Narrativa

ANTONIA

Valentini Maria Rosaria

Descrizione:

Categoria: Narrativa

Editore: Gaetano Capelli Editore

Collana:

Anno: 2010

ISBN: 9788887469707

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Da bambini giocavamo spesso insieme, in un cortile enorme a forma di imbuto, circondato da un cordone di pitosfori. Ci eravamo messi in testa di contare i sassolini che segnavano il viale della villa comunale. Ma ogni volta ci toccava ricominciare da uno perché ci imbrogliavamo; calcolo dopo calcolo, mucchietto dopo mucchietto”.

In un certo senso Ciarli non ha mai veramente smesso di contare i sassi della villa comunale… Ha continuato a perdersi, a nascondersi da se stesso e ad avere paura. Non è mai diventato grande.

Timido, incerto e sospeso proprio come quel suo nome storpiato, che non è inglese e non è italiano, vive trascinandosi, senza slanci e senza entusiasmo, sulle sabbie mobili di un passato che si ostina a voler dimenticare e che rappresenta invece la sua unica via di salvezza dall’apatia e dalla depressione. È lì, nel passato, che sono sepolte le risposte alle sue domande, le radici della sofferenza che lo attanaglia e che non si sa spiegare. “La vita è un colpo d’ascia”, scrive la Valentini,  e la storia di Ciarli si è dolorosamente spezzata…

Nella confusione dei suoi pensieri, la cugina Antonia è l’unico punto fermo, lo scoglio cui aggrapparsi, il conforto che nasce dalla condivisione delle difficoltà, l’affetto che non viene cancellato né dalla lontananza né dal tempo che scorre impietoso.

La morte di nonno Renzuccio sarà l’occasione per tornare al paese e fare i conti con la verità.

Ciarli non ama volare, così fa un lungo viaggio in macchina, arrivando quando gli altri sono già in chiesa per il funerale e cercando subito di incrociare lo sguardo rassicurante di Antonia. Poi, quando tutto è finito, seduto di fronte a lei nel bar intriso dell’odore del vino divenuto ormai aceto nelle damigiane, Ciarli finalmente viene a conoscere la vera storia della sua famiglia, dei genitori emigrati in cerca di fortuna e di quella straordinaria donna che era sua nonna, Angiolina, indiscussa padrona di casa nonostante l’atteggiarsi servile nei confronti di un marito che aveva forse la metà della sua forza, ma restava pur sempre il capofamiglia.

A questo punto del libro è Antonia a parlare, a raccontare, a chiarire ogni cosa con la sua schiettezza e il suo pragmatismo, a mettere insieme cocci di ricordi e ricucire ferite mai rimarginate. Lucida e ferma, spiega l’intrecciarsi degli eventi e i motivi alla base di determinate scelte ma, soprattutto, fa comprendere a Ciarli la ragione di certi suoi sentimenti, compresi quelli che prova per lei…

Sito internet dell’editore

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Rosaria

Maria

Valentini

Libri dallo stesso autore

Intervista a Valentini Maria Rosaria

Ostaggi – 8 aprile 2017, ore 20:45, al Nuovo Teatro Ariberto di Milano

I fantasmi

Susan Sontag è stata una delle intellettuali americane più celebri, influenti e controverse della seconda metà del ventesimo secolo. Quest'opera svela la sua lucida visione del mondo e rivela l'ampiezza della sua intelligenza critica. Risoluta, intensa, testarda e provocatoria, con parole sofferte e prive di ogni retorica, Sontag riflette sugli argomenti più disparati: la malattia, l'amore e la morte, il sesso, la fotografia e la musica - Bill Haley & The Comets, Chuck Berry, Bob Dylan e Patti Smith -, l'approccio alla scrittura, la società americana, la filosofia, da Proust a Nietszche.

Odio sentirmi una vittima

Sontag Susan

Nato come allegro tributo ai festival letterari italiani, questo giallo comico d'ambientazione paesana vede quattro tipologie di giallisti gareggiare per risolvere il delitto avvenuto nella locanda che li ospita. Abbiamo l'anziana autrice di gialli storici, il navigato scrittore mantenuto dalla moglie, la bella romanziera di sexy mistery e il giallista in erba. Chi riuscirà a stanare il colpevole? Uscito nel 2014 all'interno di Novelle col morto ‒ che conteneva anche La Pieve della Buona Morte ‒, ora La Locanda del Giallo torna single e va alla conquista dei lettori del giallo comico.

La Locanda del Giallo

Conventi Gaia