Guide

DISLESSIA E ALTRI DSA A SCUOLA. Strategie efficaci per gli insegnanti

Descrizione:

Categoria: Guide

Editore:

Collana:

Anno:

ISBN:

Trama

Le Vostre recensioni

dislessia dsaTitolo: Dislessia e altri DSA a scuola. Strategie efficaci per gli insegnanti
Editore: Erickson
Anno: 2013


Dislessia e altri DSA a scuola- Strategie efficaci per gli insegnanti

è un’ottima guida, utile in primis agli insegnanti, ma anche  a chiunque volesse addentrarsi nel mondo, ancora spesso in penombra, dei DSA. I DSA, ossia Disturbi Specifici dell’Apprendimento, comprendono i disturbi specifici della lettura (la dislessia), il disturbo della comprensione del testo (DCT), i disturbi della scrittura (disgrafia, relativamente alla componente grafica, e disortografia, relativamente alla componente ortografica ), i disturbi specifici del calcolo (la discalculia), il disturbo dell’apprendimento non verbale (NLD, Non-verbal learning Disability).

Il volume si articola in sezioni, tracciando un percorso che gradatamente va da <conoscere, osservare e valutare> a <programmare e agire>, <riflettere e comprendere> e, infine, <allearsi e condividere>.        

Il primo passo per orientarsi in questo campo è procedere con la classificazione e operare nette distinzioni fra “difficoltà” e “disturbo”, intendendo con la prima una generica difficoltà, temporanea, incontrata dallo studente in ambito scolastico, e con il secondo un disturbo specifico, un deficit  che viene indagato e verificato attraverso un procedimento clinico-diagnostico.
In questo, di notevole importanza è, nella definizione dei DSA, il ricorso all’utilizzo di classificazioni diagnostiche internazionali, ossia l’ICD-10 e il DSM-IV-TR, per poter procedere alla diagnosi in modo univoco e universalmente valido.

Fatta questa premessa, è importante altresì che siano contemplati criteri base per la diagnosi, quali la compromissione dell’abilità scolastica definita e il fatto che non ci siano comunque ritardi mentali (in questo caso è fondamentale escludere un deficit cognitivo), operazioni queste che scaturiscono inevitabilmente dall’osservazione e dall’intervento dell’insegnante nel contesto scolastico. È proprio a scuola, infatti, che i DSA possono essere riconosciuti ed è compito dell’insegnante far sì che svogliatezza, pigrizia, aggressività e disagi emotivi non siano ripresi e motivati tout court, ma osservati e valutati anche nell’ambito di una precoce diagnosi di DSA.

Il volume prosegue con l’analisi dei disturbi specifici, dedicando una sezione a ciascuno di essi, riportando esempi e testimonianze, schede pratiche di lavoro e interventi di esperti del settore, come  Enrico Savelli, Giacomo Stella, Cesare Cornoldi e altri. 

Una sezione del testo  particolarmente interessante è quella dedicata alle strategie di intervento  in caso di DSA:  fatta la diagnosi, coinvolti scuola e famiglia nella redazione prima della Diagnosi Funzionale e poi nel PDP (Piano Didattico Personalizzato ), un intervento efficace è tale se e solo se si mettano in atto:

a)     strumenti compensativi;

b)     competenze compensative e misure dispensative;

c)      strategie metacognitive e metodo di studio.

Utile per tutti è anche l’appendice sulla normativa nazionale, che propone un excursus legislativo di riferimento dal 2004 fino alle recenti norme, quali la legge 170 dell’8/10/2010 e il Decreto Ministeriale n.5669 del 12 Luglio 2011.

Il filo rosso di questo meraviglioso volume è lo studente, protagonista indiscusso della relazione educativa e didattica: intorno a lui vanno pensati e attuati strategie e piani di lavoro che hanno l’obiettivo di formare, di educare appunto, nel senso etimologico del termine, di guidare il bambino, l’adolescente e l’adulto con diagnosi di DSA ad “uscir fuori”, ad abbandonare quello zaino che è il contenitore delle loro difficoltà e delle loro incomprensioni.  Solo in questo modo si può parlare di “scuola inclusiva e di qualità”, quale è necessario che sia prima di tutto una Scuol@ 2.0.

  

   button acquista feltrinelli

  

  

{jcomments on}

   

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

NIENT’ALTRO CHE AMARE

Di Cesare Amneris

Mentre sorseggia il cappuccino come ogni mattina, seduto in un bar nel centro di Firenze, Enrico Vallesi legge una notizia sul giornale: in un conflitto a fuoco con i carabinieri, è rimasto ucciso un rapinatore, da poco uscito di galera. Il nome della vittima riporta Enrico alla fine degli anni Settanta, al primo giorno di liceo, quando in una classe di quindicenni aveva fatto la sua comparsa Salvatore. più volte bocciato, turbolento, il compagno che gli aveva insegnato come difendersi dalla violenza della strada e superare a testa alta quel territorio straniero che è l'adolescenza. Ai ricordi di Enrico si alterna il racconto del suo ritorno nella città dalla quale era partito, quando non aveva ancora conosciuto gioie e delusioni del matrimonio e del suo mestiere di scrittore. Un ritorno a casa in cerca di risposte ai propri tormenti, per scoprire quello che tanti anni prima si era lasciato alle spalle, ma anche per capire cosa è diventata nel frattempo la sua vita.

Il bordo vertiginoso delle cose

Carofiglio Gianrico

La realtà che Tris ha sempre conosciuto ormai non esiste più, cancellata nel modo più violento possibile dalla terrificante scoperta che il "sistema per fazioni" era solo il frutto di un esperimento. Circondata solo da orrore e tradimento, la ragazza non si lascia sfuggire l'opportunità di esplorare il mondo esterno, desiderosa di lasciarsi indietro i ricordi dolorosi e di cominciare una nuova vita insieme a Tobias. Ma ciò che trova è ancora più inquietante di quello che ha lasciato. Verità ancora più esplosive marchieranno per sempre le persone che ama, e ancora una volta Tris dovrà affrontare la complessità della natura umana e scegliere tra l'amore e il sacrificio.

Allegiant

Roth Veronica

2092. L'Europa mediterranea è sprofondata in un clima equatoriale, i suoi antichi Stati nazionali hanno ceduto all'egemonia cinese. Venezia abbandonata dopo una terribile alluvione, poi acquistata e ricostruita da un'azienda di Pechino - è la perversa Las Vegas del declino europeo. Piazza San Marco è stata trasformata in un'arena: il Colosseo del terzo millennio. Il carnevale si avvicina, i padroni cinesi preparano lussi sfrenati e spettacoli sanguinari. La popolazione autoctona è confinata nel Castello. Nessuno sembra più volersi sottrarre alla violenza e alla lussuria di questo bordello della fine dei tempi. Eppure, perfino in questo parco giochi orwelliano, ci sono due uomini in rivolta che si levano contro l'orgia del potere. "Il Maestro", guida dei nuovi gladiatori che addestra sull'isola di San Giorgio, e Spartaco, il suo allievo più valoroso. Ciascuno ha imboccato per proprio conto la via della ribellione ma vivono entrambi per il mondo che verrà, uno per divenire padre, l'altro per tornare libero. Antonio Scurati torna all'ispirazione degli esordi con un romanzo visionario e insieme realista. Una grande avventura epica, che si fa carico della crisi del nostro mondo narrando di uomini in marcia dentro e contro l'onda distruttrice della storia, in un libro non solo ambientato nel futuro ma rivolto al futuro.

La seconda mezzanotte

Scurati Antonio