Letteratura tedesca

BLUE

Gier Kerstin

Descrizione: Viaggiatrice nel passato suo malgrado per un dono di famiglia, Gwen, giovane londinese che vorrebbe avere a che fare con i problemi tipici della sua età e dei suoi compagni di scuola, si trova catapultata da un secolo all'altro con una pericolosa missione da compiere. Peccato che non sappia di chi può fidarsi, dei Guardiani del Tempo o del terribile Conte di Saint Germain, dell'affascinante ma scostante Gideon o dell'invidiosa cugina Charlotte. A un certo punto l'unico vero amico sembra essere Xemerius... un gargoyle col muso di gatto.

Categoria: Letteratura tedesca

Editore: Corbaccio

Collana: Narratori Corbaccio

Anno: 2011

ISBN: 9788863802771

Trama

Le Vostre recensioni

E’ arrivato in libreria – dal mese di settembre – il secondo libro della saga delle Gemme di Kerstin Gier, trilogia di grande successo che dalla Germania ha invaso le librerie di tutta Europa, vendendo oltre un milione di copie.

Gwendolyn è una sedicenne estremamente brillante e simpatica, molto “normale” nel senso bello del termine, che nel precedente libro, in un giorno come tutti gli altri, scopre di essere la dodicesima viaggiatrice nel tempo e viene coinvolta, suo malgrado, in una loggia segreta di guardiani del Cronografo, misterioso oggetto magico che permette di regolare e controllare i salti nel passato dei portatori del gene.

Pagina dopo pagina si scoprivano in Red, primo capitolo della trilogia, i buffi tratti caratteriali della protagonista, le sue innate doti paranormali, come la capacità di vedere i fantasmi, e ci si innamorava con lei di Gideon, compagno viaggiatore nel tempo, bello- nemmeno a dirlo -, presuntuoso e coraggioso.

Il primo capitolo ha probabilmente saputo coinvolgere i lettori, ma il secondo capitolo promette di conquistare nuovi appassionati: la vicenda e l’intrigo si infittiscono, i personaggi acquistano tratti più definiti e compare un nuovo simpatico personaggio ad aiutare Gwendolyn, alle prese con la diffidenza di Gideon: uno spiritoso doccione, il gargoyle-demone Xemerius.

Il mistero del cronografo e dei genitori segreti della giovane protagonista – essi stessi viaggiatori del tempo prima di lei – si infittisce, non sarà facile comprendere se fidarsi o meno dell’impenetrabile conte di Saint Germain e perfino il romanzo si chiude con un messaggio in codice che non vi sarà facile decifrare.

Il libro, in perfetto stile urban fantasy e infarcito di colpi di scena, sentimenti e amicizia, promette di incantare le giovani lettrici e far pesare ancor più l’attesa per l’uscita dell’ultimo libro della saga, Green, prevista per il prossimo febbraio, sempre con Corbaccio.

Nota di merito alle note di buon umorismo che pervadono un po’ tutto il romanzo e, in particolare, le pagine centrali dell’opera, al momento dell’incontro dei giovani viaggiatori con il misterioso conte, durante occasioni mondane nel 1700, episodi in cui Gwendolyn sfoggia tutto il suo irresistibile sense of humor e la sua simpatia.

Sicuramente una delle migliori uscite del genere della stagione.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Kerstin

Gier

Libri dallo stesso autore

Intervista a Gier Kerstin

«Accanto all'affabilità e alla pastosità porosa del mondo com'è, si accentua in questa nuova raccolta di Maurizio Cucchi un predicato di frugalità: abito mentale dell'io, ma soprattutto medium per umanizzare la realtà...

Sindrome del distacco e tregua – parte seconda

Cucchi Maurizio

New England,1891. E’ notte fonda ormai. Nell’antica dimora di Blithe House regnano il silenzio e l’oscurità. Per Florence, giovane orfana di dodici anni, è finalmente giunto il momento di che ogni giorno aspetta con ansia. Attenta a non far rumore, scende le scale ed entra nella vecchia biblioteca. Nella grande stanza abitata dalla polvere e dall’abbandono, ci sono gli unici amici che le tengano davvero compagnia, i libri. Libri proibiti per Florence. Non potrebbe nemmeno toccarli: da sempre le è vietato leggere. Così le ha imposto lo zio che l’ha allevata insieme al fratellino Giles. Un uomo misterioso, che l’ha condannata a vivere confinata in casa insieme alla servitù Ma Florence è furba e determinata e ha imparato a leggere da sola. Ha intuito che nei libri è racchiusa la strada per la libertà. Perché è proprio in quella biblioteca, tra i vecchi volumi di Sir Walter Scott, Jane Austen, Charles Dickens, Gorge Eliot e Shakespeare, che si nasconde un segreto che affonda le radici in un passato legato a doppio filo alla morte dei suoi genitori. Una terribile verità che, notte dopo notte, getta ombre sempre più inquietanti sulla vita di tutti. Strani episodi iniziano a sconvolgere la dimora. Prima la morte violenta e inspiegabile di una delle governanti, poi l’arrivo della nuova istitutrice del fratellino, una donna dura, che odia Florence con tutta se stessa. Per la ragazza camminare per i corridoi della casa è sempre più pericoloso. Deve essere astuta e stare attenta a tutto, al minimo scricchiolio del legno, a un soffio di vento, agli occhi che la fissano sinistri dai dipinti. La verità ora è una questione di vita o di morte. E per trovarla Florence avrà bisogno delle parole che si annidano nei libri e dell’anima oscura che si nasconde in lei.

La biblioteca dei libri proibiti

Harding John

Serotonina

Hoellebecq Michel

Milva canta Merini