Narrativa

Anna. Storia di un palindromo

D'Isa Francesco

Descrizione: Anna, in seguito a un fortuito errore durante un'operazione di neurochirurgia, non riesce più a parlare del proprio passato: ogni volta che è chiamata a farlo si esprime con un linguaggio onirico, privo di riferimenti comprensibili. Ezio, brillante neurologo responsabile dell'errore chirurgico, è colpito e amareggiato dalla patologia di Anna. I due si frequentano, si innamorano, ma il mistero della donna persiste, e diventa per il medico un'irrinunciabile ossessione: più si avvicina all'enigma, più questo si nasconde dietro una fitta rete di coincidenze. È Anna a non saper comunicare il proprio passato o è Ezio a non saperlo comprendere? Gli amanti si inseguono dall'Italia a Berlino, tra sospetti, eminenti psichiatri e rapporti epistolari, correndo affiancati, come rette parallele, a costruire il percorso di un amore impossibile; per scoprire che la loro storia si può leggere da una parte o dall'altra, proprio come un palindromo.

Categoria: Narrativa

Editore: Effequ

Collana: Dodicidiciannove

Anno: 2014

ISBN: 978 88 98837 083

Recensito da Valeria Martino

Le Vostre recensioni

Va detto subito: il libro (“Anna. Storia di un palindromo” di Francesco D’Isa)  si legge d’un fiato! E non perché si susseguono eventi e personaggi che ci trasportano in una lettura vorticosa, ma proprio per l’esatto contrario. Possibile? Ebbene sì.

I personaggi sono due: Ezio, brillante e giovane neurochirurgo, tanto sicuro sul lavoro quanto insicuro nella vita privata, e Anna, giovane donna dal passato misterioso, non meno che del presente. La clinica Monterosa farà da sfondo al loro primo incontro: Anna è una paziente che scopre di doversi sottoporre al più presto a un delicato intervento chirurgico ed Ezio è proprio il medico che si occuperà degli esami da fare, nonché dell’intervento stesso.
Ė in occasioni come queste che Ezio si ferma a riflettere sulle scelte fatte a suo tempo, come ad esempio quella di aver studiato neurologia e non ginecologia, perché è facile vedere un corpo nudo, è lì, davanti a te, lascia poco o nulla all’immaginazione, ma la mente no, è un labirinto inesplorato che si presta poco e male a essere scoperto.

A causa di un fortuito errore Anna non riuscirà più a parlare del suo passato, se non in un linguaggio incomprensibile e oscuro perfino a se stessa. Ezio si sente responsabile e, nello sforzo di aiutare nel percorso di guarigione la paziente, si innamora della donna, Anna, e a lei dedica tutto se stesso, confondendo e sovrapponendo il medico e l’uomo.
Anna diventa un “caso”, ma perfino i più illustri psicanalisti sembrano retrocedere di fronte a una mente così impenetrabile.

La storia “medica” si intreccia con quella d’amore, si sposta a Berlino, scopre i lati più nascosti dei protagonisti e alla fine è come se anche i ruoli si invertissero, come se salute e malattia non fossero più categorie assolute e predefinite, ma si alternassero nella vita di Ezio e Anna: è Anna a parlare un linguaggio incomprensibile o è Ezio che è incapace di comprendere?
I due occupano tutte le pagine del romanzo, si cercano, si rincorrono e si trovano, ma come due rette parallele, distanti, impossibili da congiungersi se non in uno spazio e tempo infinito.
Allora non è solo “Anna” il palindromo, è la storia stessa un cerchio, un inizio e una fine che si rincorrono, si incontrano, si scontrano e si alternano.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( 1 commento )

Anna | Editrice Effequ

[…] Rassegna stampaA room with a review CriticissimamenteSololibriQuoteSenzaudioPaperstreeti-libriPostpopuli […]

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Francesco

D'isa

Libri dallo stesso autore

Intervista a D'Isa Francesco


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Due ragazze, Chieco e Naeko, si incontrano e scoprono di essere gemelle. Hanno però avuto dal destino storie diverse: la prima, abbandonata dai genitori poveri, viene allevata dalla famiglia di un originale e benestante mercante di kimono, mentre la sorella, morti presto la madre e il padre, deve guadagnarsi la vita lavorando nei boschi della montagna. Malgrado il profondo legame che le unisce, alla fine le due sorelle torneranno a percorrere strade diverse.

Koto

Kawabata Yasunari

Primo Levi, reduce da Auschwitz, pubblicò "Se questo è un uomo" nel 1947. Einaudi lo accolse nel 1958 nei "Saggi" e da allora viene continuamente ristampato ed è stato tradotto in tutto il mondo. Testimonianza sconvolgente sull'inferno dei Lager, libro della dignità e dell'abiezione dell'uomo di fronte allo sterminio di massa, "Se questo è un uomo" è un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza già classiche. È un'analisi fondamentale della composizione e della storia del Lager, ovvero dell'umiliazione, dell'offesa, della degradazione dell'uomo, prima ancora della sua soppressione nello sterminio.

Se questo è un uomo

Levi Primo

Londra, i ricordi, la giovinezza trascorsa ma non ancora sepolta, una libreria molto particolare, un'amica che sembra svanita nel nulla, un buffo editore, una vitalità che si rifiuta di essere domata, nonostante le disillusioni. Uno scavo leggero e spesso ironico nei miti giovanili, in ciò che ci si aspetta dalla vita, nella forza di rigenerazione di chi sa mantenere, nonostante tutto, la grande dote della leggerezza.

Dare il resto e poi sorridere di Laura Angeloni

Angeloni Laura

Celeste Ardemagni, hacker per passione, è una ragazza solitaria e dallo humor tagliente. La sua vita scorre tranquilla fino al giorno in cui incontra Vitaliano Spatuzzo, un improbabile fotomodello che le suggerisce l'idea giusta per fare soldi a palate. Una truffa mediatica che coinvolgerà la famosa attrice Bianca Del Prado, donna sensibile e problematica sul viale del tramonto. Il piano sembra funzionare ma una segretaria sull'orlo di una crisi di nervi, un manager senza scrupoli e un latitante mafioso troppo attratto dalle donne, complicheranno le cose fino a scatenare una serie di eventi imprevedibili (e disastrosi).

Una diabolica celeste

Violet Enrico