Narrativa

LE DIFETTOSE

Mazzoni Eleonora

Descrizione: Carla ha quasi quarant'anni, un compagno praticamente perfetto, un lavoro stimolante e un certo fascino. Ma non riesce ad avere un figlio. E per una come lei, abituata a centrare l'obiettivo, il senso di fallimento brucia senza consumarsi. Perché l'ossessione della maternità si può affinare al punto da dare dipendenza. Accade a molte delle donne che Carla incontra quando decide di tentare la fecondazione assistita. Tutte stanno in fila, mese dopo mese, per eseguire lo stesso rituale: gli ormoni, il pick-up, il transfer, l'attesa. Conoscono il proprio corpo e i suoi segnali con una precisione maniacale. Usano un oscuro gergo da iniziate. Perché loro non aspettano un bambino, «fanno la cova», non rimangono incinte, «s'incicognano». Mentre a forza di medicine si gonfiano come galline d'allevamento, le donne «difettose » si sfogano, si danno conforto, nelle sale ospedaliere o nelle chat. Nel suo viaggio alla ricerca della maternità, e di una forma di saggezza che pare sempre scivolarle fra le dita, Carla può contare su di loro, ma anche su due guide spirituali d'eccezione: Seneca, oggetto dei suoi studi di latinista, e nonna Rina, che prima di diventare solida come una quercia era stata fragile come un albero rinsecchito. Nonostante persino la Bibbia sia piena di vecchie sterili che all'improvviso riescono a procreare, Carla forse deve mettersi in testa che un figlio non è un diritto, come le dice Marco, il suo compagno, con quella sua franchezza generosa e un po' leggera. Un esordio intelligente e lieve che racconta la speranza della maternità, e in cui il chiacchiericcio cosí vero di tante femmine energiche, sconsolate o allegre, ci restituisce una realtà complessa, lasciandoci perennemente in bilico tra divertimento e commozione.

Categoria: Narrativa

Editore: Einaudi

Collana: Coralli

Anno: 2012

ISBN: 9788806210694

Trama

Le Vostre recensioni

“Nei reparti di Procreazione medicalmente assistita la vecchiaia arriva improvvisa come un gancio che ti stende al tappeto. Qui non ci sono sconti. Che possiamo procreare fino a età avanzata è una balla, un business per spillare soldi a nullipare attempate e infelici. Ho trentanove anni e due mesi. Ogni volta che entro da questa porta me lo ricordo. E mi sento spacciata”

Chi parla è Carla, ricercatrice universitaria, amante di Seneca e di Marco, l’uomo che condivide con lei la vita, donna intelligente e colta, indipendente e forte, tuttavia incapace di mettere al mondo un figlio. Ed è intorno a questo nodo che si srotola la narrazione, portando in superficie le ansie e le paure di molte altre donne come lei, distrutte dalla diagnosi di sterilità, ma decise a lottare per sconfiggere tutti gli ostacoli fisici e psicologici che impediscono la realizzazione del loro sogno.

Grazie a una scrittura frizzante, densa di ironia e avvolta dalla saggezza consolatoria della cultura latina, la scrittrice Eleonora Mazzoni riesce a condurci in un mondo sconosciuto, che è quello della PMA (Procreazione Medicalmente Assistita), popolato da donne “difettose”, che si sottopongono a pesanti cure mediche, fatte di punture in pancia, anestesie totali, montagne di esami e non solo. Carla, come molte altre donne, attraversa un percorso accidentato, punteggiato da tentativi non riusciti, aborti, frustrazioni,  e a quasi quarant’anni sente che il tempo è scivolato via troppo in fretta e non riesce a darsi pace per aver tergiversato con uomini sbagliati o con lavori poco soddisfacenti, mentre il suo orologio biologico andava avanti inesorabile e crudele.

“Il mio tempo si è assottigliato di botto senza che me ne rendessi conto. E’ diventato fino fino, e ora mi sta stretto come un abito di due taglie più piccolo. Ma dove l’ho buttato, che adesso mi sento in ritardo su ogni cosa? […] Giuro che nella prossima vita mi faccio mettere incinta a quattordici anni dal primo che mi capita sotto tiro.”

Questa, tuttavia, non è la storia di una donna sterile. Non solo.
Carla è immersa in una comunità di donne che si autosostiene , donne conosciute in una sala d’aspetto d’ospedale, o in un forum sul web, che offrono vicendevolmente il proprio appoggio nei momenti di sconforto e che fanno il tifo quando qualcuna ce la fa. Sono donne escluse dal mondo felice della maternità, quella che spesso capita per caso, senza fatica, come madre natura comanda. Sono donne che vivono sul proprio corpo, sulla propria pelle, la sconfitta della propria appartenenza di genere  e che non riescono ad arrendersi a una tale tragica sentenza. Qualcuna ce la fa a realizzare il proprio sogno, qualcun’altra no, ma il senso di tutta la narrazione si ritrova nel percorso di guarigione che Carla si trova ad attraversare, abbandonando alcuni desideri e scoprendone altri e, soprattutto, trovando la forza di andare avanti anche, e soprattutto, grazie alle sconfitte.

Eleonora Mazzoni, al suo primo esordio come scrittrice, ci regala un romanzo decisamente convincente, scritto con passione e vivacità. Il tema affrontato, poco conosciuto e delicato, viene raccontato con ironia e profonda umanità, senza fronzoli o giudizi.
Così la scrittrice parla della genesi del romanzo:

“Il romanzo, pur non essendo autobiografico, nasce dalla mia esperienza di non riuscire ad avere il figlio che desideravo e di tentare di porre rimedio ai difetti della natura grazie alle tecniche di procreazione assistita. In questo mio personalissimo viaggio ho scoperto un mondo “popoloso” (ormai una coppia su quattro soffre di problemi legati all’infertilità), trasversale dal punto di vista sociale, culturale, geografico e anagrafico, vitalissimo, eccentrico, ricco di storie ma ancora poco raccontato. In più mi sembrava di avere la possibilità di riflettere anche sul grande tema dei desideri. Sulla difficoltà di esaudirli, sul perché li perseguiamo e pagando quali prezzi, perché e quando li abbandoniamo. Perché la nostra volontà non basta a realizzare quello che ci prefiggiamo. E che rapporto instauriamo con quell’imponderabile che regola le vicende umane, che possiamo chiamare sorte, destino, karma, Dio. O fortuna, come lo definivano i latini, tanto amati da Carla, la mia protagonista.”
(
http://www.libreriamo.it/a/5199/eleonora-mazzoni-il-mondo-della-fecondazione-assistita-e-infestato-da-pregiudizi.aspx)

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Eleonora

Mazzoni

Libri dallo stesso autore

Intervista a Mazzoni Eleonora

Nel 1855 Walt Whitman, il grande poeta dell'anima americana, dava alla luce le prime "Foglie d'erba", ovvero le prime poesie che comporranno la raccolta di una vita. Il grande edificio delle Foglie d'erba crescerà, una zolla dopo l'altra, una poesia dopo l'altra, un'edizione dopo l'altra, per tutta la vita di Whitman. Solo sul letto di morte il poeta mise la parola "fine" a questa raccolta, ricca come una vita umana e sconfinata come la natura che tanto amava. La prima edizione resta tuttavia la testimonianza più viva della novità della poesia di Whitman, di quella superiore indifferenza alle rigidità della metrica classica, di quello slancio, che lo renderanno unico e ne garantiranno l'immortalità artistica.

Foglie d’erba

Whitman Walt

C’è una strana donna che se ne sta buttata come un pacco alla stazione di Firenze Santa Maria Novella. Incurante di sé, immemore di tutto, sprofonda di tanto in tanto in visioni inquietanti di Medioevo, durante le quali si esprime in latino o in fiorentino antico. Ricoverata in ospedale, finalmente ricorderà qualcosa, il proprio nome: Beatrice. In realtà la giovane ragazza custodisce un grande segreto, la chiave per un manoscritto di incredibile valore, storico e alchemico. Come sa bene chi sta cercando in ogni modo di rapirla... E’ possibile che Dante Alighieri non si sia fermato alla terza cantica, ma abbia volutamente celato al mondo la parte finale, la più importante, del suo capolavoro, la cosiddetta quarta cantica? Che ne abbia rimandato la divulgazione in attesa di tempi più favorevoli e più predisposti alla comprensione del suo sconvolgente testamento spirituale? E’ il Dante Alighieri occulto, il Grande Maestro che si nasconde sotto “il velame delli versi strani”, il centro di tutto questo thriller esoterico. Una caccia al manoscritto inedito, ricca di delitti e colpi di scena, che arriva a svelare il significato più recondito sotteso all’opera dantesca.

LA QUARTA CANTICA

Tamà Patrizia

Il bugiardo patologico, il parassita, l’altruista, l’uomo del mistero: sono solo alcuni dei manipolatori psicologici, quelli che le donne incontrano ogni giorno e che le trasformano in vittime di molestie, stalking e talvolta peggio. L’autrice analizza i 10 profili più diffusi, il comportamento, le peculiarità, attraverso le testimonianze delle vittime; ne riassume le caratteristiche principali e spiega come non cadere nella loro trappola.

Il manipolatore affettivo e le sue maschere

Mammoliti Cinzia

Un fiore non è solo un fiore. Ogni petalo, ogni foglia, ogni bocciolo comunicano un’emozione diversa e parlano di noi, di quello che proviamo o di quello che vogliamo esprimere agli altri. Fiducia con la primula, amicizia con la fresia, dichiarazione d’amore con il tulipano, ma anche rabbia, con la peonia, oppure odio, con il basilico. Ogni fiore parla un linguaggio segreto, che trova le sue antiche radici nell’epoca vittoriana. Allora, come adesso, i fiori accompagnano ogni occasione della nostra vita. per una promessa di fedeltà, un augurio di pronta guarigione, un matrimonio, un regalo di benvenuto. Questo libro ti aiuterà a trovare il fiore giusto per te e i tuoi regali. Contiene un dizionario dei fiori e un dizionario di tutte le emozioni che possiamo esprimere attraverso di loro, un selezione di fiori scelti per il loro significato storico e letterario e infine tantissime idee per creare il bouquet perfetto e anche più originale in ogni occasione della tua vita. perché a volte ciò che non riusciamo a comunicare con le parole si può dire con un fiore. E dietro la spina di un cactus potrebbe nascondersi inaspettatamente una confessione di amore appassionato…

I MESSAGGI SEGRETI DEI FIORI

Kirby Mandy