Narrativa

Arcadia

Groff Lauren

Descrizione: merica, Stato di New York, fine anni sessanta. Un gruppo di giovani decide di fondare una comune basata sull'amicizia, la condivisione, l'amore e l'indipendenza dal denaro. La chiameranno Arcadia. Ed è qui che nasce Briciola, il primo dei molti figli che andranno a popolare un mondo bucolico e ricco solo di ideali, ben presto corrotti dalle difficoltà della convivenza. La fine della comune costringerà Briciola e il suo grande amore Helle, nati e cresciuti in un mondo popolato da sognatori, a misurarsi con il mondo reale, quello della New York degli anni ottanta.

Categoria: Narrativa

Editore: Codice

Collana:

Anno: 2014

ISBN: 9788875784317

Recensito da Claudia Oldani

Le Vostre recensioni

Il nome di Lauren Groff non è nuovo all’editoria americana. Contributor per il New York Times, il New Yorker e l’Atlantic Monthly, è da tempo tenuta d’occhio da autori del calibro di Joe Lansdale e Stephen King. L’italianissima casa editrice Codice, specializzata in testi scientifici, sceglie proprio questa formidabile scrittrice per inaugurare una nuova collana di narrativa, e lo fa con il suo secondo romanzo, Arcadia.

Caratterizzato da una scrittura molto ricca, in cui sono possibili diverse interpretazione e diversi punti di vista, il romanzo ha un tono realistico, addolcito da una punta di fantastico. Arcadia è infatti l’utopico esperimento di una comunità hippy, formata da un mondo di personaggi assai differenti l’uno dall’altro, ma con un comune ideale di fondo. É qui che nasce Briciola, il protagonista e primo nato di Arcadia. Il lettore vedrà attraverso i suoi occhi la costruzione prima, e la lenta distruzione poi del sogno hippy.

La trama -divisa in 4 parti- prende vita dalla fine degli anni ’60 e racconta oltre quarant’anni di storia americana, rimanendo agganciata ad un protagonista dalle profonde sfumature psicologiche e ben disegnato, che all’inizio della storia è solo un bambino, ma che, nel corso del libro, si farà adulto.

Se nella prima parte del romanzo l’ambientazione è incentrata esclusivamente ad Arcadia (luogo che il lettore stesso si prefigura attentamente, grazie ad una scrittura in cui le sensazioni uditive e visive sono molto accentuate), è solo nella seconda parte che la storia si sposta a New York City. Qui Briciola, divenuto uomo e padre, ancora non riesce a spiegarsi il sogno dei genitori e della free people tutta. Segnato nel profondo da un’infanzia meravigliosa e spaventosa allo stesso tempo, il nostro deve confrontarsi con le sue paure e con una società ai suoi occhi incomprensibile, che poco ha da spartire con Arcadia.

La chiave del romanzo è dunque proprio Arcadia, sinonimo di un ideale alterato, una cartina tornasole della corruzione della natura umana per definizione. Ma Briciola è innamorato di questo ideale, della sua fragilità e della sua bellezza: un sogno perfetto nella sua memoria.

Arcadia è la storia di una illusione meravigliosa, ma anche di un incubo la cui unica via d’uscita è il saper conoscere se stessi.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Lauren

Groff

Libri dallo stesso autore

Intervista a Groff Lauren

In una Parma innevata, il marcio sembra nascondersi ovunque: la corruzione dilaga, il crimine è fuori controllo e la rabbia cresce. Soneri è il più arrabbiato di tutti perché crede ancora nella giustizia e se la vede sfuggire. Il commissario, infatti, segue una serie di piste confuse: un telefonino abbandonato sul greto del fiume; un vecchio morto di freddo nei sotterranei di un ospizio; la misteriosa scomparsa del sindaco. Sembrano indizi scollegati, eppure Soneri sente che dietro tutti quei casi si cela un'unica strategia. La strategia della lucertola, che depista i predatori lasciandosi dietro la coda. Ma questa volta l'inseguitore non si fa ingannare.

Il commissario Soneri e la strategia della lucertola

Varesi Valerio

Storia del nuovo cognome è il seguito dell’amica geniale, pubblicato nel 2011. L’amica geniale racconta l’infanzia e l’adolescenza di due ragazze napoletane, Lila e Lenù, seguite nelle intense peripezie della loro amicizia, in un quartiere povero e feroce negli anni del passaggio a un benessere conquistato con ogni mezzo. Al cuore del romanzo c’è il rapporto tra le due amiche, un rapporto di affetto, di gelosia, di competizione, di emulazione, di rifiuto e di attrazione vertiginosa. Ritroviamo le due protagoniste e la loro straordinaria amicizia nelle nuove prove che la vita mette loro davanti. Lila si sposa a soli diciassette anni con un giovane del quartiere arricchitosi con commerci e traffici non sempre limpidi, e diventa la signora Carracci in una nuova esistenza dove agio e violenza, frustrazione e potere si mischiano. Lenù continua invece a studiare, suscitando l’ammirazione e l’invidia dell’amica. È una gara a chi delle due riuscirà a uscire dal quartiere che le imprigiona, a liberarsi da un ambiente che entrambe odiano. Ameranno anche lo stesso uomo.

Storia del nuovo cognome

Ferrante Elena

Fai bei sogni è la storia di un segreto celato in una busta per quarant’anni. La storia di un bambino, e poi di un adulto, che imparerà ad affrontare il dolore più grande, la perdita della mamma, e il mostro più insidioso: il timore di vivere. Fai bei sogni è dedicato a quelli che nella vita hanno perso qualcosa. Un amore, un lavoro, un tesoro. E rifiutandosi di accettare la realtà, finiscono per smarrire se stessi. Come il protagonista di questo romanzo. Uno che cammina sulle punte dei piedi e a testa bassa perché il cielo lo spaventa, e anche la terra. Fai bei sogni è soprattutto un libro sulla verità e sulla paura di conoscerla. Immergendosi nella sofferenza e superandola, ci ricorda come sia sempre possibile buttarsi alle spalle la sfiducia per andare al di là dei nostri limiti. Massimo Gramellini ha raccolto gli slanci e le ferite di una vita priva del suo appiglio più solido. Una lotta incessante contro la solitudine, l’inadeguatezza e il senso di abbandono, raccontata con passione e delicata ironia. Il sofferto traguardo sarà la conquista dell’amore e di un’esistenza piena e autentica, che consentirà finalmente al protagonista di tenere i piedi per terra senza smettere di alzare gli occhi al cielo.

FAI BEI SOGNI

Gramellini Massimo

Ad Agrumeta, tranquilla cittadina nella provincia di Bari, da anni non si ricordava un dicembre così caldo. Ma a surriscaldare il clima generale è soprattutto la rivoluzione rosa delle giovani e agguerrite protagoniste di una nuova stagione politica. Nessuno si sarebbe però aspettato che nell’occhio del ciclone finisse anche la questura, dove è da poco stata nominata commissario Lolita Lobosco, detta Lolì: 36 anni di procace femminilità che si sprigiona dagli occhi arabi, dai lunghi capelli e da una quinta di reggiseno, tutto frutto di mamma-natura, che negli uomini evoca la perfezione dei frutti mediterranei. Ma fin dai primi giorni la nuova arrivata dovrà vedersela con maldicenze e avversari influenti. A peggiorare la situazione le viene affidato un caso che mette a rischio anche la sua vita privata: Stefano Benedetto Morelli, rampante dentista quarantenne accusato di violenza sessuale. E a lui basta uno sguardo, e quell’inconfondibile profumo di arancia che emana dal corpo di Lolì, perché si risvegli il ricordo di un imbarazzante passato comune.

LA CIRCONFERENZA DELLE ARANCE

Genisi Gabriella