Narrativa

CAFFE’ BABILONIA

Mehran Marsha

Descrizione: Guidata dal vecchio giardiniere che curava in Persia le terre della sua casa d’infanzia, Marjan Aminpour ha imparato sin da bambina a coltivare le piante. A Ballinacroagh, il villaggio dell’Irlanda occidentale dove, dopo essere scappata dall’Iran khomeinista, si è stabilita assieme a Bahar e Layla, le sue sorelle più piccole, Marjan ha aperto il Caffè Babilonia, un locale ricavato dall’ex panetteria di Estelle Delmonico, la vedova di un fornaio italiano. Col cardamomo e l’acqua di rose, il basmati, il dragoncello e la santoreggia, Marjan prepara le sue speziate ricette persiane, e la gente di Ballinacroagh accorre ogni giorno numerosa al Caffè Babilonia, attratta dalle pareti vermiglie, dalle zuppe di melagrana e dal samovar del tè sempre pronto. Marjan potrebbe finalmente godere dei suoi meritati piccoli trionfi se un perfido scherzo del destino non si fosse preso la briga di turbarla profondamente: Layla, la sorellina che si è conquistata subito la simpatia dell’intera Ballinacroagh, si è innamorata, ricambiata, di Malachy McGuire, uno dei figli di Thomas McGuire, il boss del villaggio che possiede un’infinità di pub e ambirebbe volentieri a mettere le mani sul Caffè Babilonia...

Categoria: Narrativa

Editore: Beat

Collana:

Anno: 2013

ISBN: 9788865591505

Trama

Le Vostre recensioni

Dolmeh, baklava, abgusht… Vi sembrerà di sentire l’odore delle spezie e dell’Oriente, vi verrà voglia di preparare un piatto a base di cardamomo, basmati e dragoncello e di lasciarvi trasportare in una terra di antichi deserti.

Marjan ha un grande talento per le piante, che coltiva sin da bambina seguendo gli insegnamenti di Baba Pirooz, il giardiniere che curava le terre della sua casa d’infanzia. Questa passione non l’ha abbandonata neanche dopo la partenza dall’Iran: persino a Londra, dove ha vissuto negli ultimi sette anni, ha trovato tempo e modo di “far crescere un arcobaleno di erbe aromatiche nei vasi di ceramica blu allineati sul davanzale della cucina”.

Marjan vive con le due sorelle minori, Bahar e Layla.

Se Layla ispirava concupiscenza nei ragazzi e sogni di gioventù negli adulti, Marjan aveva un effetto magico sia sugli uomini che sulle donne in un modo più pratico, ma non meno affascinante. Con le sue ricette spingeva le persone verso imprese che prima parevano impossibili (…)”.

Adesso le sorelle Aminpour si trovano nella cittadina di Ballinacroagh e stanno per inaugurare il Caffè Babilonia. Impresa non facile in un villaggio bigotto abituato solo al sapore dell’arrosto e all’aroma del caffè. Per di più, l’arcigno Thomas McGuire, il re degli alcolici, ha non poco da ridire sulla nuova apertura…

Una bella galleria di personaggi popola la storia di pettegolezzi e maldicenze, aggiungendo un pizzico di folklore e una manciata di buonumore; un segreto doloroso sa renderla amara quanto basta e naturalmente, tra gli ingredienti scelti da Marsha Mehran per condire la sua opera, non poteva mancare l’amore…

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Marsha

Mehran

Libri dallo stesso autore

Intervista a Mehran Marsha


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

L'anonimo protagonista di questo romanzo è il proprietario e l'anima di un'azienda di design per collezioni di moda, carte e oggetti. Lei, Bianca, insegnante di discipline pittoriche in un liceo delle arti, gli propone una serie di suoi disegni ispirati ai fiori. Disegni bellissimi, luminosi, intensi, unici. Lui se ne innamora e, come fa sempre, decide di acquisire non solo l'opera ma anche di sedurre l'artista, singolare e incantevole come quei disegni. Comincia così il corteggiamento, ma presto si accorge di essere lui ad aver bisogno di lei, conquistato e allo stesso tempo sconcertato dalla sua purezza quasi spirituale, dalla sua natura appassionata ed esigente, dalla gratuità dei suoi gesti, dalla sua vita con il figlio Gabriele in una casa piena di piante e di acqua che fa pensare a un paradiso. Ma il suono dell'acqua occorre saperlo ascoltare..

Una storia quasi perfetta

Veladiano Mariapia

Jean Daragane, scrittore parigino vicino alla settantina, vive in totale solitudine, fuori dal resto del mondo. Una sera, però, dopo mesi in cui non ha letteralmente parlato con nessuno, il telefono di casa squilla: si tratta di un uomo che dice di aver ritrovato la sua agenda, perduta su un treno. Daragane inizialmente è recalcitrante a incontrarlo; rompere il suo isolamento gli costa, e i numeri segnati su quella rubrica non gli interessano più. Ma infine accetta un appuntamento. E cosi che conosce l'ambiguo, mellifluo Gilles Ottolini e la sua sottomessa e giovane compagna, Chantal Grippay. L'appuntamento farà ripensare Deragane al suo primo romanzo e gli farà rivalutare una serie di dettagli a suo tempo trascurati che lo porteranno a riscoprire l'importanza della memoria, della nostalgia e dell'amore rimosso, ma mai sopito.

Perché tu non ti perda nel quartiere

Modiano Patrick

Dove fanno il nido i ragni? L'unico a saperlo è Pin, che ha dieci anni, è orfano di entrambi i genitori e conosce molto bene la radura nei boschi in cui si rifugiano i piccoli insetti. È lo stesso posto in cui si rifugia lui, per stare lontano dalla guerra e dallo sbando in cui si ritrova il suo piccolo paese tra le colline della Liguria, dopo l'8 settembre 1943. Ma nessuno può davvero sfuggire a ciò che sta succedendo qui e nel resto d'Italia. Neppure Pin. Ben presto viene coinvolto nella Resistenza e nelle lotte dei partigiani, sempre alla ricerca di un grande amico che sia diverso da tutte le altre persone che ha conosciuto. Ma esisterà davvero qualcuno a cui rivelare il suo segreto? Il romanzo che ha segnato l'esordio di Italo Calvino, in edizione illustrata da Gianni De Conno. Età di lettura: da 13 anni.

Il sentiero dei nidi di ragno

Calvino Italo

Per la prima volta la storia degli anni di piombo narrata in prima persona dai veri protagonisti, i terroristi neri e rossi che hanno fatto la scelta della lotta armata. Dalla contestazione del '68 allo stragismo, dalla nascita delle BR al sequestro Moro, tutti gli episodi più tragici di un'epoca che ha straziato la coscienza del nostro paese. Un'inchiesta senza pari per complessità e proporzioni, condotta da uno dei grandi nomi del giornalismo televisivo italiano.

La notte della repubblica

Zavoli Sergio