Letteratura araba

Finalmente qualcosa in comune tra lo Sheikh Zayed e l’Arabic Booker

Descrizione:

Categoria: Letteratura araba

Editore:

Collana:

Anno:

ISBN:

Trama

Le Vostre recensioni

szba1

Lo Sheikh Zayed Book Award (SZBA) e l’International Prize for Arabic Fiction (IPAF, conosciuto anche come “Arabic Booker”) hanno apparentemente sempre preso in considerazione libri simili di anno in anno, e tuttavia la loro selezione è stata sempre marcatamente diversa.



Questo in parte è dovuto al fatto che, negli anni scorsi, il premio letterario SZBA è stato sempre aperto alla letteratura di ogni genere e alla relativa critica. Il premio IPAF è invece stato aperto solo a romanzi pubblicati nell’anno precedente. I giudici del premio SZBA si sono quindi occupati allo stesso tempo di poesia, narrativa e critica letteraria.

Ora, al settimo anno del premio SZBA, lo stesso è stato limitato alle opere creative di letteratura, separando la poesia dalla prosa in due diverse categorie, ciascuna delle quali con sette titoli.

Così quest’anno si è alla fine trovato uno stesso nome nell’elenco dei finalisti di entrambi i premi, SZBA e IPAF: quello del poeta e romanziere Ibrahim Nasrallah, selezionato però per diversi libri, ed in particolare il romanzo Lanterns of the King of Galilee per l’IPAF, e la raccolta di poesie Ray of Light Between Two Nights per lo SZBA.

Ci sono molti nomi noti nella selezione di romanzi e racconti brevi del premio SZBA, incluso l’autore egiziano, ora scomparso,  Mohamed al-Bisatie con il suo romanzo And Their Bed is Green e il popolare romanziere algerino Ahlam Mosteghanemi con il suo romanzo del 2012, Black Suits You.

Tra i finalisti, sempre nella sezione romanzi e racconti brevi, anche l’autore degli emirati Ali Abu al-Reesh con il suo romanzo del 2010 Running from a Lion, l’autore iracheno-tedesco Burhan Shawi per il suo romanzo del 2012 Baghdad Morgue, e tre marocchini: Abdallah bin Arafa con il romanzo Ibn al-Khatib in Rawdat TahaZohra Ramij con il romanzo Azzuza, e Latifa Labsir con la raccolta di racconti brevi An Embrace.

Per la sezione poesia, sono stati nominati sette titoli. Oltre a Ray of Light di Ibrahim Nasrallah, possiamo trovare il poeta libanese Mohammed Ali Shams el-Din con The Bird Sleeps in the Green Trees (2012), il poeta iracheno Hashem Sahfiq con Embroidery with Cherries (2010), quello egiziano Farouk Shousha con Travelling to the Source of the River (2012), il tunisino Munsif al-Wahaby con Diwan al-Wahaiby (2010), e infine il poeta del Kwait Saadia Mufarreh, con How Lonely We Are, Suzan (2012).

La traduzione in inglese dell’opera di Sahfiq può essere trovata su Open Democracy, mentre quella di “Soon She Will Leave” di Saadia Mufarra è disponibile su Blackbird.

Auspicabilmente questo sarà un passo avanti per il premio SZBA. Lo scorso anno, dopo che furono selezionati i finalisti, il premio non fu assegnato. I giudici non fornirono spiegazioni circa il motivo, se non che nessuno dei libri soddisfaceva i loro requisiti.

Questa non è stata la prima volta in cui il premio SZBA è stato bloccato: già nel 2010 fu ritirato dopo alcune accuse di plagio.

Il premio consiste in una medaglia d’oro riportante il marchio SZBA, un certificato di merito, e 750.000 dirham. Il vincitore sarà annunciato il prossimo marzo.

*      *     *    *

Articolo tradotto dall’inglese da Diego Manzetti, in collaborazione con il blog Arabic Literature: originale disponibile al link http://arablit.wordpress.com/2013/01/22/finally-some-overlap-between-sheikh-zayed-and-arabic-booker-longlists-sort-of/

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

I delitti della Rue Morgue

Sono passati parecchi anni da quell'estate in Riviera: Elio, in piena confusione adolescenziale, aveva scoperto la forza travolgente del primo amore grazie a Oliver, lo studente americano ospite del padre nella casa di famiglia. Erano stati giorni unici, in grado di segnare le loro vite con la forza di un desiderio incancellabile, nonostante ciascuno abbia poi proseguito per una strada diversa. Questo romanzo di André Aciman si apre con l'incontro casuale su un treno tra un professore di mezza età e una giovane donna: lui è Samuel, il padre di Elio, sta andando a Roma per tenere una conferenza ed è ansioso di cogliere l'occasione per rivedere suo figlio, pianista affermato ma molto inquieto nelle questioni sentimentali; lei è una fotografa, carattere ribelle e refrattaria alle relazioni stabili, e in quell'uomo più maturo scopre la persona che avrebbe voluto conoscere da sempre. Tra i due nasce un'attrazione fortissima, che li porterà a mettere in discussione tutte le loro certezze. Anche per Elio il destino ha in serbo un incontro inaspettato a Parigi, che potrebbe assumere i contorni di un legame importante. Ma nulla può far sbiadire in lui il ricordo di Oliver, che vive a New York una vita apparentemente serena, è sposato e ha due figli adolescenti, eppure... Una parola, solo una parola, potrebbe bastare a riaprire una porta che in fondo non si è mai chiusa.

Cercami

Aciman André

Un solitario viaggiatore nel bel mezzo di un deserto, guidato da una dolce musica. Un incontro di pugilato la cui vittoria si snoda ben oltre i confini di un ring. Una simpatica amicizia tra l'oscurità e la stretta morsa del sottosuolo. Un gatto che si aggira tra le pareti di una scuola, cercando una bambina smarrita. Un negozio che offre un ultimo, invitante premio per chi ha patito troppa tristezza. La vita e la morte... da sempre legate, da sempre amate e odiate. La vita, la morte e cinque storie legate a una melanconica armonia di sospiri spezzati.

L’armonia dei sogni spezzati

Carollo Fabrizio

Versailles, 1774. Giocatore d'azzardo, spadaccino ed ex spia del Doge di Venezia, Pietro Viravolta ha abbandonato la Serenissima per entrare nel Segreto del Re, una rete d'informatori al servizio di Luigi XV. Perciò non è sorpreso quando il duca d'Aiguillon, ministro della corona, lo convoca d'urgenza a corte per far luce sul brutale omicidio di una giovane donna. Tuttavia non può immaginare ciò che l'assassino ha lasciato accanto al cadavere: un'elegante edizione delle opere di La Fontaine e una pergamena, sulla quale sono stati vergati col sangue i titoli di dieci favole e una firma, "il Favolista". Il messaggio è chiaro: qualcuno si appresta a compiere una serie di omicidi, inscenando macabre rappresentazioni delle opere del celebre autore. E c'è un altro dettaglio, ancora più sconcertante: quattro anni prima, lo stesso Viravolta aveva ucciso un agitatore politico che si faceva chiamare il Favolista... In bilico tra lo sfarzo abbagliante di Versailles e gli oscuri meandri di una nobiltà inquieta, la spia veneziana verrà risucchiata in un vortice di tradimenti, inganni e morti efferate, un vortice che potrebbe cambiare il destino del regno di Francia...

Il traditore di Versailles

Delalande Arnaud