Saggi

Di regine, si sante e di streghe

Franceschi Susanna Berti

Descrizione: Una delle espressioni più comuni nella nostra epoca, per asserire che il mondo oggi va meglio di allora, è: "Non siamo mica nel Medioevo!". Eppure quel periodo definito buio non lo era poi quanto si crede e si dice.Troviamo qui le storie di venticinque donne che furono regine, sante e streghe. Quello che accomuna tutte loro è il potere, più o meno grande, che giunsero ad avere, nonostante la dominanza maschile vigente allora in quasi tutti i campi. Queste donne del Medioevo raccontano una realtà diversa da quella che viene proposta nei libri di storia. Le regine governano su vasti territori e sottomettono uomini, le sante e le mistiche sono donne di notevoli doti intellettuali che apportano alla comunità il loro sapere e indirizzano le scelte dei potenti, le streghe sono contadine che conoscono l'arte medica, e quelli che noi chiamiamo "i rimedi della nonna". I racconti, sintetici e incisivi, mostrano come il "periodo di mezzo" debba esser conosciuto anche per la vivacità intellettuale delle donne di allora, riconoscendo la loro grande forza e importanza, in modo che si possa ristabilire, nella storia di questo periodo, il giusto "equilibrio di genere".

Categoria: Saggi

Editore: Elmi's World

Collana:

Anno: 2011

ISBN: 9788897192039

Recensito da Diego Manzetti

Le Vostre recensioni

Quando si parla di medioevo, raramente lo si fa in un’ottica femminile. Si narrano storie di re, nobili e cavalieri mentre le donne sono spesso relegate in ruoli comprimari. L’autrice di questo breve saggio ci presenta in poche pagine la vita di 26 donne che, grazie al loro carisma e alle loro incredibili capacità, hanno, ognuna a proprio modo, segnato il loro tempo. Le loro storie sono in alcuni casi note, ma in altri sconosciute ai piu’.

Le storie narrate sono divise in tre gruppi, “corrispondenti alle tre categorie di nobili, streghe e sante […] Il confine tra le categorie […] è labile, poco netto. Ma in questo testo adottiamo ugualmente, seppur in modo sommario, questa divisione allo scopo di permettere […] una più agevole comprensione del periodo storico e di rendere più facile la ricerca e la memorizzazione dei personaggi presentati.”

Come l’autore stesso ci spiega, dunque, la classificazione delle storie ha l’intento di facilitare la lettura del testo. “Le definizioni stesse sono, per altro, soltanto indicative. Nella categorie “Regine”, infatti, abbiamo inserito anche donne di potere che non hanno questo titolo, ma hanno comandato su genti e territori; nella categoria “Sante” collochiamo anche le mistiche, coloro cui la Chiesa ha riconosciuto uno speciale rapporto col “divino”, anche se il loro essere visionarie avrebbe potuto farle considerare delle “Streghe”“.

Ad ogni personaggio sono dedicate solo poche pagine, nelle quali sono narrate brevemente la vita e ciò che ha reso la sua storia degna di essere raccontata. Il libro fornisce dunque solo degli spunti che il lettore interessato potrà poi approfondire.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Berti

Susanna

Franceschi

Libri dallo stesso autore

Intervista a Franceschi Susanna Berti


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Aloma ha vent'anni e l'amore le fa schifo. Quando Robert, il cognato che vive in Argentina, arriva a Barcellona, interrompe la monotonia dei suoi giorni e devia il corso dei suoi pensieri sulla vita e sull'amore. Sarà difficile per lei ammettere, anche a se stessa, di essere stata colpita da quell'uomo affascinante ed esotico, che alterna gentilezze a scontrosità, e di averlo a sua volta colpito. Ma diventerà impossibile, nell'intimità della vita domestica, sottrarsi alla passione. Con questo romanzo giovanile, poi ripreso nella maturità, Mercè Rodoreda ci parla, con la sua consueta profondità, dell'amore e dell'impossibilità dell'amore, dell'illusione e del disincanto.

ALOMA

Rodoreda Mercè

4 marzo 1861: parte da Palermo il battello a vapore “Ercole”, con a bordo Ippolito Nievo, in viaggio verso Napoli per riportare i documenti della spedizione garibaldina dei Mille cui aveva preso parte. Ma la nave “Ercole” nel corso di una violenta tempesta scompare nel nulla. Nessun superstite, nessuna traccia, nessuna inchiesta che riesca a capire cosa è accaduto. 5 marzo 1961: in occasione del centenario della scomparsa di Ippolito Nievo, Stanisalo, suo pronipote, viene abbagliato da un flash, che interpreta come un invito a riaprire le indagini su quella morte misteriosa. Stanislao Nievo dedica dieci anni della sua vita a raccogliere i materiali utili per ricostruire le fila di questo capitolo di storia patria. Così la vicenda di Nievo si sdoppia e si aggroviglia in tante storie diverse, e le ricerche non sono meno avventurose e romanzesche della fine leggendaria del vascello “Ercole”. Pubblicato nel 1974, il romanzo è il Premio Campiello 1975.

Il prato in fondo al mare

Nievo Stanislao

«Ricordo i ragazzi con cui giocavo sui bordi del vecchio tubo di cemento che usciva dallo sfiatatoio e a noi sembrava uscisse dal mare. Cos’era un mare, allora non lo sapevamo mica. Ce ne parlavano i vecchi a ridosso, alzavano lo sguardo e noi giovani associavamo quello sguardo al mare. Era sopra di noi, di questo avevamo la certezza, e per raggiungerlo si andava attraverso le fessure fino allo sfiatatoio e lassù c’era il tombino e da qualche parte il mare.»

LA RICERCA DEL LEGNAME

Magliani Marino

In un mondo dominato dal Nuovo Ordine, il regime autoritario che ha abrogato le leggi democratiche e proibito qualsiasi forma di libertà, due ragazzi lottano per la propria sopravvivenza e per la salvezza dell'umanità intera... Hanno combattuto con coraggio, ma hanno fallito. E adesso Whit e Wisty Allgood sono costretti ad assistere impotenti all'esecuzione dei loro genitori. Ed è solo l'inizio. Nel giro di pochissimi giorni, le guardie nel Nuovo Ordine fanno irruzione nel quartier generale della Resistenza, portando via tutti coloro che avevano aiutato i fratelli Allgood. Potendo contare solo sulle proprie forze, Whit e Wisty decidono allora di tentare il tutto per tutto, sferrando un attacco direttamente contro l'Unico tra gli Unici. E ben presto si rendono conto con orrore che ogni incantesimo lanciato su di lui non ha nessun effetto, se non quello di renderlo ancora più forte...

Witch & Wizard – Il fuoco

Patterson James