Saggi

Difendere l’indifendibile

Block Walter

Descrizione: Testo oltraggioso e umoristico, che vorrebbe restituire dignità ad alcune figure e tipi umani stigmatizzati dallo status quo: il ruffiano, il porco maschilista, il poliziotto corrotto, lo speculatore ecc.

Categoria: Saggi

Editore: Liberilibri

Collana:

Anno: 1995

ISBN: 9788885140172

Recensito da Murray

Le Vostre recensioni

Se fosse istituito un premio letterario per il testo più dissacrante e politicamente scorretto, probabilmente “Difendere l’indifendibile”, scritto negli anni’60 da Walter Block ma ancora sorprendentemente attuale, vincerebbe con irrisoria facilità.

In circa 250 pagine Block riabilita infatti alcune fra le più contestate figure della società, non solo moderna, dallo spacciatore alla prostituta, passando per il maschilista, il poliziotto corrotto, il crumiro e molte altre, attribuendo loro l’espressa qualifica di veri e propri “eroi”, non tanto sul piano morale – sul quale Block sceglie coerentemente di non esprimersi – quanto sul piano della contrapposizione ad un sistema discriminatorio e fondato sul pregiudizio diffuso.

Per realizzare il suo intento, l’autore ha dalla sua parte l’affilatissima arma della logica, con la quale recide – con una chiarezza e semplicità a tratti disarmanti – molti fra i preconcetti che condizionano il pensiero comune e che, soprattutto, determinano l’indebito intervento statale in ambiti che dovrebbero rimanere, invece, soggetti alla libera ed incondizionata negoziazione fra privati.

Block ha il pregio di trattare argomenti delicati – o quantomeno solitamente considerati tali – con grande ironia e piena padronanza della materia, guidando passo per passo il lettore attraverso la strenua ed efficace difesa della libertà individuale, anche quando la stessa si esprime nella vendita di stupefacenti, del proprio corpo, di abitazioni dissestate, nel prestito di denaro a tassi d’interesse elevato o nella speculazione finanziaria.

“Difendere l’indifendibile” è dunque un testo che smaschera tutte le contraddizioni di una società che, nel rivendicare una pretesa finalità solidaristica, viola constantemente il diritto di ciascuno a concludere liberi e volontari scambi di beni o servizi, anche laddove non ne deriva alcun nocumento a danno dei terzi.

Una società che, quindi, si preoccupa solertemente di non discriminare le categorie più disparate, dimenticandosi che gli unici titolari di diritti sono gli individui autonomamente considerati, e che ogni popolo, collettività, minoranza o gruppo è in realtà solo la somma di soggetti che dovrebbero essere lasciati liberi di decidere ciò che è meglio per sè stessi, nel limite della non compressione dei diritti altrui.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Walter

Block

Libri dallo stesso autore

Intervista a Block Walter


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

VENGO E MI SPIEGO

Astori Diego

Nel 1832 mentre il colera imperversa a New York, un uomo si aggira per la città fantasma, lottando contro gli spettri del proprio passato, mentre la morte si avvicina a passi felpati...Nel 1859, la vita del giovane rampollo di una ricca famiglia di Manhattan viene sconvolta dalla fulminante apparizione e dalla misteriosa sparizione di una modella irlandese... Nel 2001, una donna perseguitata dal fantasma dell'amante, morto negli attacchi contro le Torri gemelle, intreccia un'ambigua relazione con un avvocato nella cui mente si annidano pericolose turbe... Dal maestro delle atmosfere gotiche, tre raccontiche comunicano, attraverso enigmatici echi sotterranei, tre amori che sconfinano nella follia, uno sguardo inquieto sul volto segreto di New York.

La città fantasma

McGrath Patrick

La vita sembra sorridere a Caterina. Ha finalmente una trasmissione televisiva tutta sua, si è lasciata alle spalle una relazione ormai stanca a Roma e finalmente può tornare nella sua amata Milano. Solo una cosa la turba: ritrovare la sua ingombrante famiglia. Caterina è sempre stata determinata a non farsi coinvolgere negli affari familiari, ma la morte della madre rimescola tutte le carte. Resta incredula quando – assieme ai suoi fratelli – scopre che la madre ha lasciato in eredità la vicepresidenza dell’azienda di famiglia all’amante del marito. Di fronte a una decisione così inspiegabile, prende il via un’indagine nei “misteri” di casa che si intreccia ai grandi e piccoli drammi personali dei cinque rampolli, tra gelosie, complicità e passioni improvvise. Un frizzante ritratto familiare in cui il gusto per la narrazione si alterna alla passione per il cibo (e per i tacchi alti); un romanzo sapido e piccante come possono essere solo la vita e l’amore.

RICETTE DI FAMIGLIA

Alagi Anna

In occasione del giorno della memoria, un diario di ricordi sull'occupazione. Pagine di memoria da custodire e tramandare. Roma, 1943. I tedeschi occupano la “città aperta”. Il diario di un bambino tiene traccia di quei giorni terribili e degli anni che seguirono. I bombardamenti, i rastrellamenti, il papà partigiano e la Resistenza, la Liberazione e la lenta ripresa del dopoguerra vengono raccontati con un'impronta serena, senza polemiche, come solo un bambino potrebbe fare.

LA BICICLETTA DI MIO PADRE

Roccheggiani Fabrizio