Giallo - thriller - noir

Chi perde paga

King Stephen

Descrizione: Un genio della letteratura che però ha smesso di scrivere. Un lettore molto arrabbiato che ha deciso di punirlo. Un manoscritto rubato e una vendetta da gustare fredda. Poche tracce per il detective Hodges, l’eroe di Mr Mercedes. Abbastanza per scatenare una nuova caccia all’uomo.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Sperling & Kupfer

Collana: Pandora

Anno: 2015

ISBN: 9788820059033

Recensito da Maria Darida

Le Vostre recensioni

Chi perde paga” è il secondo capitolo della trilogia che ha avuto inizio con Mr. Mercedes e che vede quale protagonista Bill Hodges. In questo primo episodio Stephen King offriva al lettore una perfetta crime-story, priva di quegli elementi soprannaturali caratterizzanti i suoi lavori e dove l’assassino di turno mostrava di possedere tutte le classiche devianze della categoria, dall’infanzia difficile al rapporto morboso con la madre, passando poi tra tutti i traumi determinati dall’assenza della figura paterna.

In “Chi perde paga” Bill Hodges è invece chiamato a confrontarsi con un tema già riproposto dall’autore: l’ossessione. John Rothstein, scrittore, è il creatore dell’indimenticabile e fortunatissimo personaggio Jimmy Gold; peccato che le sue pubblicazioni siano ferme da oltre vent’anni, circostanza che provoca disappunto nei lettori, in particolare in Morris Bellamy che, per vendicarsi dell’uomo che lo ha tradito smettendo di scrivere, gli piomba in casa uccidendolo e saccheggiandolo dei suoi averi. Nella bramosia dell’atto il ladro-omicida non si rende conto però di avere tra le mani il vero tesoro del narratore: decine di taccuini contenenti gli appunti relativi al nuovo romanzo; un bene, chiaramente, ben più prezioso del denaro.

Innegabil  – e inevitabile – è dunque la sensazione di déjà-vu, nonché il parallelismo con “Misery non deve morire”, classe 1987, dove il RE con la giusta suspense, ritmi serrati e crude ambientazioni, spingeva la medesima fissazione fino al limite della follia, oltre i confini della razionalità e della ragione.

A differenza però dell’opera citata, “Chi perde paga” è un romanzo che muove partendo dall’antefatto, ovvero dagli avvenimenti occorsi a due ragazzi nell’età della giovinezza e soltanto a metà dell’opera viene introdotto il protagonista che, a trent’anni di distanza, si trova a ricomporre i pezzi del puzzle.

Ponte di passaggio tra la prima e la terza parte della saga, l’ultimo lavoro dello statunitense non può definirsi il suo scritto meglio riuscito e si dimostra incapace di creare la stessa spirale di attesa e brivido alla quale l’autore ci ha abituato. Ma per chi avesse letto Mr. Mercedes, una piccola consolazione c’è ed è quel pizzico di originalità in più che tanto era mancato nel precedente…

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Stephen

King

Libri dallo stesso autore

Intervista a King Stephen

Elena è una ragazza madre. Giulio, il suo primo amore, ha abbandonato lei e il piccolo Giovanni, detto Anni. Ha bisogno di un lavoro, dal momento che non può più lavorare nella pellicceria di Margoni, che pure è innamorato di lei e fa di tutto per aiutarla, procurandole un lavoro come attrice. Un giorno Elena incontra Pietro, ricco bello e sfrontato, che la corteggia insistentemente e lei, anche se sa di essere solo una delle tante conquiste, si lascia sedurre. Nel frattempo, rifiuta le avances del suo capo Tauscher e perde il lavoro. Scopre che Pietro sta per sposarsi con un'altra donna e si ritrova sola, senza lavoro e senza protezione inizia una carriera nel cabaret. Solo un colpo di fortuna la salva: il suo capo la aiuta, Margoni la riprende a lavorare in pellicceria e Pietro, di cui ormai è innamorata, torna per vivere con lei qualche mese d'amore, finché la loro storia non si scontra con le comodità di una vita troppo bella per potervi rinunciare, e Pietro scappa. Così, sconfitta e delusa, Elena torna a quello che conosce e che spera di riuscire ad amare: il lavoro, l'affezionato Margoni, la casa, il figlio. Tranquilla e rassegnata, vive anni sereni, finché un nuovo vecchio amore, il terzo amore appunto, non torna a risvegliare in lei il suo inesausto bisogno di avventura.

Il terzo amore

Scerbanenco Giorgio

Catania, Sicilia, sedici anni. Un diario, la scoperta di un mondo nuovo e diverso: il proprio corpo di adolescente, un viaggio, una ricerca. Il desiderio di afferrare quel sentimento che è l'amore, imprendibile, inafferrabile. L'illusione di trovarlo in molti letti, in molti corpi. L'ingenuità, la segretezza, il dolore, l'umiliazione. Sedici anni. Per Melissa tutto comincia con la sua prima volta: lì capisce (o si illude di capire) che gli uomini non desiderano gustare l'essenza, non sono in grado di amare prescindendo dal corpo. Per questo lo concede a chiunque lo chieda, per questo si dà speranzosa che qualcuno, guardandola negli occhi, si accorga della sua sete d'amore. Nel CD esclusivo, l'intero libro letto da Melissa P.

100 COLPI DI SPAZZOLA PRIMA DI ANDARE A DORMIRE

P. Melissa

Una nuova avventura per Stella Spada. Diventata responsabile dell’agenzia investigativa SS, in questo romanzo dovrà indagare, con il suo metodo molto personale, sul caso di una ragazza scomparsa da quindici anni.

Terra alla terra

Lusetti Lorena

Jonathan Livingston è un gabbiano che abbandona la massa dei comuni gabbiani per i quali volare non è che un semplice e goffo mezzo per procurarsi il cibo e impara a eseguire il volo come atto di perizia e intelligenza, fonte di perfezione e di gioia. Diventa così un simbolo, la guida ideale di chi ha la forza di ubbidire alla propria legge interiore; di chi prova un piacere particolare nel far bene le cose a cui si dedica. E con Jonathan il lettore viene trascinato in un'entusiasmante avventura di volo, di aria pura, di libertà.

IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON

Bach Richard