Narrativa

Il ragazzo alla pari

Gnomo Twins Federica

Descrizione: Federica è una donna di quarant'anni separata e madre di due gemellini. Quando la sua amica Lia le consiglia di partire per una vacanza e pubblica un annuncio per trovarle una baby-sitter che la aiuti con i piccoli, Federica ancora non sa cosa il destino ha in serbo per lei. Già, perché a presentarsi è un bel giovane di ventitré anni al cui fascino - come Federica scopre ben presto - è piuttosto difficile resistere. Fin qui nulla di irreparabile, se non fosse per il fatto che anche Tom non sembra affatto indifferente alla sensualità della sua datrice di lavoro... Il ragazzo alla parie una commedia rosa, piccante ed esilarante che diverte, fa sognare ma anche riflettere. Al di là della pura e semplice toy-boy story romantica e sexy, si muovono infatti due protagonisti seducenti, dalle vite complesse: Federica convive quotidianamente con i fantasmi di un matrimonio fallito e con le ansie di una madre single, mentre Tom deve fare i conti con una morbosa situazione familiare. Tra dubbi, incertezze e appassionati momenti di intimità, Federica e Tom dovranno impegnarsi non poco per vincere le difficoltà. E insieme a queste, dovranno affrontare anche il tabù sociale di un rapporto - quello tra una donna matura e un ragazzo - che pure chiede solo di essere vissuto e rispettato "alla pari" di qualsiasi altra forma d'amore.

Categoria: Narrativa

Editore: L'Airone

Collana:

Anno: 2013

ISBN: 9788864421667

Recensito da Donatella Perullo

Le Vostre recensioni

 

Federica è donna in carriera, mamma di due gemelli, moglie separata, buona amica. Federica è soprattutto donna. Una donna sola con le sue delusioni e con i dolori che l’hanno allontanata dalla vita, quella vera, che fa battere il cuore e tremare l’anima.

Una marea di frustrazioni e disincanto la sta portando alla deriva quando decide di reagire e interrompere lo stillicidio che le corrode il cuore e partire per una vacanza. Andrà quindici giorni in Sardegna, in una piccola casa in riva al mare, sola con se stessa e i suoi bambini. Per potersi rilassare davvero, però, Federica ha bisogno di qualcuno che la aiuti a tenere a bada i due gemellini. Mette un annuncio e fioccano le risposte. La selezione è più breve del previsto. Quando chiama Tom, un ventitreenne tedesco, che si offre per il lavoro di baby sytter, Federica si lascia subito affascinare dall’idea di avere un uomo con lei e i figli, dall’idea che costui conosca il tedesco e ne insegni i rudimenti ai bambini e, soprattutto, si lascia ammaliare dalla sua voce, calda e rassicurante. Assume subito questo Tato tedesco e, al momento dell’incontro, al molo d’imbarco, scopre che oltre la voce c’è di più… molto di più. 

È solo l’inizio de “Il ragazzo alla pari”, il delizioso, profondo romanzo di Federica Gnomo Twins. La Gnomo ci parla d’amore, ma non solo. Ci racconta soprattutto la crescita interiore di una donna che si credeva adulta e si rende conto di essere rimasta poco più che una ventenne. Una donna che ha vissuto fino ai vent’anni e che il resto del tempo ha dormito, studiato e lavorato. La protagonista si ridesta da quel torpore, si scuote e scava nel proprio animo solchi profondi fino a quando non riesce, finalmente, a prendere piena coscienza di sé e della propria volontà, dei propri desideri. Una sorta di novella Bella Addormentata che si risveglia alla vita e ritorna interprete del proprio presente. Lascia le quinte dietro le quali si era nascosta per calcare finalmente il palcoscenico. 

“Il ragazzo alla pari” è un romanzo catartico, profondo e coraggioso. Lo stile della Gnomo incanta con la sua semplicità e limpidezza, che molto spesso diventa quasi poesia. Ci rivela sfaccettature e vulnerabilità dell’animo femminile ma anche la forza e la caparbietà che fanno di ogni donna un guerriero invincibile, un’araba fenice in grado di risorgere dalle proprie ceneri.

Federica Gnomo Twins è laureata in Architettura. È scrittrice, madre di scrittrice. Lavora come curatrice editoriale di una piccola casa editrice ed è redattrice di una rubrica culinaria nella rivista on-line Lovvy.it. Ha scritto numerosissimi racconti pubblicati in diverse e prestigiose antologie. Ama raccontare di amori non convenzionali e “Il ragazzo alla pari” è la conferma di un talento che merita di essere riconosciuto.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Federica

Twins

Gnomo

Libri dallo stesso autore

Intervista a Gnomo Twins Federica

Sin da ragazza Dalia ha lavorato come dattilografa, attraversando il ventesimo secolo sempre accompagnata dalla sua macchina da scrivere portatile, una Olivetti mp1 rossa. La macchina da scrivere ha percorso con Dalia gli anni dell’ascesa fascista, il secondo conflitto mondiale, il dopoguerra, il boom economico, sino a giungere agli anni Novanta, quando le macchine da scrivere stanno cadendo in disuso a causa dell’avvento dei personal computer, e l’ormai anziana dattilografa viene colpita da un ictus che, pur non rivelandosi letale, offusca parte della sua memoria. I ricordi di Dalia non si sono tuttavia dissolti, essi sopravvivono nella memoria tattile dei suoi polpastrelli, dai quali possono essere liberati soltanto grazie al contatto con i tasti della sua Olivetti rossa. Attraverso la macchina da scrivere, Dalia ripercorre la propria esistenza: gli amori, i lutti e i mille espedienti attuati per sopravvivere, procedendo sempre a testa alta con dignità e buonumore. Un unico ricordo, tuttavia, legato al suo grande amore, le sfugge, ma Dalia è decisa a ritrovarlo grazie agli indizi che qualcuno, o forse qualcosa, ha disseminato lungo il suo percorso.

La ragazza con la macchina da scrivere

Icardi Desy

Con la protervia della bellezza giovane, Chéri, ragazzo «coi capelli dai riflessi blu come le penne dei merli», irrompe nella vita di Léa, donna leggera e sapiente - ma nel triangolo amoroso apparirà il rivale più temibile: il Tempo, corruttore di corpi. L'autunnale opulenza di lei e l'acerbo smalto di lui vengono spiati, attimo dopo attimo, da un occhio a cui nulla sfugge, talché la vicenda, scandita dalle scene di una magistrale commedia demi-mondaine, diventa la cronaca della catastrofe di Léa, dove il sentimento è delicatamente avvolto nella fisiologia e brama di sprofondare «in quell'abisso da cui l'amore risale pallido, taciturno e pieno del rimpianto della morte». Quanto a Chéri, giunto all'acme della sua esistenza di 'bello' dinanzi a cui le donne si inchinano, percepisce una vaga inquietudine: «Non distingueva i punti precisi in cui il tempo, con tocchi impercettibili, segna su un bel viso l'ora della perfezione e poi quella di una bellezza più evidente, che annuncia già la maestà di un declino». E quel declinomaestoso vivremo nella Fine di Chéri, dove la punta avvelenata della storia del giovane emerge con fredda chiarezza dalla prosa avvolgente, atmosferica, precisa di Colette.

Chéri – La fine di Chéri

Colette

Alla ricerca dell'(in)felicità

Chimento Andrea

Quindici storie che segnano l'esordio narrativo di James Joyce e compongono un mosaico unitario che rappresenta le tappe fondamentali della vita umana: l'infanzia, l'adolescenza, la maturità, la vecchiaia, la morte. In queste pagine Joyce ritrae oggettivamente il mondo della sua città natale, i pregi e i difetti della piccola borghesia dublinese, l'attaccamento alla tradizione cattolica, il sentimento nazionalistico, il decoro, la grettezza, le meschinità, i pregiudizi, osservati e descritti con mordente ironia e profondo senso poetico. Ogni storia, dove pare nulla succeda, rivela in realtà una complessità di sentimenti che smascherano, agli occhi e al cuore di Joyce, la vera anima di Dublino. Introduzione di Giorgio Melchiori.

Gente di Dublino

Joyce James