Letteratura francese

Bel-Ami

De Maupassant Guy

Descrizione: Un maschio eterno, del tutto privo di moralità, molto avido, un po' vile, anche sentimentale (solo con se stesso). Sullo sfondo della Francia della Terza Repubblica, Bel-Ami è l'arrampicatore sociale per eccellenza con un'unico obiettivo: il successo e il profitto a qualunque costo

Categoria: Letteratura francese

Editore: Mondadori

Collana: Oscar grandi classici

Anno: 2001

ISBN: 9788804480563

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Dopo aver militato in Algeria, giunge nella Parigi della belle epoque ed incontra fortunosamente un vecchio amico, Forestier, che gli spalanca le porte della propria casa e lo introduce nel mondo del giornalismo e nei salotti della gente che conta.

Così Bel-Amì inizia la sua ascesa sociale senza scrupoli: usa le persone che lo hanno aiutato, umilia le donne che lo hanno amato ed i suoi obiettivi si fanno sempre più immodesti.

Intrigante e profondo, Bel-Amì è un romanzo così ben scritto da fare invidia…

Con George Duroy, Maupassant non crea un eroe, ma descrive una persona vera, viva, che certo non brilla per rettitudine e nobiltà d’animo. Una persona dalle origini umili che cerca il riscatto e persegue i propri obiettivi con un carisma ed un’energia fuori dal comune: tutte le donne cadono ai suoi piedi; i deboli gli cedono il passo.

Aveva sempre l’aria di sfidare qualcuno, i passanti, le case, le città intere per vezzo di bel soldato decaduto allo stato borghese”.

Molto bella l’immagine del Palais Bourbon e di Bel-Amì che lo guarda bramoso all’uscita della chiesa in cui ha mietuto l’ultima vittima, un’amabile ereditiera appena divenuta sua sposa.

Un epilogo che sembra preannunziare un secondo atto e lascia intendere che probabilmente Bel-Amì riuscirà a raggiungere altre mete…

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Guy

Maupassant

De

Libri dallo stesso autore

Intervista a De Maupassant Guy


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Napoli. Anni Novanta. Andi, il protagonista, non riesce a stare solo... Una scrittura tanto imprevedibile quanto vera che rincorre le idee senza condizionamenti convenzionali.

AFA

Soldi Luca

L'Italia che cambia degli anni settanta non sembra aver voglia di cambiare in via Icaro 15, Milano. Sì, certo, l'eco arriva anche lì ma Elvira, la portinaia, è, come un secolo prima, alla mercé di inquilini gretti, litigiosi, pettegoli. Un universo di maligne ottusità e luoghi comuni che tuttavia diventa teatro del mondo nell'immaginazione duttile e porosa di Chino, il figlio adolescente di Elvira. Quando, al quinto piano, prende casa Amelia Lynd, un'anziana signora dall'incedere altero, maniere impeccabili, madrelingua inglese, Chino ne avverte subito il carisma e ne diventa adorante discepolo. Da dove viene? Cos'ha da nascondere? Qual è il suo segreto? Gli inquilini la mettono al bando, la ostracizzano. Chino si muove, con una sorta di strana ebbrezza, fra i sogni combattivi della madre - diventare proprietaria di uno degli appartamenti abitati dai suoi aguzzini - e le utopie della nuova madre-maestra dalla quale apprende la magia delle parole, le parole che raccontano e le parole che semplicemente dicono. Proprio allora la commedia quotidiana cede al dramma e le vicende di via Icaro e della sua portineria subiscono una fortissima accelerazione. E Chino deve imparare più in fretta, di che passioni, di che ambizioni, di che febbri è intessuta la vita.

LE PAROLE PERDUTE DI AMELIA LYND

Gardini Nicola

Ad alta voce, la poesia interpretata da Luigi Maria Nastasi Corsanico

Terzo incontro del Circolo de i-LIBRI: Il vangelo secondo Gesù Cristo di Josè Saramago