Narrativa

DOMANI SARA’ UN GIORNO PERFETTO

Deffenu Carlo

Descrizione:

Categoria: Narrativa

Editore: Farnesi

Collana:

Anno: 2013

ISBN: 9788897898047

Trama

Le Vostre recensioni

In un’Alghero assolata e odorosa di magnolia e brezza marina, Dumas vaga in compagnia del suo silenzioso dolore e della sua fedele macchina fotografica. È in cerca d’immagini. Ricordi da regalare a un amico lontano, messaggi ermetici che solo l’animo sensibile del giovane Denis potrà decifrare. Si sono conosciuti in rete, eppure di virtuale la loro amicizia ha ben poco. Anche se in modo diverso, sono entrambi soli ed hanno una sofferenza interiore che li rende affini e vicini, nonostante la distanza fisica. Quando la piccola Danette viene ad abitare nella vecchia casa di fronte a quella di Denis, il ragazzo ne rimane subito colpito. È una bimbetta dagli occhi acuti e pieni di storia e Denis la sente subito affine. Ne parla a Dumas e, seguendone i consigli, la avvicina e le diventa amico. È una strana coppia la loro, composta da un’adolescente con un’idiosincrasia per la pulizia corporea e una bambina di nove anni oppressa da ombre nere che la terrorizzano e contro le quali combatte una battaglia quotidiana.

Insieme Dumas, Denis e Danette troveranno la forza di affrontare le loro storie e ognuno a proprio modo, capirà come lasciarsi alle spalle i dolori del passato.

Domani sarà un giorno perfetto è il racconto di un incontro di anime. Anime ferite che si riconoscono, percepiscono il profondo dolore dell’altra e decidono di curarne le ferite salvando così anche se stesse.

C’è dolore nella loro storia, ma anche amore e speranza. C’è rassegnazione, ma anche caparbietà. C’è paura e insieme tanto coraggio. C’è soprattutto tanto passato. Un passato che pesa più di un macigno sul futuro dei protagonisti fino a farlo divenire incerto.

Domani sarà un giorno perfetto narra del complesso percorso di crescita emotiva dei suoi protagonisti lasciando al lettore un ricordo pressoché indelebile delle loro personalità.

Carlo Deffenu gioca bene con le parole e riesce a essere immediato dimostrando al contempo una sensibilità profonda.  Il suo stile è piacevole e leggero e la storia che racconta è un’equilibrata mistura di umana quotidianità e velata trascendenza. Nato a Sassari, Carlo Deffenu vive e lavora ad Alghero. Oltre che nella scrittura manifesta la sua vena artistica anche nel disegno, creando le sue lumachine che prendono vita nelle strisce umoristiche “Una striscia di bava”. Domani sarà un giorno perfetto è il suo romanzo di esordio.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Carlo

Deffenu

Libri dallo stesso autore

Intervista a Deffenu Carlo


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Quando una donna viene lasciata, tanto più se di punto in bianco, le ambasce del cuore possono travolgerla e spingerla a entrare nel tortuoso tunnel delle supposizioni, delle attese spasmodiche - più o meno sensate - di un segnale, magari nella speranza che non sia proprio l'ultimo e che lui ritorni. Ma così non va. C'è una cosa che le donne dovrebbero imparare dagli uomini, e cioè l'arte di dimenticare. Nessuno ci insegna come si fa ad amare, a evitare di essere infelici, a dimenticare, a spezzare le lancette dell'orologio dell'amore. Come si fa a non tormentarci, a lottare contro la tirannia delle piccole cose, a neutralizzare il complotto dei ricordi e ignorare un telefono che resta muto. Esiste qualcuno che, mentre siamo lì a singhiozzare per un torto d'amore, ci dice che un giorno rideremo di quella stessa cosa che oggi ci fa piangere? Attraverso le confidenze di amiche e conoscenti, proverbi e una ricchissima raccolta di aforismi di personaggi famosi - poeti, scrittori, filosofi arabi e non - questo libro è una sapiente e gustosa raccolta di pillole di saggezza per prendere le distanze da una storia finita e creare i presupposti per una nuova. Una meditazione piena di stile e ironia su come sopravvivere all'amore e ai suoi danni.

L’ARTE DI DIMENTICARE

Mosteghanemi Ahlam

Cosa si mangiava nel Medioevo? E perché? Cosa è rimasto di tutto ciò nell'alimentazione di oggi? La storia del cibo è una storia affascinante perché, come quella del pensiero, ricca di scoperte e di imprese anonime, ma non per questo meno importanti. Dall'alimentazione romana alla corale conversione del mondo mediterraneo verso la carne, si rende in questo libro pian piano evidente come gli uomini si adattino spesso e con rapidità a cambiare i loro gusti. Una curiosa e interessante vicenda collettiva che ci trascina fino ad approdare al Medioevo,tra gusti, odori e aspetti del cibo e dell'umanità sempre diversi.

Alighieri passatemi il sale

Pischedda Anna

Tra la laguna di Venezia e Bolzano si susseguono strani accadimenti: un uomo muore in un incidente in mare, un altro precipita da una scarpata, una donna viene aggredita e minacciata di morte. C'è un filo a collegare i fatti o questi sono solo frutto di coincidenze? No, le coincidenze non esistono. Almeno così la pensa Rollo Weber, scanzonato commissario che da quando è stato trasferito alla questura di Bolzano ancora non ha avviato un'indagine seria. Forse ora avrà l'opportunità di dimostrare tutta la sua capacità investigativa. L'incontro con la psicologa Helena Ziegler, ex poliziotta dal passato pieno di ombre, gli farà scoprire dettagli importanti per far luce su oscuri scenari. Le intricate vicende arriveranno a increspare le acque della laguna e scolorire la variopinta isola di Burano, dove una verità terribile affiorerà a sconvolgerne l'afosa quiete. Tra misteriosi intrighi, sensi di colpa e giochi di potere, Massimo Rossi ci immerge in una storia in cui thriller, noir e spy story si fondono.

La luce nera della paura

Rossi Massimo

Napoli, Eremo dei Camaldoli; Vinicio Lamia, editore fallito e morfinomane, scopre l'archetipo di tutti i libri sacri, Nekros. "É il più sconosciuto dei testi poiché contiene la chiave di tutti gli altri; è alla portata di chiunque ma nessuno sa dove sia". Pubblicarlo sarà pericoloso: niente inchiostro né carta, solo sangue e pelle umana. Un vecchio avventuriero gesuita, una vedova avvenente e un amico ben armato, lo seguiranno per aiutarlo; o per impedirgli di rivoluzionare ogni principio teologico.

NEKROS

Ciaccio Ugo