Narrativa

Il destino trova sempre la sua strada

Florio Gianfabio

Descrizione: Tre personaggi in cerca d’amore. A modo loro, ognuno in fuga dal destino, che riuscirà comunque a scegliere per tutti, a discapito dei progetti e delle ambizioni personali. Un romanzo scritto a più voci, che racconta i tortuosi e imprevedibili percorsi che la vita a volte riserva. L’autore ci regala uno spaccato di vita italiana lungo vent’anni, nelle esistenze di Matteo, Lorenza e Ferdinando, una “Meglio gioventù” che tenta di sopravvivere nelle complesse evoluzioni dell’ esistenza.

Categoria: Narrativa

Editore: Parallelo45

Collana: Prima Linea

Anno: 2013

ISBN:

Recensito da Gloria Somaini

Le Vostre recensioni

Mentre Lorenza salutava la sua compagna con una stretta di mano, ancora indecisa sul da farsi (che ci restava a fare lei da sola in quel posto?), vide quel giovane avvicinarsi verso di lei. Ebbe come l’impressione che la stesse proprio puntando, ma non ebbe molto tempo per riflettere, perché tutto si svolse in un attimo.
Lo guardò con convinzione mentre si avvicinava, e pensò intensamente “Baciami!”.

I suoi pensieri furono sorprendentemente accontentati, perché fu sufficiente il tempo di percorrere quei pochi passi che li separavano, e quel ragazzo le fu addosso, baciandola con passione.

Il destino trova sempre la sua strada è il terzo romanzo di Gianfabio Florio, anticipato dal suo esordio Sesso, Soldi & Prozac e dal successivo volume intitolato Tra vita e morte. Protagonisti in Il destino trova sempre la sua strada sono tre giovani, Ferdinando, Lorenza e Matteo, la cui storia comincia a essere narrata sin dalla loro infanzia per poi proseguire negli anni a venire.

Ferdinando è figlio di una famiglia borghese e oppressiva dalla quale riesce a scappare solo prendendo la radicale decisione di arruolarsi nella marina militare; Lorenza, sesta componente di una famiglia una volta facoltosa ma ormai caduta in rovina, dove quasi sempre ogni aspettativa di felicità dipende dalla presenza di denaro; e infine Matteo, abbandonato dal padre prima della sua nascita, che vive a Barcellona con la madre dipendente dalla chirurgia estetica e il suo nuovo, ricco compagno. Quello che accomuna i tre giovani sin dal principio è la loro estraneità rispetto all’ambiente che li circonda, e al tempo stesso la loro incapacità, attribuibile anche alla giovane età, di reagire.

L’autore accompagna il lettore durante gli anni, mostrandogli il lungo e spesso faticoso processo di crescita compiuto da Ferdinando, Lorenza e Matteo, tutti e tre circondati da persone ma sempre e irrimediabilmente soli. La svolta sembra arrivare nel momento dell’incontro tra Ferdinando e Lorenza, che viene raccontato come una scena da film e sembra preludere alla più romantica delle relazioni; ma la realtà mostra ben presto di essere ben più crudele di quanto sia possibile aspettarsi. Dopo una breve e presto rovinosa luna di miele, incapaci di comunicare e di capire come poter essere felici, nella loro instancabile ricerca di serenità Ferdinando e Lorenza incappano proprio in Matteo, che nel frattempo è scappato da Barcellona e si è trasferito a Roma. Cambiare città non l’ha aiutato a sfuggire dai soliti problemi, e ben presto Matteo si ritrova nuovamente immerso negli stessi ambienti falsi e ostili che lo avevano portato a odiare Barcellona. L’apice della vicenda si ha dopo l’incontro di Ferdinando e Lorenza con Matteo, quando i tre protagonisti si ritrovano a dover prendere decisioni che mai avrebbero pensato di dover assumere, finendo con lo scoprire di non essere, in fondo, troppo diversi da coloro che hanno sempre odiato.

Una storia che potrebbe essere vera, purtroppo, e che ci ricorda come spesso nella vita la solitudine possa portare a un isolamento da cui è impossibile tornare indietro, anche volendolo.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Gianfabio

Florio

Libri dallo stesso autore

Intervista a Florio Gianfabio


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

È arrivata l’estate e anche per gli investigatori è il momento di andare in vacanza. Ma è una breve illusione: il destino del loro mestiere li perseguita e dunque anche in agosto toccherà occuparsi di qualche indagine. Petra e Fermín sono sul punto di separarsi ognuno per la sua strada a godersi le ferie; i vecchietti di Malvaldi ciondolano nella calura estiva del BarLume popolato di villeggianti; la Casa di ringhiera di Recami si sposta in villeggiatura da Milano a Milano marittima; Rocco Schiavone potrebbe godersi il magnifico clima estivo della Val d’Aosta. Ma qualcosa li blocca, un nuovo caso, una indagine inaspettata, un rovello, un dubbio. Che i nostri investigatori non sappiano stare con le mani in mano a godersela sotto il sole? La formula è collaudata, gli investigatori sono quelli che i lettori di casa Sellerio conoscono, con in più, come sempre, qualche interessante novità - è il caso di Robecchi che ha appena esordito con il suo ironico e dissacrante noir Questa non è una canzone d’amore e di Gaetano Savatteri il cui personaggio, il giornalista Saverio Lamanna si trova coinvolto in un delitto durante un convegno sulla legalità nella assolata Palermo.

Vacanze in giallo

AA.VV.

Nell'incanto sospeso sulle rive del Grande Fiume, un uomo, finalmente in pace con se stesso, rievoca dall'oblio in cui era caduta una storia di seducente passione, dove musicisti e amanti, spie e combattenti, seguendo le note dei tre concerti per pianoforte di Ciajkovskij, percorrono una strada di amore e morte.

TRE CONCERTI

Bocchi Vittorio

Quando il piccolo Dito, di soli dieci anni, viene rapito e i suoi genitori fatti assassinare dal potente tiranno dell'isola di Santerra, sua sorella potrebbe cedere alla disperazione, oppure progettare liberazione e vendetta grazie all'immenso potere che sta crescendo dentro di lei. Ma perché un bambino come tanti dovrebbe costituire una minaccia per un sovrano che regna incontrastato ormai da un decennio? Iugerin cercherà di scoprirlo, e nel farlo imparerà a governare l'energia dell'universo che le permette di levitare, guarire, modificare la forma e la sostanza delle cose. Da una battaglia personale per scarcerare il fratello e vendicare i genitori, si troverà coinvolta in una vera e propria guerra per la liberazione dell'isola dal tiranno che la tiene soggiogata. Combatterà a fianco di eroi che mostreranno il loro lato oscuro e contro creature metà umane e metà ferro, acqua, terra, frutto dei crudeli esperimenti del re.

Energeia

Silvotti Alessandra

I racconti di Moravia