Narrativa

Ho smesso tutto

Il Cile

Descrizione: Una vita ricostruita attraverso le storie d'amore. Dodici ritratti femminili, dodici donne diversissime luna dall'altra ma accomunate dal forte e immarcescibile sentimento amoroso. Frammenti di vita che si incastrano per formare un puzzle caleidoscopico il cui risultato è sicuramente un inno all'amore, al sesso, alle donne. C'è Campy, la ragazza di campagna, che ama le moto e i motociclisti. C'è Vacuy, la perfetta groupie armata di macchina fotografica per immortalare tutti i concerti. C'è Soldy, conosciuta sui social e che presto si rivela un vero e proprio incubo. Ci sono loro e c'è il protagonista. E anche un finale insolito, inaspettato, originale. È tutta finzione o è tutta verità?

Categoria: Narrativa

Editore: Kowalski

Collana: Narrativa

Anno: 2014

ISBN: 9788874968442

Recensito da Simone Pozzati

Le Vostre recensioni

Molti lo conoscono come Il Cile, giovane cantautore dalla penna tagliente e originale. Altri lo hanno notato al fianco di artisti importanti tra cui J-Ax, Negrita e Club Dogo.
Magari ascoltato nella categoria “Giovani” a Sanremo nel 2013, dove, con il brano Le parole non servono più, ha vinto il premio Asso Musica e il Premio Sergio Bardotti per il miglior testo.
Lui è Lorenzo Cilembrini e con il suo primo romanzo Io ho smesso tutto ci racconta la storia di un rocker ormai stanco, stanco di tutto.

Adesso è giunto il momento di riflettere
Io devo riflettere
Io devo risolvere
IO HO SMESSO TUTTO

Dodici storie, dodici donne, dodici stereotipi, altrettanti modi di amare. Questo è solo il contorno, la superficie delle cose. Il resto è tutto dentro, è una lama che penetra lenta nella carne, la consapevolezza di ciò che si è e di come lo si è diventati.

La necessità di smettere tutto è un must, tracciato chiaramente sin dal primo capitolo.

Non si tratta di un autobiografia, ma nella prosa si possono riconoscere senz’altro alcune caratteristiche dello stile in versi che lo ha fatto apprezzare al pubblico. Chi ha assaporato i testi delle sue canzoni, quindi, non si troverà deluso leggendo questo breve romanzo. Una storia scorrevole, fatta di pagine che scivolano veloci tra le dita, come rapidi defluiscono i ricordi, quelli di una vita intensa. Un vortice di emozioni che può arrivare a sommergere un’esistenza fatta di Vittorie, Sconfitte, Preghiere, Insulti, Speranze, Grandi depressioni, ineluttabili termini di fine corsa.

Leggendo Ho smesso tutto si viene trascinati nell’abisso di una dimensione interiore tanto ironica quanto spietata e sincera. Sembra quasi di ascoltare la schiettezza del giovane Holden dalle labbra di un rocker navigato che, vagando nei ricordi, mette a nudo pian piano il proprio lato umano. Dove alla franchezza corrisponde eguale senso di inadeguatezza.

Così, pagina dopo pagina, riga dopo riga, parola dopo parola. il respiro si fa sempre più corto. Cilembrini scava dentro, con una prosa piacevole, costruita su parole taglienti che descrivono la mascherata durezza dell’essere artisti. Rockstar che dietro lo schermo appaiono come idoli, che non possono essere scalfite da alcuna pena, sono in realtà fragili creature umane. Non solamente fiere da camera affamate di sesso, sempre pronte a banchettare con la prossima fan di turno.

Il romanzo è uno zibaldone, come lo definisce lo stesso autore. Una raccolta, un diario, fatto di racconti che si reggono in piedi anche da soli che però si rincorrono, trasformando ben presto la storia in un inno alle donne e in un tributo a quel sogno che tanti giovani portano in grembo: la Musica .

Voglio avvisare il lettore.
Negli gli ultimi capitoli c’è il rischio di sciogliersi sul foglio…

Qui il sito ufficiale dell’autore.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Cile

Il

Libri dallo stesso autore

Intervista a Il Cile


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Che cos’è la vita? Una scalata verso la salvezza da se stessa, risponde Silvia, trentacinquenne più che carina, ragazza che non si sente né donna né bimba, scrittrice o forse scrittora, crisalide che magari, un giorno, sarà farfalla, ma con i suoi tempi e i suoi modi. Vi riuscirà? Non è detto, forse non è così importante il risultato finale, ma la ricerca di sé che Silvia conduce tra amiche e presunti uomini della vita, fra situazioni ai limiti del grottesco e lo scodinzolio del suo pelosissimo cane, riempie il libro di una fresca essenza vitale, questa sì irrinunciabile. Una Bridget Jones all’italiana? Solo in parte, anche se non mancano ossessioni personali, manie e stranezze della vita, e una buona dose di sarcasmo nell’osservarle. Più di Bridget, Silvia rappresenta le eterne ragazze di oggi, dà spessore ai loro pensieri, mette in piazza le ansie e i propositi. In fondo, si può restare crisalidi per tutta la vita, se non si ha la sicurezza di diventare una farfalla speciale.

CRISALIDE ROSA

Pivari Cristiana

Mi chiamo Teresa Ciabatti, ho quarantaquattro anni e non trovo pace. Voglio scoprire perché sono questo tipo di adulto, deve esserci un'origine, ricordo, collego. Deve essere successo qualcosa. Qualcuno mi ha fatto del male. Ricordo, collego, invento. Cosa ha generato questa donna incompiuta?

La più amata

Ciabatti Teresa

2010, Baia di Hudson. Allyson Gordon è una giovane ragazza di diciannove anni che vive a Churchill, un freddo e misterioso paesino di appena tremila abitanti nel Nord del Canada.Quando, in circostanze del tutto misteriose, conoscerà un giovane ragazzo indiano di nome Adahy e il suo amico Sewati, la sua vita cambierà inesorabilmente. Ben presto Allyson capirà il legame antico che unisce Adahy alla sua famiglia, scoprendo la verità sulle morti premature dei suoi antenati e di suo padre. Con l'aiuto dell'amico indiano Sewati dovrà cercare di salvare se stessa dalla medesima fine&Di origini abruzzesi, Lucilla Leone nasce a Roma nel 1975, dove risiede tuttora con il marito e i due figli. La passione per la scrittura la accompagna sin dai tempi delle Scuole Superiori.

Indio

Leone Lucilla

I due terzi delle malattie croniche - come cancro, infarto cardiaco, angina, ictus, diabete, ipertensione, osteoporosi e obesità - che flagellano la società occidentale dipendono dalla dieta: possiamo ammalarci e morire non solo per l’insufficienza ma anche per il troppo cibo. Poiché la nostra salute dipende da ciò che mangiamo, è importante conoscere i principali nutrienti, le calorie e i gruppi di cibi vegetali, e le raccomandazioni particolari per garantire l’adeguatezza nutrizionale della dieta. Ogni ricetta è corredata da un breve commento introduttivo con gli abbinamenti più adatti e da tabelle con i valori nutrizionali, per venire incontro alle esigenze di mangiare bene, tenendo sotto controllo il peso e la propria salute. Ricette gustose e per tutte le esigenze e un intero capitolo dedicato alle pizze e ai «calzoni» vegan.

La cucina diet_etica

Barbero Emanuela