Narrativa

BENVENUTI IN CASA ESPOSITO

Imperatore Pino

Descrizione:

Categoria: Narrativa

Editore: Giunti

Collana: A

Anno: 2012

ISBN: 9788809773691

Trama

Le Vostre recensioni

Nella sua semplicità l’idea che ha ispirato Pino Imperatore inducendolo a creare la famiglia Esposito, si rivela una trovata geniale. Una famiglia napoletana, classica, assortita in modo un po’ bislacco con una piccola peculiarità: il capofamiglia fa un lavoro che definirei “particolare”.

Tonino Esposito, così si chiama il protagonista, riscuote dai commercianti del quartiere Sanità, lo stesso che vide i natali del principe della risata Totò, i contributi per la sicurezza per conto del suo ‘Capo’, un boss conosciuto come o’ Tarramoto.

Tonino Esposito è figlio d’arte. Il padre è stato il boss del quartiere, rimpiazzato, dopo morte violenta, da o’ Tarramoto il quale, per rispetto al suo predecessore, elargisce a Tonino una rendita mensile che gli consentirebbe di vivere senza lavorare. Lui però è orgoglioso e insiste per ricalcare le orme paterne. C’è un solo problema: Tonino è il più imbranato, confusionario e sfortunato esattore che la malavita abbia mai ingaggiato. Non fa altro che mettersi nei guai e s’impegola in situazioni tragicomiche trascinandosi dietro il povero aiutante Enzuccio.

“Benvenuti in Casa Esposito” ci guida, attraverso la vita quotidiana dei protagonisti, in un viaggio tragicomico, realista e crudele. Ci presenta la Napoli più vera, ma anche la più meschina, con le sue difficoltà e il rocambolesco modo di vivere e arrangiarsi di alcuni suoi cittadini.

I personaggi sono dei veri affreschi neorealistici, che inteneriscono e a volte commuovono, ma che sono capaci di far ridere anche se con un velo d’amarezza.

“Benvenuti in casa Esposito” è un libro sulla camorra? No. Come sostiene lo stesso Pino Imperatore, è ‘un libro nella camorra’. Ce ne mostra la consuetudine offrendone una visione diversa da quella abituale.L’autore illustra, mediante l’ironia, la quotidianità comune di Napoli, l’unico posto, forse, dove la realtà supera la fantasia. La sola città che nonostante tutte le brutture, riesce sempre a sperare in un futuro migliore.

Pino imperatore con “Benvenuti in Casa Esposito” è al suo romanzo d’esordio, sebbene la sua attività letteraria sia più che collaudata. Imperatore ha infatti all’attivo diverse pubblicazioni tra cui “Manteniamo la salma”, “In principio era il verbo, poi vennero il soggetto e il complemento” e “Tutti a posto e niente in ordine”.

Fondatore a Napoli del “Laboratorio di scrittura  creativa Achille Campanile”, dal 2005 è responsabile della sezione Scrittura Comica del “Premio Massimo Troisi”. Come lo stesso autore dichiara delle pagine di ringraziamento alla fine del romanzo, “Benvenuti in casa Esposito” è frutto anche dell’esperienza che ha avuto come giornalista, attività questa che gli ha fatto toccare con mano la complessa realtà napoletana. E’ forse proprio grazie a questa esperienza sul campo che Imperatore riesce a trattare un argomento così delicato, evitando i soliti luoghi comuni e rendendolo tanto vero.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Pino

Imperatore

Libri dallo stesso autore

Intervista a Imperatore Pino


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

L’esordio di un nuovo, straordinario personaggio destinato a restare a lungo nel cuore e nella mente dei lettori: il detective Carl Mørk. «Buon compleanno, Merete. Oggi sono centoventisei giorni che sei qui, e questo è il nostro regalo per te. Lasceremo la luce accesa per un anno, a meno che tu non sia capace di rispondere a una domanda. Perché ti abbiamo rinchiusa?» In una bella giornata d’inverno, la giovane parlamentare Merete Lynggaard scompare senza lasciare tracce. I media si lanciano avidamente sulla storia e le ipotesi si avvicendano nei titoli: dal suicidio all’omicidio, dal tragico incidente al rapimento, fi no alla sparizione volontaria. La polizia mette in campo tutte le forze, ma senza risultato. Merete Lynggaard sembra inghiottita dalla terra. Solo quando Carl Mørk, un poliziotto tenace e polemico, decide anni dopo di impegnarsi nel caso con la sua sezione Q, il reparto speciale per i casi irrisolti, le indagini fanno un decisivo passo in avanti. Carl e il suo misterioso assistente siriano, Assad, si lanciano in una battaglia contro il tempo e contro il disegno delirante di un criminale folle.

LA DONNA IN GABBIA

Adler-Olsen Jussi

Hazel, un'allegra bambina di otto anni, è ospite della terribile zia Eugenia in compagnia del suo antipatico cuginetto Isambard. Basterebbe l'immagine del vecchio maniero dove vìvono i parenti dì Hazel per spaventare qualsiasi visitatore, eppure, dopo la prima inquietante giornata con zia Eugenia, la vita comincia a cambiare. Isambard, intatti, presenta a Hazel la sua collezione di cuccioli terrificanti: un cane con la testa di legno, un gruppo dì paperelle che fumano sigarette nello stagno, due maiali senza zampe... e questo è solo l'inizio! Una notte Hazel decide di esplorare il giardino e, nascosti tra i cespugli, scopre degli strani mostri: il pitonspino (un pitone con la testa di porcospino), il gorillopardo (un gorilla con il corpo da ghepardo) e la ranostrica (un'ostrica con le zampe da rana). Queste tre curiose creature non sono altro che gli incubi di zia Eugenia che, tutte le notti, disturbano i sogni dell'antipatica signora. Quando Hazel capisce che dietro i mostri c'è il suo caro cuginetto, intenzionato a far morire di paura la zia, si troverà a lottare contro Isambard e imparerà che, nelle favole come nella vita, persine le cose più brutte non sono mai così cattive come possono sembrare.

GLI INCUBI DI HAZEL

Deeny Leander

Susi ha trent'anni e vive a New York. Ha un fiuto straordinario per gli uomini sbagliati, tanto che ha inanellato una lunga serie di relazioni fallimentari. L'ultima le brucia ancora. Quando il padre decide di affidarle la gestione del ristorante di famiglia, "Da Totò", Susi è convinta che sia arrivata l'occasione giusta per dimostrare finalmente le proprie capacità. Ma una sorpresa indesiderata la attende dietro l'angolo: ad affiancarla ci sarà Michael Di Bella, chef tanto geniale quanto presuntuoso e maledettamente bello, per il quale Susi prova un odio profondo dai tempi del liceo... Ma, come spesso accade, la convivenza forzata, complici cibo e fornelli, può scatenare reazioni inaspettate e anche l'astio più antico può mutarsi in scintille. E passione...

Ti odio con tutto il cuore

Luzi Valeria

Storia di tre generazioni della potente famiglia catanese degli Uzeda di Francalanza, di antica origine spagnola, pronta a tutto pur di conservare la supremazia anche nella nuova, contraddittoria Italia unita. Il capolavoro di Federico De Roberto (Napoli 1861 - Catania 1927) è uno dei rari, grandi romanzi della letteratura italiana.

I Vicerè

De Roberto Federico