Narrativa

Hugo e Rose

Bridget Foley

Descrizione: Rose è delusa dalla sua vita pur non avendone motivo: ha una bella famiglia e una deliziosa casa in un bel quartiere. Ma per Rose questa vita ordinaria è messa in ombra dalla sua altra vita, quella che vive ogni notte nei suoi sogni. Da bambina, in seguito a un incidente, ha iniziato a sognare una meravigliosa isola ricca di avventure. Su quest’isola non è mai stata sola: c’è sempre Hugo, un ragazzo coraggioso che cresce assieme a lei negli anni fino a diventare il suo eroe. Ma quando Rose incontra casualmente Hugo nella vita vera, sia i suoi sogni che la vita reale cambieranno per sempre. Si trova infatti davanti l’uomo che ha condiviso le sue incredibili avventure in luoghi impossibili, che è cresciuto assieme a lei, ma ambedue sono molto diversi da come si erano immaginati. Il loro incontro dà il via a una cascata di domande e bugie, e a una pericolosa ossessione, che minaccia di rovesciare il mondo di Rose. Lei vorrà veramente perdere tutto ciò che le è caro per capire lo straordinario rapporto che li unisce?

Categoria: Narrativa

Editore: Edizioni e/o

Collana: Dal mondo

Anno: 2015

ISBN: 9788866326731

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Solo nei suoi sogni Rose è una donna veramente felice… Non che sia insoddisfatta nella vita di tutti i giorni: ha un marito che la ama e tre splendidi figli. Tuttavia la routine, si sa, uccide la passione e cancella ogni residuo di follia.

Di notte, invece, quando chiude gli occhi, Rose vola via, lontano… La sua mente infatti la trasporta su una strana isola, dove vive fantastiche avventure in compagnia di Hugo, il suo amico più caro.

É così da anni ormai, tanto che per Rose quella sull’isola è diventata una seconda vita appagante e divertente, un universo parallelo in cui ama rifugiarsi.

Un giorno, però, accade qualcosa che annulla e confonde il confine tra sogno e realtà e Rose si ritrova inevitabilmente a riflettere sulla natura delle proprie visioni.

Quando è cominciato tutto questo e perché? Quanto c’é di vero? Chi è Hugo?

Con il suo primo romanzo la Foley punta a stupire il lettore, e lo fa con un cambio d’atmosfera che lo catapulta dal mondo dei sogni a quello degli incubi.

Nelle prime pagine ci sono tutte le premesse per una lettura rilassante in attesa dell’immancabile lieto fine, dai personaggi tratteggiati con toni pacati alla scrittura lineare. Invece… Sorpresa! Il ritmo improvvisamente incalza e, a poco più della metà del testo si salta nel vuoto, viaggiando a velocità sostenuta.

Il passaggio risulta effettivamente inatteso ma anche ardito, perché rischia di farle perdere una fetta importante di pubblico: quella che cercava la fiaba, pretendendo un’unica e semplice conclusione.

Questa credo fosse l’idea dell’autrice, che insiste (anche troppo) con la storia della casalinga della porta accanto per favorire il processo d’identificazione e convincere il lettore a divorare il libro anziché sfogliarlo distrattamente, lasciarlo sul comodino e riprenderlo dopo qualche giorno pensando: dov’ero rimasto?

A questo punto non resta che chiedersi se la Foley sia riuscita nel suo ambizioso intento. La mia personalissima risposta è ni.

Ni perché questa Rose non mi ha convinta, perché il registro linguistico non è accattivante, perché le pagine dedicate ai sogni sono sì funzionali alla trama ma decisamente pesanti e a tratti puerili, perché lo stesso passaggio dalle tinte pastello al nero sembra buttato lì per caso, come se l’intuizione fosse arrivata a metà dell’opera, quando le fondamenta del romanzo erano già costruite.

L’esordio dell’autrice comunque va apprezzato per la lucidità calibrata e la sapiente alternanza dei capitoli. Probabilmente, sfrondando qua e là, anche la trama (non banale) ne guadagnerebbe.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Foley

Bridget

Libri dallo stesso autore

Intervista a Bridget Foley


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

In questo lavoro l'Autore racconta gli anni Ottanta, una stagione magica per la boxe. Un decennio segnato dalle imprese di Marvin Hagler. Protagonista di mitiche sfide con Thomas Hearns, Roberto Duran, John Mugabi, Ray Leonard. Erano gli anni in cui un italiano, il pugliese Vito Antuofermo, riusciva a conquistare il titolo dei medi e Mike Tyson diventava il più giovane campione del mondo nella storia dei massimi. Torromeo ho visto tre indimenticabili riprese tra Hagler ed Hearns, assistito al tragico balletto di Trevor Berbick, messo ko da Mike Tyson. Era a bordo ring quando Hagler ha sofferto contro Juan Domingo Roldan, ma poi l´ha distrutto come solo lui sapeva fare. La battaglia di Marvin contro John Mugabi l´ha guardata davanti alla tv. In quei giorni era a Sanremo prima, e a Montecarlo poi, per raccontare il vittorioso assalto di Patrizio Oliva al mondiale dei superleggeri. Ospite di Roberto Duran nella sua casa di Miami, ho passeggiato nell´inferno di Brownsville, a Brooklyn, dove Mike Tyson è nato. Ha viaggiato con Ray Boom Boom Mancini dopo la tragedia della morte di Duk Koo Kim. Ha parlato con Thomas Hearns nello scenario di una Detroit in piena crisi economica. L'Autore racconto i magici anni Ottanta. La linea guida è la rincorsa di Marvin Hagler e Sugar Ray Leonard verso la grande sfida. Un match, datato 6 aprile 1987, che ha saputo conservare intatto negli anni un alone di mistero. Il libro svela vicende e segreti di quel periodo indimenticabile, quando la boxe era una cosa seria.

Meraviglioso

Torromeo Dario

Nulla sembra muoversi nell’assolata Minervino, patria della medium Eusapia Palladino. Finché in paese arriva il romanziere Guido Galliano, ingaggiato dal conte Ferdinando Canosa perché aiuti la volitiva moglie, Finizia, a finire il romanzo, proprio sulla vita della Palladino, cui invano lavora da anni. La cosa dovrà però accadere in segreto. Soprattutto senza che niente ne sappia Maddalena Nortano. E' infatti per contendere il primato a costei, sua rivale da quando le soffiò lo sposo sull’altare e ora, grazie ai suoi libri di storia locale, figura di spicco del Circolo “La Scesciola”, che Finizia coltiva il sogno di diventare scrittrice pur senza averne la benché minima capacità.

Una medium, due bovary e il mistero di Bocca di Lupo

Cappelli Gaetano

Lina ha appena compiuto quindici anni quando scopre che basta una notte, una sola, per cambiare il corso di tutta una vita. Quando arrivano quegli uomini che la costringono ad abbandonare tutto. E a ricordarle chi è, chi era, le rimane soltanto una camicia da notte, qualche disegno e la sua innocenza. È il 14 giugno del 1941 quando la polizia sovietica irrompe con violenza in casa sua, in Lituania. Lina, figlia del rettore dell’università, è sulla lista nera, insieme a molti altri scrittori, professori, dottori e alle loro famiglie. Sono colpevoli di un solo reato, quello di esistere. Verrà deportata. Insieme alla madre e al fratellino viene ammassata con centinaia di persone su un treno e inizia un viaggio senza ritorno tra le steppe russe. Settimane di fame e di sete. Settimane di pianti, urla, e morte. Fino all’arrivo in Siberia, nel campo di lavoro dell’Altaj, dove tutto è grigio, dove regna il buio, dove il freddo uccide, sussurrando. E dove non resta niente, se non la polvere della terra che i deportati sono costretti a scavare, giorno dopo giorno. Ma c’è qualcosa che non possono togliere a Lina. Ci sono la sua dignità. La sua forza. La luce nei suoi occhi. E il suo coraggio. Quando non è costretta a lavorare, Lina disegna. Documenta tutto. Deve riuscire a far giungere i disegni al campo di prigionia del padre. È l’unico modo, se c’è, per salvarsi. Per gridare che sono ancora vivi. Circondata dall’odore della morte, Lina si batte per la propria vita, decisa a non consegnare la sua paura alle guardie, giurando che, se riuscirà a sopravvivere, onorerà la sua famiglia, e le migliaia di famiglie sepolte in Siberia, per mezzo dell’arte e della scrittura.

AVEVANO SPENTO ANCHE LA LUNA

Sepetys Ruta

Terzo incontro del Circolo de i-LIBRI – “Il Vangelo secondo Gesù Cristo”