Romanzo storico

Gli occhi di Venezia

Barbero Alessandro

Descrizione: Venezia, fine del Cinquecento. In una città tentacolare e spietata l'amore e i buoni sentimenti di Michele e Bianca - un giovane muratore e la sua sposa piena di promesse - non bastano a farli vivere sereni. Per sfuggire a un'accusa ingiusta, Michele è costretto a lasciare Venezia e a imbarcarsi su una galera. Bandito dalla Serenissima, rematore su una nave che vaga per il Mediterraneo carica di zecchini e di spezie, con molti dell'equipaggio che addirittura ignorano la sua destinazione finale, senza nessuna speranza di ritornare a breve, Michele è destinato a vivere straordinarie avventure nei porti e gli angiporti del mare nostrum. E tuttavia prove ancora più dure e incontri non meno straordinari toccheranno a Bianca che rimane a Venezia, sola, giovane e bella... La terra e il mare, Oriente e Occidente, due vite e un unico grande amore, agli albori del mondo moderno: storico tra i più autorevoli, vincitore del Premio Strega, Barbero ha scritto un romanzo che si pone al livello dei migliori bestseller d'intrattenimento degli ultimi anni.

Categoria: Romanzo storico

Editore: Mondadori

Collana: Omnibus

Anno: 2011

ISBN: 9788804595434

Recensito da Diego Manzetti

Le Vostre recensioni

Pubblicato da Mondadori, “Gli occhi di Venezia” è un romanzo storico di Alessandro Barbero la cui storia d’avventura e d’amore si svolge nel tardo XVI secolo.

L’ambientazione del romanzo potrebbe sembrare abbastanza comune. Frequentemente, infatti, si leggono libri le cui vicende narrate hanno luogo nella Venezia rinascimentale. Una tale considerazione, però, sarebbe decisamente errata. Alessandro Barbero ha costruito un’avventura che trasporta il lettore in giro per il Mediterraneo orientale, in quelle che sul finire del XVI secolo erano terre di scontro tra la non più invincibile potenza marittima veneziana e l’incalzante presenza dei turchi.

Ma il malumore e la stanchezza per gli strapazzi del viaggio si dissolsero quando la comitiva giunse finalmente in vista di Costantinopoli. Tutti si accalcarono con esclamazioni di sorpresa a contemplare la sterminata città di casette di legno che si ammassavano attorno ai corpaccioni colossali e agli affilati minareti delle grandi moscheee, e l’acqua del Corno D’Oro che baluginava in lontananza“.

Michele lavora con il padre, un mastro muratore, come apprendista. Una serie di eventi imprevisti quanto improvvisi lo portano ad imbarcarsi su una galea veneziana in partenza per l’isola di Creta, senza che abbia il tempo di avvertire la giovane moglie Bianca, con la quale è sposato da soli pochi mesi. Le vite dei due, quindi, si separano, e da qui in poi l’autore inizia ad alternare la narrazione delle vicende riguardanti i due sposi, ciascuno costretto ad affrontare situazioni che mai avrebbe pensato di dover vivere.

Ottima la ricostruzione della vita dei galeotti. Schiavi, debitori insolventi o semplicemente persone che, come Michele, si sono trovate costrette, a causa degli eventi della vita, a imbarcarsi su una galea. Tutti condividono la stessa sorte e le stesse sventure.

L’autore riesce a rendere bene l’idea del cameratismo e della diffidenza che una vita di stenti ha portato ai massimi livelli.

Consigliato.

La galera ondeggiava dolcemente, e Michele faticava a tenersi in piedi. Lo colpì l’odore forte di vernice fresca, ma soprattutto l’enorme affollamento dello scafo, dove un numero sorprendente di galeotti e marinai si muovevano, intenti ciascuno al suo compito, in spazi così ristretti che pareva dovessero ad ogni momento sgomitare e pestarsi i piedi a vicenda“.

Alessandro Barbero è uno storico e scrittore italiano, vincitore nel 1996 del Premio Strega con il romanzo “Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle, gentiluomo”, edito da Mondadori.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Alessandro

Barbero

Libri dallo stesso autore

Intervista a Barbero Alessandro


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

"Voglio farla finita." È il tragico messaggio trovato nei pressi del lago Grant, dove i sommozzatori sono impegnati a estrarre dalle gelide acque il cadavere di Allison Spooner. Eppure, quello che sembrava doversi risolvere come un caso di suicidio rivela dettagli ben più oscuri e indecifrabili. Quando l'agente speciale Will Trent arriva sul posto, l'accoglienza al locale dipartimento di polizia non è delle più cordiali: nessuna disponibilità a collaborare, nessuna risposta alle tante domande sulla morte di un ragazzo con disturbi mentali tenuto sotto custodia perché sospettato di aver ucciso Allison. Anche l'agente Adams, incaricata di affiancare Trent nelle indagini, sembra a conoscenza di verità inconfessabili, qualcosa che ha a che fare con la morte, avvenuta anni prima, del capo della polizia della contea. E perché la vedova dell'uomo, Sara Linton, cerca a tutti i costi di coinvolgere Will in quella vecchia storia? Preso nella morsa di queste due donne illeggibili e determinate, Trent sta per portare alla luce segreti scomodi e oltrepassare quella sottile linea oltre la quale non si torna indietro. Una vicenda torva, pericolosa, e la determinazione di un uomo nel portare a galla la più dolorosa delle umane verità, non importa quanto profondamente sia nascosta... o quanto possa essere devastante.

TRA DUE FUOCHI

Slaughter Karin

Racconti pregnanti, ambientati nel territorio di Bergamo, città emblema del lavoro, e in Calabria con i suoi paesi di mare e collina e la gente semplice e orgogliosa. Protagonisti di ogni età, in un confronto che è amore per la vita, realtà distanti nella storia e nelle relazioni, con personalità accomunate nei forti sentimenti e negli stupori di fronte al miracolo del divenire. Sono vicende caratterizzate dall'inquietudine e dalla pacatezza, dalla meditazione e dalla vitalità dello spirito. Sono ritratti del cuore e della mente, racconti in cui trovarsi e ritrovarsi. Bergamo e la Calabria, il nord e il sud del Paese, mondi lontani, con tratti comuni e distanze non solo geografiche.

Racconti tra nord e sud

Talarico Olimpio e Mapelli Angelo Maurizio

Il quartiere Trieste è un posto tranquillo, in apparenza anonimo, e nel 1975 il "San Leone Magno" è il suo fiore all'occhiello: un istituto religioso in cui crescono i figli della nuova borghesia romana. Un mondo innocuo che diventa d'improvviso inquietante, quando alcuni di quei ragazzi diventano protagonisti di uno degli omicidi più tristemente noti della storia italiana, in una villa del Circeo. Intorno a questo evento simbolo, il romanzo ruota e oscilla raccontando decine di fatti, di premesse e di conseguenze che ci svelano, pagina dopo pagina, in una caduta sempre più travolgente, come e quando è nata la nostra anima crudele, quella disposta a tutto pur di sopravvivere.

La scuola cattolica

Albinati Edoardo

Walt è un povero orfano senza futuro nella St.Louis degli anni Venti, ma possiede un dono naturale, e trova qualcuno deciso a sfruttarlo. Maestro Yehudi, mezzo stregone e mezzo ciarlatano, è l'ebreo ungherese che in tanti anni di duro tirocinio gli insegnerà la meravigliosa arte di volare facendo di lui un'attrazione da circo. Nelle sue peregrinazioni il bambino volante si ritrova tra incursioni del Ku Klux Klan, storie di gangster, giocatori di baseball e, nella Chicago degli anni Trenta, finisce con l'aprire un locale destinato a diventare famoso, il Mr Vertigo. Finché un giorno Walt ritorna normale e smette di essere un fenomeno. Ed è allora che il destino si compie in tutta la sua grandezza: riconoscendo nella storia di Dizzie Dean, campione in declino che non sa smettere di giocare, la propria storia, Walt comprende che importante non è solo volare ma anche capire quando si deve tornare a terra e vivere con dignità la vita di ogni uomo, del più anonimo e banale degli uomini.

Mr Vertigo

Auster Paul