Narrativa

Il ragazzo alla pari

Gnomo Twins Federica

Descrizione: Federica è una donna di quarant'anni separata e madre di due gemellini. Quando la sua amica Lia le consiglia di partire per una vacanza e pubblica un annuncio per trovarle una baby-sitter che la aiuti con i piccoli, Federica ancora non sa cosa il destino ha in serbo per lei. Già, perché a presentarsi è un bel giovane di ventitré anni al cui fascino - come Federica scopre ben presto - è piuttosto difficile resistere. Fin qui nulla di irreparabile, se non fosse per il fatto che anche Tom non sembra affatto indifferente alla sensualità della sua datrice di lavoro... Il ragazzo alla parie una commedia rosa, piccante ed esilarante che diverte, fa sognare ma anche riflettere. Al di là della pura e semplice toy-boy story romantica e sexy, si muovono infatti due protagonisti seducenti, dalle vite complesse: Federica convive quotidianamente con i fantasmi di un matrimonio fallito e con le ansie di una madre single, mentre Tom deve fare i conti con una morbosa situazione familiare. Tra dubbi, incertezze e appassionati momenti di intimità, Federica e Tom dovranno impegnarsi non poco per vincere le difficoltà. E insieme a queste, dovranno affrontare anche il tabù sociale di un rapporto - quello tra una donna matura e un ragazzo - che pure chiede solo di essere vissuto e rispettato "alla pari" di qualsiasi altra forma d'amore.

Categoria: Narrativa

Editore: L'Airone

Collana:

Anno: 2013

ISBN: 9788864421667

Recensito da Donatella Perullo

Le Vostre recensioni

 

Federica è donna in carriera, mamma di due gemelli, moglie separata, buona amica. Federica è soprattutto donna. Una donna sola con le sue delusioni e con i dolori che l’hanno allontanata dalla vita, quella vera, che fa battere il cuore e tremare l’anima.

Una marea di frustrazioni e disincanto la sta portando alla deriva quando decide di reagire e interrompere lo stillicidio che le corrode il cuore e partire per una vacanza. Andrà quindici giorni in Sardegna, in una piccola casa in riva al mare, sola con se stessa e i suoi bambini. Per potersi rilassare davvero, però, Federica ha bisogno di qualcuno che la aiuti a tenere a bada i due gemellini. Mette un annuncio e fioccano le risposte. La selezione è più breve del previsto. Quando chiama Tom, un ventitreenne tedesco, che si offre per il lavoro di baby sytter, Federica si lascia subito affascinare dall’idea di avere un uomo con lei e i figli, dall’idea che costui conosca il tedesco e ne insegni i rudimenti ai bambini e, soprattutto, si lascia ammaliare dalla sua voce, calda e rassicurante. Assume subito questo Tato tedesco e, al momento dell’incontro, al molo d’imbarco, scopre che oltre la voce c’è di più… molto di più. 

È solo l’inizio de “Il ragazzo alla pari”, il delizioso, profondo romanzo di Federica Gnomo Twins. La Gnomo ci parla d’amore, ma non solo. Ci racconta soprattutto la crescita interiore di una donna che si credeva adulta e si rende conto di essere rimasta poco più che una ventenne. Una donna che ha vissuto fino ai vent’anni e che il resto del tempo ha dormito, studiato e lavorato. La protagonista si ridesta da quel torpore, si scuote e scava nel proprio animo solchi profondi fino a quando non riesce, finalmente, a prendere piena coscienza di sé e della propria volontà, dei propri desideri. Una sorta di novella Bella Addormentata che si risveglia alla vita e ritorna interprete del proprio presente. Lascia le quinte dietro le quali si era nascosta per calcare finalmente il palcoscenico. 

“Il ragazzo alla pari” è un romanzo catartico, profondo e coraggioso. Lo stile della Gnomo incanta con la sua semplicità e limpidezza, che molto spesso diventa quasi poesia. Ci rivela sfaccettature e vulnerabilità dell’animo femminile ma anche la forza e la caparbietà che fanno di ogni donna un guerriero invincibile, un’araba fenice in grado di risorgere dalle proprie ceneri.

Federica Gnomo Twins è laureata in Architettura. È scrittrice, madre di scrittrice. Lavora come curatrice editoriale di una piccola casa editrice ed è redattrice di una rubrica culinaria nella rivista on-line Lovvy.it. Ha scritto numerosissimi racconti pubblicati in diverse e prestigiose antologie. Ama raccontare di amori non convenzionali e “Il ragazzo alla pari” è la conferma di un talento che merita di essere riconosciuto.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Federica

Twins

Gnomo

Libri dallo stesso autore

Intervista a Gnomo Twins Federica


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Il piccolo libri del Natale; dal nascere al mondo e alla vita; l'enorme mistero della maternità. Una lettura della storia di Maria che restituisce alla madre di Gesù la meravigliosa semplicità di una femminilità coraggiosa, la grazia umana di un destino che la comprende e la supera.

In nome della madre

De Luca Erri

È stato addestrato dall'FBI negli Stati Uniti, è un esperto in rapimenti e torture, ha ucciso centinaia di persone e per vent'anni ha mantenuto la carica di comandante della polizia dello stato del Chihuahua, lavorando allo stesso tempo al soldo di un cartello messicano della droga. Nel suo mondo di corruzione, mantenere l'ordine significava operare contemporaneamente nell'interesse di entrambi, della polizia e dei narcotrafficanti: quando dirigeva la squadra speciale anti sequestro a Juàrez organizzava rapimenti nella stessa città; quando uccideva sotto ricompensa testava i fucili di precisione che facevano parte dell'equipaggiamento dei federali. Non era un fuorilegge. Non era un ribelle. Era lo Stato. Sembra una storia inventata, la paradossale sceneggiatura di un film d'azione, ma quello che Charles Bowden e Molly Molloy hanno trascritto in questo libro è la nuda verità, le parole ascoltate direttamente dalla bocca di un assassino. Frutto di giorni di colloqui proseguiti per un intero anno, El Sicario è il ritratto di una persona reale, un killer professionista che dopo aver commesso un'impressionante sequela di violenze ed essersi macchiato di terribili atrocità, ha deciso di smettere, uscendone vivo. Ora trascorre un' esistenza da fuggitivo perché sulla sua testa pende una taglia da 250.000 dollari.

El sicario

Bowden Charles

“Voci di famiglia” è un titolo che allude alla storia narrata, dove parlano tre persone distintamente, quelle che in un'unica scena del romanzo formano una famiglia.Sofia si reca al cimitero a portare un fiore a sua madre, Ashley. Era una scrittrice, e prima di morire aveva chiesto che all'interno della cappella dove avrebbe dimorato la sua salma, ci fosse un ripiano dove collocare una copia di ogni suo libro. Chi avesse voluto prenderne uno da leggere, in cambio avrebbe dovuto lasciare un fiore. Sofia vede una rosa rossa. Vede che non c'è La musica del silenzio, l'unico che non ha letto. Torna a casa, prende il libro, si accomoda sul letto e inizia a leggere una storia che non conosceva. Nel libro che Sofia legge segue una pagina bianca; intuisce che la seconda parte non è stata scritta da sua madre. Quando Sofia torna al cimitero vede che il libro è stato riportato, ma ce n'è anche un altro mai visto prima. Si intitola “Il risveglio” ed è firmato solo con un nome: Luciano. Sofia si guarda intorno ma non vede nessuno. Torna a casa per leggerlo.Poi si reca al cimitero, e lo inserisce accanto ai libri scritti da sua madre. Sente un rumore alle sue spalle. Si volta, e lo vede.

Voci di famiglia

Giubilei Vincenza

malgama di slanci e ritrosie, il dubbio è il vero e imponderabile (abarico) motore di quella ricerca che rende possibili i nostri esigui brandelli di verità: a questi a volte ci arrocchiamo, spacciandoli con orgoglio per grandi certezze, incuranti o inconsapevoli della loro ossidante caligine che cela l’orma davanti alla nostra e la lunghezza della strada… «Per la nostra autrice la Poesia è predestinazione e salvezza, impegno vitale, ricerca ed esperimento: “tra ritrosi belati dell’io / continua a chiamarmi un canto”.» (dalla Prefazione di Anna Maria Bonfiglio) «Angela Caccia, in questa raccolta, lascia al lettore il compito di percepire le profonde scanalature che il fondale sommuove, inesorabilmente, nel giro dell’esistenza. Non siamo dentro le acque quiete del mare che conosciamo. Leggendo i versi compare la poeta che recita nel chiuso della nostra postazione un puzzle multicolore, un labirinto enigmatico delle ore, nel transito del quotidiano. Il nostro tempo si sospende. Il racconto poetico prende corpo. Poesia intimista che libera energia costruttiva e catartica. Un notturno alla Chopin. Un esercizio virtuoso delle mani, tumultuoso e cieco: “(…) e sono l’orma di passi nel vicolo cieco / un ammasso di venti senza scampo” (da Fantasie).» (Vincenzo D’Alessio)

Il tocco albarico del dubbio

Angela Caccia