Letteratura tedesca

BLUE

Gier Kerstin

Descrizione: Viaggiatrice nel passato suo malgrado per un dono di famiglia, Gwen, giovane londinese che vorrebbe avere a che fare con i problemi tipici della sua età e dei suoi compagni di scuola, si trova catapultata da un secolo all'altro con una pericolosa missione da compiere. Peccato che non sappia di chi può fidarsi, dei Guardiani del Tempo o del terribile Conte di Saint Germain, dell'affascinante ma scostante Gideon o dell'invidiosa cugina Charlotte. A un certo punto l'unico vero amico sembra essere Xemerius... un gargoyle col muso di gatto.

Categoria: Letteratura tedesca

Editore: Corbaccio

Collana: Narratori Corbaccio

Anno: 2011

ISBN: 9788863802771

Trama

Le Vostre recensioni

E’ arrivato in libreria – dal mese di settembre – il secondo libro della saga delle Gemme di Kerstin Gier, trilogia di grande successo che dalla Germania ha invaso le librerie di tutta Europa, vendendo oltre un milione di copie.

Gwendolyn è una sedicenne estremamente brillante e simpatica, molto “normale” nel senso bello del termine, che nel precedente libro, in un giorno come tutti gli altri, scopre di essere la dodicesima viaggiatrice nel tempo e viene coinvolta, suo malgrado, in una loggia segreta di guardiani del Cronografo, misterioso oggetto magico che permette di regolare e controllare i salti nel passato dei portatori del gene.

Pagina dopo pagina si scoprivano in Red, primo capitolo della trilogia, i buffi tratti caratteriali della protagonista, le sue innate doti paranormali, come la capacità di vedere i fantasmi, e ci si innamorava con lei di Gideon, compagno viaggiatore nel tempo, bello- nemmeno a dirlo -, presuntuoso e coraggioso.

Il primo capitolo ha probabilmente saputo coinvolgere i lettori, ma il secondo capitolo promette di conquistare nuovi appassionati: la vicenda e l’intrigo si infittiscono, i personaggi acquistano tratti più definiti e compare un nuovo simpatico personaggio ad aiutare Gwendolyn, alle prese con la diffidenza di Gideon: uno spiritoso doccione, il gargoyle-demone Xemerius.

Il mistero del cronografo e dei genitori segreti della giovane protagonista – essi stessi viaggiatori del tempo prima di lei – si infittisce, non sarà facile comprendere se fidarsi o meno dell’impenetrabile conte di Saint Germain e perfino il romanzo si chiude con un messaggio in codice che non vi sarà facile decifrare.

Il libro, in perfetto stile urban fantasy e infarcito di colpi di scena, sentimenti e amicizia, promette di incantare le giovani lettrici e far pesare ancor più l’attesa per l’uscita dell’ultimo libro della saga, Green, prevista per il prossimo febbraio, sempre con Corbaccio.

Nota di merito alle note di buon umorismo che pervadono un po’ tutto il romanzo e, in particolare, le pagine centrali dell’opera, al momento dell’incontro dei giovani viaggiatori con il misterioso conte, durante occasioni mondane nel 1700, episodi in cui Gwendolyn sfoggia tutto il suo irresistibile sense of humor e la sua simpatia.

Sicuramente una delle migliori uscite del genere della stagione.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Kerstin

Gier

Libri dallo stesso autore

Intervista a Gier Kerstin


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

"[...] Una narrazione decentrata che ricerca la profondità e si proietta in realtà diverse e spesso inconciliabili facendoci godere dei gusti e delle diversità, del confronto, soprattutto con le nostre paure che ci palesano fragili. Letta l'ultima pagina, non ci resta che posare lievemente una nostra mano sul cuore e poi su questo libro, sulle esistenze che riporta, per difenderle dall'oblio." (dalla postfazione di Roberta Lagoteta)

Il cappotto blu

Balzano Anna Maria

È uno strano prete, don Leo. Emotivo, poco paziente, anticonformista, pieno di dubbi, detesta le gerarchie e non riesce a nascondere un profondo rancore verso suo padre, che reagì al matrimonio sbagliato semplicemente andandosene quando lui era un bambino. Proprio per questo ha deciso di prendere i voti: per trovare una famiglia, un conforto, risposte a domande insostenibili. Così, a trentatré anni, Leo affianca l’anziano don Fermo in una parrocchia a due passi dalla nuova Milano dei grattacieli. In un mondo in cui il Male è quasi inevitabile perché diffuso, e il Bene difficile da immaginare, Leo cerca ostinatamente Dio in ogni cosa, anche se una voce interiore gli sussurra che forse dovrebbe smettere.

Bruciare tutto

Siti Walter

Un giorno d'autunno, alla porta del dottor Kazunori, uno psicoanalista, si presenta un'affascinante ragazza che lo informa di non riuscire a sentire la musica. Da qui si sviluppa un'intricata vicenda in cui i tentativi di risalire alla causa del problema (la musica è una metafora dell'orgasmo) vengono descritti con una suspence da romanzo giallo. "Musica" si presenta come un'opera controversa, che mostra la doppia disposizione dell'autore nei confronti della scienza trattata: l'indiscutibile interesse che suscita in un intellettuale quale era lui e lo scetticismo di un nietzscheano convinto che non lascia troppo spazio alle giustificazioni e alle influenze esteriori.

Musica

Mishima Yukio

Torna l’attesa voce di Derfel Cadarn, il guerriero fattosi monaco, un tempo protetto di Merlino e paladino fedele di Artù, per accompagnarci lungo un nuovo capitolo delle sue memorie, che lo vede impegnato a lottare su due fronti ugualmente insidiosi: l’amore e la guerra. Dopo aver affrontato i demoni dell’Isola dei Morti per liberare la sacerdotessa Nimue, Derfel è accanto al suo signore, Artù, nella sanguinosa battaglia contro il regno del Powys. Il re di quelle terre vuole infatti vendicare a caro prezzo l’offesa subita da sua figlia Ceinwyn, ripudiata da Artù che le ha preferito Ginevra. Artù e i suoi cavalieri riescono a vincere solo grazie ai poteri di Merlino, e si decide di sancire la ristabilita unità dei britanni celebrando l’unione tra Ceinwyn e Lancillotto. Neanche questa volta però è destino che il matrimonio della nobile fanciulla abbia luogo: durante la cerimonia di fidanzamento, Ceinwyn abbandona il promesso sposo e fugge con Derfel, di cui si è innamorata. Un amore che rischia di mettere a repentaglio il fragile equilibrio politico raggiunto a costo di molte, troppe vite umane...

IL CUORE DI DERFEL

Cornwell Bernard