Narrativa

UNA CROCIERA SUI TACCHI

Conti Valeria Angela

Descrizione: E se il matrimonio da sogno che fantasticavi da una vita andasse improvvisamente a monte per colpa della tua (ex) migliore amica? E se ti ritrovassi tra le mani un biglietto già pagato per fare il giro del mondo in quella che avrebbe dovuto essere la tua luna di miele? Avresti mai il coraggio di partire da sola? È quello che accade a Bianca, biologa marina all’acquario di Londra, ormai senza un lavoro e prossima alle nozze. Lei decide di partire: donna impulsiva e determinata, col suo tacco 12 è pronta a sfidare il mondo intero anzi, il giro del mondo, che una delle navi da crociera più lussuose del mondo, la Queen Victoria, percorrerà in 109 lunghi giorni. Un’anziana coppia sempre in vena di litigare, un galante scrittore in cerca di ispirazione, un affascinante e scorbutico pianista, una bionda tutto pepe e una misteriosa vecchietta saranno alcuni dei suoi compagni di avventura. Riuscirà Bianca ad arrivare alla fine del viaggio, tra serate di gala, ladri di gioielli, persone che scompaiono misteriosamente e i ricordi dolorosi di un passato che cerca di tornare prepotentemente a galla?

Categoria: Narrativa

Editore: BookSalad

Collana:

Anno: 2013

ISBN: 9788898067046

Trama

Le Vostre recensioni

 

Bianca, giovane biologa inglese, amante della moda e, soprattutto, dei tacchi alti, viene lasciata dal facoltoso fidanzato una settimana prima del matrimonio. Per combattere la disperazione decide di partire comunque e da sola per la favolosa luna di miele che avevano organizzato: una crociera di 109 giorni sulla Queen Victoria. In pratica un viaggio intorno al mondo.

Dall’alto dei suoi tacchi, Bianca incontra tutta una serie di personaggi più o meno strani che faranno il viaggio con lei, una strana coppia, una svampita commessa, una vecchina misteriosa e un giovane e affascinate pianista italiano. Il viaggio di Bianca comincia nel migliore dei modi e la ragazza è pronta a godersi il viaggio; alcuni furti che avverranno a bordo contribuiranno a dare all’intera avventura un tocco di mistero.

Una crociera sui tacchi si inserisce perfettamente nel filone ‘romanzo fashionista’, in cui si parla di amore, si risolve un crimine, ma soprattutto si descrivono scarpe (colore, tacco, costo) e vestiti.

La protagonista affronta scarpinate nelle città che visita sui tacchi 12, degna di Carrie Bradshaw, e sussulta di indignazione quando è costretta a indossare le scarpette da ginnastica.

Si trova coinvolta in storie surreali, riesce a spendere fior di quattrini anche se ha lasciato il lavoro per amore e, ovviamente, finisce per scontrarsi con l’ex fidanzato a bordo, che ha avuto il coraggio di portare anche la sua nuova fiamma.

Un romanzo da compagnia, senza pretese, da leggere senza aspettarsi troppo, senza farsi troppe domande. I personaggi non ci riservano sorprese e si sa come andrà a finire. Semplicemente ci lasciamo trasportare da un paio di Louboutin e passiamo qualche ora sognante, in un mondo fuori dal mondo, senza problemi, dove incontriamo il principe azzurro, scopriamo dei ladri di gioielli e ci prendiamo delle belle soddisfazioni con l’ex che ci ha mollate all’altare. Con lo sfondo lussuoso di una nave da crociera e delle meravigliose città in cui approda.

Un libro da regalare all’amica che esce da una delusione d’amore o, perché no, a quella intellettuale che si prende troppo sul serio.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Angela

Valeria

Conti

Libri dallo stesso autore

Intervista a Conti Valeria Angela


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Amore in caduta libera

Antonella Perilli

Un uomo e un bambino, padre e figlio, senza nome. Spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo una strada americana. La fine del viaggio è invisibile. Circa dieci anni prima il mondo è stato distrutto da un'apocalisse nucleare che lo ha trasformato in un luogo buio, freddo, senza vita, abitato da bande di disperati e predoni. Non c'è storia e non c'è futuro. Mentre i due cercano invano più calore spostandosi verso sud, il padre racconta la propria vita al figlio. Ricorda la moglie (che decise di suicidarsi piuttosto che cadere vittima degli orrori successivi all'olocausto nucleare) e la nascita del bambino, avvenuta proprio durante la guerra. Tutti i loro averi sono nel carrello, il cibo è poco e devono periodicamente avventurarsi tra le macerie a cercare qualcosa da mangiare. Visitano la casa d'infanzia del padre ed esplorano un supermarket abbandonato in cui il figlio beve per la prima volta un lattina di cola. Quando incrociano una carovana di predoni l'uomo è costretto a ucciderne uno che aveva attentato alla vita del bambino. Dopo molte tribolazioni arrivano al mare; ma è ormai una distesa d'acqua grigia, senza neppure l'odore salmastro, e la temperatura non è affatto più mite. Raccolgono qualche oggetto da una nave abbandonata e continuano il viaggio verso sud, verso una salvezza possibile...

La strada

McCarthy Cormac

Uno sguardo affilato e un punto di vista originale danno vita a uno zibaldone di pensieri e giudizi. Barbara Alberti, nota scrittrice e voce di Radio 24, in questo libro analizza a modo suo la contemporaneità complessa che stiamo vivendo attraverso tre grandi temi. Il primo è la politica. La Alberti porta avanti una vera e propria analisi antropologica dell'uomo politico, visto nelle sue sfaccettature e nella sua complessità umana. Il secondo è l'amore, visto come passione travolgente ma anche come percorso consapevole, come viaggio. Con un'attenzione particolare al suo divenire più recente sul versante dell'eros e delle sue manifestazioni più modaiole ed estreme. Il terzo è la letteratura, che dopo un periodo di buio vede in questi anni una rinascita tutta italiana, portata avanti da giovani bravissimi autori.

LA GUARDIANA DEL FARO

Alberti Barbara

Una madre e una figlia. La figlia tiene un diario e la madre lo legge. Alla storia di anaffettività, di sentimenti negati o traditi della giovane Mia, Giulia risponde con la propria storia segnata da quell'"essere di legno" che sembra la malattia, il tormento di entrambe. È come se madre e figlia si scrutassero da lontano, o si spiassero, immobilizzate da una troppo severa autocoscienza. Bisogna tornare indietro. E Giulia lo fa. Torna a riflettere sulla giovinezza ferita dall'egoismo e dalla prepotenza di una sorella falsamente perbenista, sul culto delle apparenze della madre e sul conforto che le viene da una giovane monaca peruviana, Sofia. Torna a rivivere i primi passi da medico, fra corsie e sale operatorie, il matrimonio con un primario, la lunga attesa di una maternità sofferta e desiderata. Più la storia di Giulia si snoda nel buio del passato, più affiorano misteri che chiedono di essere sciolti. E il legno si ammorbidisce. Ma per madre e figlia l'incontro può solo avvenire a costo di pagare il prezzo di una verità difficile, fuori da ogni finzione.

IO SONO DI LEGNO

Carcasi Giulia