Saggi

Ho fatto nascere gli animali

Marengo Silvio

Descrizione: Ho fatto nascere gli animali. Diario di un veterinario (Silvio Marengo)

Categoria: Saggi

Editore: Astegiano

Collana: Animali

Anno: 2006

ISBN: 9788861080065

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Ho fatto nascere gli animali di Silvio Marengo

Scrivete ciò che sapete”, è uno dei consigli che Stephen King dà agli aspiranti scrittori in On writing (ndr: cliccate qui per leggere il nostro commento all’opera). Mentre viene attribuita a Ernest Hemingway questa convinzione: «Tra tutte le cose che conoscete e quelle che non conoscete, tirate fuori qualcosa, inventandola, che non sia una rappresentazione ma una cosa completamente nuova, più vera di qualsiasi altra viva e vera».

Silvio Marengo – veterinario nel cuneese – con l’opera intitolata Ho fatto nascere gli animali mette in pratica il consiglio di King e, in questo saggio che si è aggiudicato il premio internazionale Castel Govone 2020 nella sezione dedicata alla saggistica (ndr: cliccate su questo link), racconta esperienze realmente vissute nel corso della sua interessante professione attraverso una sequenza di episodi che testimoniano sia l’importanza di svolgere con passione il proprio lavoro, sia le emozioni che possono scaturire dal contatto diretto con la natura e le sue meravigliose creature.

Come documentato da molte belle fotografie che hanno per soggetto gli animali domestici che Silvio ha aiutato nel momento cruciale della nascita, il saggio ripercorre molte situazioni nelle quali l’intervento umano si è rivelato risolutivo: a partire dagli amici per eccellenza dell’uomo, i cani e i gatti, tanto destinatari di amore in alcuni casi, quanto vittime dell’incuria e dell’insensibilità umana in molti altri, fino a occuparsi di animali che non rientrano propriamente nelle nostre tradizioni (“La struzzomania ossia la tendenza a impiantare degli allevamenti di struzzi importati… La loro arma di difesa micidiale è il calcio sferrato con precisione chirurgica”).

L’opera è ricca di curiosità, principalmente legate al territorio ( “Gli asini… Nella città di Alba, poi, li fanno anche gareggiare. La tradizione del Palio degli Asini trova la sua origine… nel 1275, nell’Italia dei liberi comuni… Le truppe astigiane avevano posto l’assedio alle mura di Alba…”), riecheggia le atmosfere della cultura degli allevatori (“Non è il maiale che diventa vecchio, ma è il vecchio che diventa maiale”), non edulcora fatti talvolta cruenti  ( “L’elegante rapace poiana… si abbassava con volo sicuro sopra i piccoli che non avevano scampo, ne afferrava uno e lo sollevava…”), ripercorre incidenti nei quali sono incappati veterinari e allevatori, concede spazio all’ironia e a risvolti talvolta comici…

La lettura è consigliata a tutti gli amanti degli animali e, per l’equilibrio tra tecnicismo e gusto descrittivo (“Sull’alpeggio… gli animali, quando sono allevati nella maniera giusta, ripagano l’allevatore con emozioni intense e continuative”), può ben costituire un ottimo intrattenimento per tutti.

Bruno Elpis

Leggi l’articolo Finalborgo 2020, cliccando qui

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Silvio

Marengo

Libri dallo stesso autore

Intervista a Marengo Silvio


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

È il 1981, Ciccio lavora a Foggia in un negozio di dischi e vuole fare il deejey. Tonio è un genio dell'elettronica, intrappolato nell'officina del padre. Giovanni, bello come Alain Delon, è l'ala destra dell'Aquilana calcio, la grande promessa del calcio italiano. Teresa, la sua fidanzata, ha deciso, partirà, finirà gli studi e diventerà un medico. E poi Lorenzo, il prete che ama Jimi Hendrix, e irrompe in paese all'alba su una vecchia citroen. Tre ragazzi, una ragazza e un prete. Un luogo inghiottito nella valle, dove tutto sembra immobile e i segreti germogliano sotto i sassi. Un giorno Ciccio ha un'idea: fare una radio, dare una scossa a quella vita fatta di niente. In un paese dove il mondo arriva in ritardo, la musica si lancerà nell'etere per scorticare il silenzio. E la voce di Lupo Solitario, il mitico dj, si materializzerà in una notte di tregenda.

RADIOPIRATA

Carofiglio Francesco

Oltre 3.500 anni fa, il Sole diede vita a una bambina, Hatshepsut, figlia minore del Faraone. La piccola era fuori dal comune, era agile e aveva doti magiche. Quando sua sorella maggiore morì, fu lei a dover sposare Thutmosis, figlio illegittimo del Faraone, assicurando così una discendenza al sangue divino. La figlia del mattino, «uno dei più bei romanzi storici sulla vita nell’antico Egitto» («The New York Book Review»), racconta le vicissitudini di Hatshepsut, la prima donna faraone, che intorno all’anno 1500 a.C. governò brillantemente per oltre due decenni. A partire dalla descrizione dell’infanzia di Hatshepsut, la sua ascesa al potere, il suo amore impossibile con l’architetto di corte e, infine, il suo assassinio, Pauline Gedge ha scritto un romanzo epico, accuratamente basato su fatti storici, ricco di aneddoti sulla vita a Tebe, sul solare mondo egiziano in tutto il suo splendore.

La figlia del mattino

Gedge Pauline

Roma, 11 luglio 1982. La sera della vittoria italiana al Mundial spagnolo Elisa Sordi, giovane impiegata di una società immobiliare del Vaticano scompare nel nulla. L'inchiesta viene affidata a Michele Balistreri, giovane commissario di Polizia dal passato oscuro. Arrogante e svogliato, Balistreri prende sottogamba il caso, e solo quando il corpo di Elisa viene ritrovato sul greto del Tevere si butta a capofitto nelle indagini. Qualcosa però va storto e il delitto rimarrà insoluto. Roma, 6 luglio 2006. Mentre gli azzurri battono la Francia ai Mondiali di Germania, Giovanna Sordi, madre di Elisa, si uccide gettandosi dal balcone. Il commissario Balistreri, ora a capo della Sezione Speciale Stranieri della Capitale, tiene a bada i propri demoni a forza di antidepressivi. Il suicidio dell'anziana donna alimenta i suoi rimorsi, spingendolo a riaprire l'inchiesta. Ma rendere finalmente giustizia a Elisa Sordi dopo ventiquattro anni avrà un prezzo ben più alto del previsto. Balistreri dovrà portare alla luce una verità infinitamente peggiore del cumulo di menzogne sotto cui è sepolta, e affrontare un male elusivo quanto tenace, che ha molteplici volti uno più spaventoso dell'altro.

TU SEI IL MALE

Costantini Roberto

Agosto 1471. Esausto dal lungo viaggio, un giovane frate attraversa le antiche mura che difendono la città, passa accanto alle vestigia diroccate di un passato ormai dimenticato, s'inoltra in un intrico di vicoli bui e puzzolenti. E infine sbuca in una piazza enorme, davanti alla basilica più importante della cristianità, dove si unisce al resto della popolazione. Ma lui non è una persona qualunque. Non più. È il nipote del nuovo papa, Sisto IV. È Giuliano della Rovere. E quello è il primo giorno della sua nuova vita, un giorno che segnerà il suo destino: dopo aver assistito alla solenne incoronazione dello zio, Giuliano viene coinvolto dai suoi cugini, Girolamo e Pietro Riario, in una folle girandola di festeggiamenti nelle bettole della città, per poi rischiare la morte in un agguato e ritrovarsi al sicuro tra le braccia di una fanciulla dal fascino irresistibile. È il benvenuto di Roma a quell'umile fraticello, che subito impara la lezione. Solo i più forti, i più determinati, i più smaliziati sopravvivono in quel pantano che è la curia romana. Inizia così la scalata di Giuliano, che scopre di avere dentro di sé un'ambizione bruciante, pari solo all'attrazione per Lucrezia Normanni, la donna che lo aveva salvato quel fatidico, primo giorno, e che rimarrà al suo fianco per gli anni successivi, dandogli pure una figlia. Anni passati a fronteggiare con ogni mezzo sia le oscure manovre del suo grande avversario, il cardinale Rodrigo Borgia, sia i tradimenti dei suoi stessi parenti, i Riario. Anni passati sui campi di battaglia, a imparare l'arte della guerra, e a tramare...

Le origini del potere

Selmi Alessandra