Racconti

Diario di un delitto d’amore

Panzacchi Francesca

Descrizione: Un crimine, due diari, la vittima e il suo assassino.Una donna diabolica e affascinante trascina il commissario Cristiani nel vortice del delitto.

Categoria: Racconti

Editore: Delos Digital

Collana: Delos Crime

Anno: 2017

ISBN: 9788825403343

Recensito da Redazione i-LIBRI

Le Vostre recensioni

Diario di un delitto d’amore

Un crimine, due diari, la vittima e il suo assassino. Una donna diabolica e affascinante trascina il commissario Cristiani nel vortice del delitto.Con la prefazione di Bruno Elpis, Francesca Panzacchi ci offre un racconto dalle sfaccettature noir che ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti nazionali tra cui il Premio Speciale della Giuria per il noir alla 15a edizione del Concorso Letterario Nazionale Terzo Millennio con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri (all’autrice è stata conferita la Medaglia del Senato). Francesca Panzacchi si è laureata in Scienze Politiche all’Università di Bologna con una tesi su Goffman. Scrittrice e fotografa, ha ottenuto importanti riconoscimenti in ambito letterario: al Premio Viareggio Carnevale la Medaglia della Regione Toscana per il romanzo storico Il normanno (Ciesse Edizioni, 2011); al concorso letterario nazionale Terzo Millennio il primo premio con L’alienato (Milena Edizioni, 2013) e la Medaglia del Senato quale premio speciale della giuria per il noir Diario di un delitto d’amore (Edizioni Imperium, 2015); al concorso letterario nazionale Il delfino il primo premio per il noir Andrea contro Sveva (Ciesse, 2014). Ha collaborato con Il Resto del Carlino e con alcune case editrici in qualità di curatrice di collana. Ha partecipato alla trasmissione radiofonica di Radio Uno RAI L’uomo della notte condotta da Maurizio Costanzo. Il suo racconto Adesso mi chiama è stato pubblicato nell’e-book Italians – una giornata nel mondo curato da Beppe Severgnini ed edito da Rizzoli.

Dalla prefazione:

Anche in questo romanzo Francesca Panzacchi dà vita a un personaggio “bello e impossibile”: Veronica, la sensuale e volubile protagonista del Diario di un delitto d’amore.
Dopo aver creato l’inquietante Sveva e dopo aver contribuito all’affresco della capricciosa contessa Sofia nei “Delitti al castello”, con il suo ultimo romanzo la prolifica autrice emiliana ci porge un altro “fiore del male”, recidendolo dalla fantasia nero-romantica e cogliendolo nella serra – come implicitamente dichiarato citando Baudelaire – della tradizione artistica che canta la bellezza maledetta. Con la quale Francesca  colloquia nel crescendo di una tensione che scorre parallela al desiderio. In un gioco molto simile a quello del gatto con il topo, in una relazione ove gli amanti si scambiano continuamente i ruoli.

Lo schema narrativo è quello del doppio diario, fatto di pagine spesso simmetriche o speculari. Di pagine bianche. E di pagine strappate.
In questo diario il lettore si insinua con istinto vagamente voyeuristico, per assaporare il gonfiarsi di un desiderio che è fatto di attese, di appostamenti, di incursioni, di rimandi, di segnali contrastanti, di incertezze (“Volevo che capisse che mentivo. Volevo che non si sentisse al sicuro”), di sogni, di tradimenti e – all’apice del climax – di morte.
Il tutto avviene attraverso un feticismo soltanto accennato, che si materializza in una sottoveste trafugata, in un profumo di “zucchero a velo”, nella pioggia che cade a bagnare le vesti, nella profanazione furtiva del domicilio e del letto vuoto che promana le fragranze della persona amata…

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Francesca

Panzacchi

Libri dallo stesso autore

Intervista a Panzacchi Francesca


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

C’è la misteriosa eredità di Tabitha Dyerson, la guaritrice – o maga – del paese, che sposò il Dr. Robert Morgan, un disertore della guerra civile. Gli infermi della città si radunavano attorno a Tabitha, i cui rimedi a base di erbe curavano molti più pazienti di quanto i metodi scientifici di suo marito avessero mai fatto. Si diceva che Tabitha avesse lasciato un ‘‘libro delle ombre’’, un libro da strega con le ricette di tutte le sue pozioni. Nonostante in molti lo avessero cercato, nessuno era mai riuscito a trovarlo... fino ad ora. Il lettore segue la vita di Truly, la figlia di Tabitha, i suoi tempi e le sue avventure. Le sottotrame abbondano, così come le risate, le lacrime, gli intrighi, le bugie e la magia.

LA RAGAZZA GIGANTE DELLA CONTEA DI ABERDEEN

Baker Tiffany

Le Mani della Madre

Ucciderò i tuoi desideri, uno alla volta, fin quando sarò io il tuo unico desiderio....

Amore inverso

Panzacchi Francesca

L'uomo senza qualita, il romanzo al quale Musil lavoro per gran parte della vita, e una delle massime costruzioni letterarie del Novecento e un'insuperabile rappresentazione delle grandi crisi del nostro secolo. Nella Vienna alle soglie del primo conflitto mondiale, il protagonista Ulrich, per una sorta di malattia dell'anima o del carattere, non sa ne vuole dare corpo e forme alle proprie inclinazioni. Preda di un'intelligenza affascinata dall'esattezza scientifica e dall'infinita indeterminatezza del reale, Ulrich si presta con lucida ironia a quell'infinito gioco di simulazioni e dissoluzioni che Musil orchestra con vertiginosa intelligenza.La presente edizione dell'Uomo senza qualita, prototipo dell'opera di immense ambizioni destinata per sua stessa natura a restare idealmente inconclusa, riordina e seleziona sulla scorta dell'ultima edizione critica tedesca a cura di Adolf Frise (1978) una vastissima mole di materiali inediti, chiarendo le linee di sviluppo della complesa architettura del progetto musiliano.

L’uomo senza qualità

Musil Robert