Narrativa

GLI UOMINI DEL GIOVEDI’

Benacquista Tonino

Descrizione: A Parigi tutti i giovedì s'incontrano in luoghi di fortuna uomini dai destini e dalle condizioni diversissime tra loro, ma accomunati da pene di cuore. Le assemblee si svolgono nello spirito di tolleranza più completo: nessuno ha il diritto di ribattere alle testimonianze che vengono recate e il più religioso silenzio accoglie le confessioni di tutti. Tre i protagonisti principali di questo romanzo al maschile: un filosofo in guerra con l'ontologia della donna, uno scapolo impenitente convinto dell'esistenza di un complotto femminile planetario contro la sua virilità, e un marito tradito che si avventura alla scoperta della donna in tutte le sue varianti. Uno sguardo senza pregiudizi sul maschio contemporaneo, nutrito di autoironia e leggerezza.

Categoria: Narrativa

Editore: Edizioni e/o

Collana: Dal Mondo

Anno: 2012

ISBN: 9788866321125

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Quando vediamo un capannello di uomini che parlano scambiandosi sguardi di seriosa complicità, magari fumando un sigaro o bevendo una birra, siamo portate a immaginare che parlino di lavoro. O tutt’al più di calcio. Solo se prendono a bisbigliare o esplodono in una grassa risata pensiamo che l’argomento della conversazione possa essere l’universo femminile.

Secondo il nostro stereotipo dell’uomo medio, le vicende amorose rappresentano per i maschi “avventure” di cui vantarsi o “legami” che costringono a ingiuste rinunce. Poi naturalmente ci sono gli sfigati, per i quali le donne diventano un tormento e le relazioni amorose si trasformano in “pene d’amore”.

Benacquista ci fa esplorare con ironia la sensibilità maschile, suscitando tenerezza, commozione e anche un sentimento molto simile alla solidarietà.

In una splendida ambientazione parigina, appena accennata ma al tempo stesso penetrante, un folto gruppo di uomini si incontra di giovedì per condividere esperienze sentimentali e riflessioni sulla vita di coppia. Ogni testimonianza è accolta con rispettoso silenzio da una platea di persone accomunate dal caso e da un forte desiderio di condivisione. Tra queste, ci sono i tre protagonisti: Denis Benitez, il cameriere che pare aver perso improvvisamente tutto il suo charme, e proprio nel momento in cui avrebbe voluto mettere la testa a posto; Philippe Saint-Jean, il tronfio intellettuale che, un po’ per vendetta un po’ per voglia di rivalsa, si lancia alla conquista di una vanitosa top model; Ives Lehaleur che, tradito dalla moglie perfetta, si perde tra le braccia delle donne di malaffare.

Esilarante l’episodio dell’intrusa che si installa in casa di uno di loro (non vi rovino la sorpresa!) e ben riuscito lo spostamento dell’obiettivo sulle interessanti amiche con cui Ives ama trascorrere il tempo libero.

Il testo cresce progressivamente, nella parte centrale la narrazione diventa particolarmente fluida e il finale è appagante.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Tonino

Benacquista

Libri dallo stesso autore

Intervista a Benacquista Tonino

Il diario del ritorno sul palco di un giovane musicista dopo un periodo di lontananza dai riflettori. Un diario sincero e fragile, scandito a ritmo di musica, di poche settimane destinate a segnare l'esistenza del protagonista. Poche settimane vissute fra la quotidianità di un lavoro qualunque, le serate in sala prove o in tour con i compagni di una vita e la ricerca di una stabilità emotiva. Costantemente in bilico fra le inquietudini di un passato in eterno ritorno e l'esigenza di un nuovo equilibrio e nuovi lampi di serenità. Un romanzo crudo e diretto, figlio del caos di questi anni senza identità.

SUONANDO PEZZI DI VETRO

Bonfanti Roberto

Fu il primo dei tribunali della Curia romana ecclesiastica, ed è istituito per le questioni di coscienza. Le sue origini risalgono al XIII secolo, quando per autorità di Innocenzo IV i penitenzieri di Roma si costituirono in collegio sotto la presidenza di un cardinale. Il suo potere giurisdizionale variò secondo i tempi, ma è certo che la Penitenzieria si sia occupata e continui a occuparsi di cose oscure, indicibili e pericolose. Come fu in epoca controriformista per le suppliche dei condannati a morte per stregoneria. La Santa Penitenzieria Apostolica è anche altrimenti conosciuta come: il tribunale delle anime. È qui che Bene e Male giocano la loro partita con il destino degli uomini. Il tribunale infatti si occupa dell'archivio criminale più imponente che esista al mondo, quello delle confessioni dei peccati più gravi. È per questo che esistono i penitenzieri: sono loro la presenza segreta su molte scene del crimine, sono loro alla costante ricerca di ciò che l'occhio di un semplice detective non può scorgere. Un'anomalia.

Il cacciatore del buio

Carrisi Donato

Fabio ha sei anni, due genitori e una decina di nonni. Sì, perché è l'unico bimbo della famiglia Mancini, e i tanti fratelli del suo vero nonno - uomini impetuosi e pericolosamente eccentrici - se lo contendono per trascinarlo nelle loro mille imprese, tra caccia, pesca e altre attività assai poco fanciullesche. Così Fabio cresce senza frequentare i suoi coetanei, e il primo giorno di scuola sarà per lui un concentrato di sorprese sconvolgenti: è incredibile, ma nel mondo esistono altri bambini della sua età, che hanno tanti amici e pochissimi nonni, e si divertono tra loro con giochi misteriosi dai nomi assurdi - nascondino, rubabandiera, moscacieca. Ma la scoperta più allarmante è che sulla sua famiglia grava una terribile maledizione: tutti i maschi che arrivano a quarant'anni senza sposarsi impazziscono. I suoi tanti nonni strambi sono lì a testimoniarlo. Per fortuna accanto a lui c'è anche un padre affettuoso, che non parla mai ma con le mani sa aggiustare le cose rotte del mondo. E poi la mamma, intenzionata a proteggere Fabio dalle delusioni della vita, una nonna che comanda tutti e una ragazzina molto saggia che va in giro travestita da coccinella. Una famiglia caotica e gigantesca che pare invincibile, finché qualcosa di totalmente inatteso la travolge. Giorno dopo giorno, dalle scuole elementari fino alle medie, il protagonista cerca di crescere nel precario equilibrio tra un mondo privato pieno di avventure e smisurato come l'immaginazione, e il mondo là fuori, stretto da troppe regole e dominato dalla legge del più forte...

Il mare dove non si tocca

Genovesi Fabio

Un'ombra di avventura e di pericolo piomba sulla vita felice ed ovattata di un giovane medico e di sua moglie. Da questo romanzo è stato tratto il film "Eyes wide shut, di Stanley Kubrick.

Doppio sogno

Schnitzler Arthur