Narrativa

DOVE SONO ANDATI A FINIRE I SOLDI

Canty Kevin

Descrizione: Chi pensa che solo le donne - o le donne meglio degli uomini - sappiano scrivere di relazioni e di sentimenti, si ricrederà leggendo questo libro: Kevin Canty è uno scrittore in grado di rappresentare il mondo emotivo maschile con straordinaria potenza ed eleganza, di rivelarne la delicatezza nascosta dietro l'apparente solidità. I protagonisti delle sue storie sono uomini sul punto di prendere una decisione difficile, o che ne stanno scontando le conseguenze: c'è chi passa un ultimo pomeriggio in compagnia del figlio della donna che lo sta lasciando; chi resiste a una seduttrice mentre aspetta un incontro con la ex moglie in un motel sommerso dalla neve; chi deve superare il trauma della morte della compagna cominciando una nuova storia d'amore; chi deve vendere immobili tenendo d'occhio un figlio di quattro anni che morde gli altri bambini. Canty costruisce le vicende dei suoi personaggi con la mano sicura del grande narratore «classico», illuminandole con una compassione profonda che però non concede nulla al sentimentalismo. A detta dei critici, il suo stile sobrio e tagliente ne fa il miglior erede di Raymond Carver sulla scena letteraria americana contemporanea.

Categoria: Narrativa

Editore: Minimum fax

Collana: Sotterranei

Anno: 2011

ISBN: 9788875212940

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Sollevando gli occhi da conti e fatture, vide Steve che si dondolava su un canottino di plastica color argento nella parte più profonda, a occhi chiusi, ormai da ore. Da quando aveva compiuto dieci anni era ingrassato, ma per lei era solo «robusto». Ogni volta che Braxton alzava lo sguardo vedeva suo figlio in quel punto, immobile, che galleggiava. Ha preso da lei, pensò con rabbia. La stessa indolenza. Lo osservò con disgusto“.

Seduto al tavolo di cucina del suo appartamento, Braxton si domanda che fine abbiano fatto i suoi soldi, e con rabbia passa in rassegna tutte le spese superflue, tutti gli sprechi in cui la sua famiglia ha sguazzato per anni.

In realtà, però, ciò di cui vorrebbe parlare, e ciò che lo amareggia, è la fine del suo matrimonio… Spesso gli uomini si sentono in dovere di mascherare il dolore, credono che l’essere (o almeno il mostrarsi) forti faccia parte della loro stessa natura e, conseguentemente, del loro ruolo.

Così Lander nasconde il senso di colpa che ancora lo assilla per l’incidente capitato al fratello Tim, e il compagno di Nancy fa di tutto per trascorrere ancora un po’ di tempo con Eddie, perché è l’unico modo che conosce per dimostrargli il suo affetto.

E poi c’è chi prova finalmente a dimenticare la donna amata che ha perso la vita, chi non sa come gestire un bambino difficile, chi si è d’improvviso accorto di essere stanco della solitudine…

Canty analizza le debolezze dell’universo maschile con sincerità e schiettezza, servendosi di nove diversi racconti per dimostrare, senza pudori e remore di sorta, che solidità e sicurezza possono essere una mera facciata.

A volte penso che la rabbia sia il motore di un matrimonio, la forza che trascina tutte le altre parti. Ognuno dei due si sobbarca la metà ma pensa che sia tre quarti. Ognuno dei due sgobba quanto l’altro, ma sospetta che l’altro se la prenda comoda. Ognuno dei due è attento, ma sospetta l’altro di disattenzione“.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Kevin

Canty

Libri dallo stesso autore

Intervista a Canty Kevin


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Per anni ha custodito frammenti di una vita lontana e ora aspetta solo di essere scoperta. Trevor Stratton, professore americano, la trova per puro caso. Al suo interno lettere, vecchie foto, pagine di diari, vari oggetti, tra cui spiccano un paio di guanti a rete. I guanti di una santa o di una peccatrice? Trevor non lo sa. Per ora sa solo che la donna che li indossava si chiamava Louise Brunet e viveva a Parigi tra le due guerre. La risposta alle altre domande è in quei frammenti, tra i loro profumi e segreti, tra le parole nascoste e quei ritratti seppia. Pezzo dopo pezzo, parola dopo parola, Trevor cerca di ricostruire la vita della donna sconosciuta. Dall'amore tenero e tragico per il cugino, al rapporto morboso con il padre, al matrimonio fatto di noia per un uomo non scelto da lei fino alla passione impossibile per l'affascinante professore di francese, vicino della casa dove abita al numero 13 di Rue Thérèse. Ma più Trevor si immerge negli oggetti del passato e ripercorre i luoghi di Louise, più qualcosa di strano e misterioso inizia ad accadere nella vita del presente. Chi è veramente Josienne, la bibliotecaria dai capelli rossi, che sembra prevedere qualunque movimento di Stratton? Perchè il professore si sente così attratto da lei? Che cosa sa veramente quella donna di Louise Brunet? Solo la scatola possiede la verità. Solo gli oggetti custodiscono una promessa e una speranza. E spetta a Trevor discernere tra realtà e finzione per far sì che il destino segua il suo corso.

VITA PRIVATA DI UNA SCONOSCIUTA

Shapiro Elena Mauli

Vedere la luce: Il mare della giovinezza di Platonov

Elisa è felice: ha una vita perfetta e un futuro di certezze davanti a sé. Poi l'incontro fortuito con Luca, la passione mai sbocciata ai tempi dell'università che prende finalmente il sopravvento, una notte di amore intenso. Il mondo di Elisa è sconvolte, le vite di entrambi segnate per sempre. Elisa non sa darsi pace, mette in discussione tutto per comprendere l'inafferrabile essenza dell'amore: cosa fa scattare l'attrazione? Cosa trasforma due persone in amanti? L'amore romantico è possibile o esiste solo la chimica dei corpi? Una storia d'amore che è allo stesso tempo un romanzo sul desiderio, la passione e il mistero dell'amare.

Che cosa resta dell’amore

Romeo Rosita

ALMENO IL CAPPELLO – di Andrea Vitali