco e male a essere scoperto.

A causa di un fortuito errore Anna non riuscirà più a parlare del suo passato, se non in un linguaggio incomprensibile e oscuro perfino a se stessa. Ezio si sente responsabile e, nello sforzo di aiutare nel percorso di guarigione la paziente, si innamora della donna, Anna, e a lei dedica tutto se stesso, confondendo e sovrapponendo il medico e l’uomo.
Anna diventa un “caso”, ma perfino i più illustri psicanalisti sembrano retrocedere di fronte a una mente così impenetrabile.

La storia “medica” si intreccia con quella d’amore, si sposta a Berlino, scopre i lati più nascosti dei protagonisti e alla fine è come se anche i ruoli si invertissero, come se salute e malattia non fossero più categorie assolute e predefinite, ma si alternassero nella vita di Ezio e Anna: è Anna a parlare un linguaggio incomprensibile o è Ezio che è incapace di comprendere?
I due occupano tutte le pagine del romanzo, si cercano, si rincorrono e si trovano, ma come due rette parallele, distanti, impossibili da congiungersi se non in uno spazio e tempo infinito.
Allora non è solo “Anna” il palindromo, è la storia stessa un cerchio, un inizio e una fine che si rincorrono, si incontrano, si scontrano e si alternano.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( 1 commento )

Anna | Editrice Effequ

[…] Rassegna stampaA room with a review CriticissimamenteSololibriQuoteSenzaudioPaperstreeti-libriPostpopuli […]

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Francesco

D'isa

Libri dallo stesso autore

Intervista a D'Isa Francesco


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

OCEANO MARE

Baricco Alessandro

Come si fa ad andare avanti dopo aver perso chi ami? Come puoi ricostruire la tua vita? Tutti perdiamo qualcuno, ma c'è sempre un "dopo" e questo è il messaggio molto forte e positivo che Jojo Moyes dà alle sue lettrici, un sequel non scontato e pieno di colpi di scena.

Dopo di te

Moyes Jojo

Tony Tormenta ha 16 anni, una madre che lo ha tirato su da sola e una grande passione per i libri di medicina. Due soli veri amici, il cane Boa e la sua bicicletta. Giù in città, a Mammoth Rock, si dice che accadano cose strane quando Tony è nei paraggi. Secondo alcuni è un menagramo attaccabrighe. A detta di altri è una specie di genio. La verità è che Tony nasconde un segreto. Dietro il suo apparente distacco si cela un potere magnifico quanto terrificante. Un giorno Tony fa l'incontro della vita. Quello capace di segnare per sempre un'esistenza. Marla è una ragazzina albina. Una teenager sui generis. Si è trasferita in città da poco e vive a casa della nonna. I due s'innamorano. Sarà la vita a separarli e farli incontrare di nuovo. Le cose, però, non stanno come sembra, in un crescendo di eventi sino al colpo di scena finale.

TONY TORMENTA

Rubino Rosanna

Il ragionamento del "non ci sono i soldi per fare le riforme " apparentemente aristotelico e corretto - è invece profondamente sbagliato. Per due motivi, che sono alla base della decisione di scrivere questo libro. Il primo motivo è interno al ragionamento stesso. In Italia il vento della crescita non tornerà mai a spirare in poppa senza un vero e proprio programma di riforme. Il paese è praticamente fermo da quindici anni: tre quinquenni durante i quali l'economia mondiale è cresciuta come mai in passato. Nonostante la violenza della crisi globale, il 2009 è stato per il mondo solo una breve parentesi. Da noi invece sembra un incubo lungo vent'anni. Il vento della crescita soffia in varie parti del mondo, ma non tornerà mai a soffiare in Italia se non cambiamo atteggiamento. Il secondo errore nel ragionamento del "non ci sono i soldi" è invece un falso problema. Esistono moltissime e importantissime riforme che si possono fare "senza aumentare di un solo euro il debito pubblico". Sono le cosiddette Riforme a Costo Zero, il tema alla base di questo libro. In quasi tutti i campi cruciali dell'economia, è possibile cambiare le cose senza chiedere il conto a Pantalone: perché è vero che di soldi ce ne sono davvero pochi. Ma è anche vero che si possono fare importantissime riforme senza incidere sul bilancio pubblico. Richiedono solo di investire capitale politico nel cercare il consenso necessario. Una classe politica all'altezza può farcela. Gli ostacoli possono essere rimossi...

Le riforme a costo zero

Boeri Tito