Giallo - thriller - noir

Grottesco

McGrath Patrick

Descrizione: Sir Hugo Coal non è mai stato un filantropo. Anche quando non vegetava su una sedia a rotelle, aveva la tendenza a considerare gli esseri umani - le loro azioni, i loro movimenti - meno comprensibili e meno eleganti dell'enorme scheletro di sauro che andava pazientemente ricostruendo. Ma quanto vede ora accadere nelle stanze della sua villa, nei rari momenti in cui i familiari non lo costringono a fissare una parete, gli piace anche meno. E' infatti evidente che Fledge, il nuovo fascinoso, ambiguo maggiordomo, sta ordendo una sua trama assai sinistra. Ed è altrettanto evidente che di quella trama la moglie e la figlia di Sir Hugo, e lui stesso, fanno - consapevolmente? - parte. Resta poco chiaro in che modo Sir Hugo, possa modificare gli eventi con il suo "sguardo di lucertola". Ma in questo fare dello sguardo un'arma letale, McGrath è maestro - come dimostra anche Grottesco, sontuoso ibrido fra le atmosfere notturne della grande letteratura gotica e i ritmi fulminanti della black commedy.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Adelphi

Collana: Fabula

Anno: 2000

ISBN: 9788845915826

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Patrick McGrath – autore di successi editoriali come “Follia” e “Spider” – affronta in “Grottesco” l’icona molto british del maggiordomo (“Maggiordomo, a mio parere, si nasce, non si diventa”).

La torbida, grottesca vicenda oggetto dell’opera viene narrata da Sir Hugo Coal dall’insolita prospettiva della prigionia corporea (“Sono ingobbito e cadaverico; le mie mani poggiano inerti sui braccioli della carrozzella come due artigli e i miei occhi guardano spenti nel vuoto dalle orbite di un volto ossuto…”), in quanto lo strambo paleontologo è condannato sulla sedia a rotelle in seguito a un incidente la cui dinamica verrà rivelata in “zona Cesarini” sul finir del romanzo.
Ritenuto in stato vegetativo (“ero pertanto ontologicamente morto”) dai medici e dalla moglie Harriet, Sir Hugo racconta l’incredibile storia di un assassinio che ha per vittima Sidney, il fidanzato della figlia Cleo, l’unica persona convinta che l’infermità del padre non pregiudichi le sue capacità intellettive.
Intanto il maggiordomo – che nell’opinione di Sir Hugo è l’omicida che ha agito in quanto ricattato da Sidney – diventa il signore dell’ambiente familiare dei Coal, amoreggiando con Harriet e perfino indossando gli abiti che appartenevano all’infermo ex padrone di casa (“Fledge ha preso l’abitudine di vestirsi in maniera molto simile alla mai”).

Con ironia macabra e caratterizzazioni che raggiungono l’apice nei ritratti del paleontologo con scarso seguito e della governante alcolizzata Doris (“corvide trasmigrata nelle sembianze di una donna”), Patrick McGrath affronta il tema del grottesco (“l’immaginazione tende sempre al grottesco”) con abili inversioni nei ruoli e nelle identità dei personaggi (“quella creatura ambigua e crudele, due volte invertita”), dipingendo un noir psicologico di grande effetto con uno stile colto e ricco di echi (“fissai il suo viso sfigurato dall’orrore, esaminando il fine ricamo dei capillari infranti sulla punta del suo becco”).

Bruno Elpis

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Patrick

Mcgrath

Libri dallo stesso autore

Intervista a McGrath Patrick


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Un primo romazo sugli effetti - alcuni prevedibili, altri del tutto inattesi - che un drammatico avvenimento può avere sulla vita di una ragazza fino a quel momento del tutto in pace con se stessa. Ellis ha 21 anni e sta facendo una tranquilla passeggiata in un parco di New York quando viene avvicinata da uno sconosciuto che la minaccia con una pistola. Dopo averla fatta sedere per alcuni minuti con sé su una panchina, lo sconosciuto la lascia inspiegabilmente andare.

E ADESSO PUOI ANDARE

Vida Vendela

Holly Golightly, la protagonista di questo estroso romanzo breve, è una cover-girl di New York, attrice cinematografica mancata, generosa di sé con tutti, consolatrice di carcerati, eterna bambina chiassosa e scanzonata. È un personaggio incantevole, dotato di una sorprendente grazia poetica. Intorno a lei ruotano tipi bizzarri come Sally Tomato, paterno gangster ospite del penitenziario di Sing Sing, O.J. Berman, il potente agente dei produttori di Hollywood, il "vecchio ragazzo" Rusty Trawler, Joe Bell, proprietario di bar e timido innamorato...

Colazione da Tiffany

Capote Truman

CHI DI NOI DUE?

D'Amico Renata

«Giorni lieti s'avvicinavano per la famiglia Portolu, di Nuoro. Agli ultimi di aprile doveva ritornare il figlio Elias, che scontava una condanna in un penitenziario del continente; poi doveva sposarsi Pietro, il maggiore dei tre giovani Portolu. Si preparava una specie di festa: la casa era intonacata di fresco, il vino ed il pane pronti; pareva che Elias dovesse ritornare dagli studi, ed era con un certo orgoglio che i parenti, finita la sua disgrazia, lo aspettavano. Finalmente arrivò il giorno tanto atteso, specialmente da Zia Annedda, la madre, una donnina placida, bianca, un po' sorda, che amava Elias sopra tutti i suoi figliuoli.»

Elias Portolu

Deledda Grazia