Narrativa

Hugo e Rose

Bridget Foley

Descrizione: Rose è delusa dalla sua vita pur non avendone motivo: ha una bella famiglia e una deliziosa casa in un bel quartiere. Ma per Rose questa vita ordinaria è messa in ombra dalla sua altra vita, quella che vive ogni notte nei suoi sogni. Da bambina, in seguito a un incidente, ha iniziato a sognare una meravigliosa isola ricca di avventure. Su quest’isola non è mai stata sola: c’è sempre Hugo, un ragazzo coraggioso che cresce assieme a lei negli anni fino a diventare il suo eroe. Ma quando Rose incontra casualmente Hugo nella vita vera, sia i suoi sogni che la vita reale cambieranno per sempre. Si trova infatti davanti l’uomo che ha condiviso le sue incredibili avventure in luoghi impossibili, che è cresciuto assieme a lei, ma ambedue sono molto diversi da come si erano immaginati. Il loro incontro dà il via a una cascata di domande e bugie, e a una pericolosa ossessione, che minaccia di rovesciare il mondo di Rose. Lei vorrà veramente perdere tutto ciò che le è caro per capire lo straordinario rapporto che li unisce?

Categoria: Narrativa

Editore: Edizioni e/o

Collana: Dal mondo

Anno: 2015

ISBN: 9788866326731

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Solo nei suoi sogni Rose è una donna veramente felice… Non che sia insoddisfatta nella vita di tutti i giorni: ha un marito che la ama e tre splendidi figli. Tuttavia la routine, si sa, uccide la passione e cancella ogni residuo di follia.

Di notte, invece, quando chiude gli occhi, Rose vola via, lontano… La sua mente infatti la trasporta su una strana isola, dove vive fantastiche avventure in compagnia di Hugo, il suo amico più caro.

É così da anni ormai, tanto che per Rose quella sull’isola è diventata una seconda vita appagante e divertente, un universo parallelo in cui ama rifugiarsi.

Un giorno, però, accade qualcosa che annulla e confonde il confine tra sogno e realtà e Rose si ritrova inevitabilmente a riflettere sulla natura delle proprie visioni.

Quando è cominciato tutto questo e perché? Quanto c’é di vero? Chi è Hugo?

Con il suo primo romanzo la Foley punta a stupire il lettore, e lo fa con un cambio d’atmosfera che lo catapulta dal mondo dei sogni a quello degli incubi.

Nelle prime pagine ci sono tutte le premesse per una lettura rilassante in attesa dell’immancabile lieto fine, dai personaggi tratteggiati con toni pacati alla scrittura lineare. Invece… Sorpresa! Il ritmo improvvisamente incalza e, a poco più della metà del testo si salta nel vuoto, viaggiando a velocità sostenuta.

Il passaggio risulta effettivamente inatteso ma anche ardito, perché rischia di farle perdere una fetta importante di pubblico: quella che cercava la fiaba, pretendendo un’unica e semplice conclusione.

Questa credo fosse l’idea dell’autrice, che insiste (anche troppo) con la storia della casalinga della porta accanto per favorire il processo d’identificazione e convincere il lettore a divorare il libro anziché sfogliarlo distrattamente, lasciarlo sul comodino e riprenderlo dopo qualche giorno pensando: dov’ero rimasto?

A questo punto non resta che chiedersi se la Foley sia riuscita nel suo ambizioso intento. La mia personalissima risposta è ni.

Ni perché questa Rose non mi ha convinta, perché il registro linguistico non è accattivante, perché le pagine dedicate ai sogni sono sì funzionali alla trama ma decisamente pesanti e a tratti puerili, perché lo stesso passaggio dalle tinte pastello al nero sembra buttato lì per caso, come se l’intuizione fosse arrivata a metà dell’opera, quando le fondamenta del romanzo erano già costruite.

L’esordio dell’autrice comunque va apprezzato per la lucidità calibrata e la sapiente alternanza dei capitoli. Probabilmente, sfrondando qua e là, anche la trama (non banale) ne guadagnerebbe.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Foley

Bridget

Libri dallo stesso autore

Intervista a Bridget Foley


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Giulia, diciotto anni, la passione per il canto a tenerla viva, ha una famiglia spezzata alle spalle e un fratello, Davide, come una piccola luce nelle ore di buio. Roman, diciotto anni anche lui, dopo l’infanzia trascorsa in una terra straniera vive un presente di clandestino, fatto di piccoli furti e giornate senz’amore. I loro mondi, opposti e lontani, finiscono per scontrarsi, poi incontrarsi, tra le corsie di un supermercato: in un pomeriggio cometanti altri sembra possibile dimenticare la solitudine grazie ad un amore pulito, capace di annullare pregiudizi e paure. Mentre, fuori, la tv continua a creare star, mostri, casi di cronaca, e nel bar sotto casa italiani e stranieri paiono decisi a non volersi capire. Matteo De Simone, giovane scrittore torinese, con “I denti guasti”, sua seconda prova, dimostra talento ed uso sapiente della lingua, abile nel raccontare il nostro presente, quello italiano impastato di mass media e scontri di civiltà, per narrarci un’atipica storia d’amore nata in fretta e troppo in fretta svanita nel nulla: sullo sfondo personaggi nudi, crudi, veri, emblemi di una società complicata e qualunquista tratteggiati con intelligenza e passione. “I denti guasti”, romanzo costruito su di affetti complicati e conflitti irrisolti, stupirà per lo sguardo luci do dell’autore, capace di raccontare le fragilità di Giulia e Roman, così come le nostre, senza banali e scontate divisioni tra bene e male.

DENTI GUASTI

De Matteo Simone

Vorrei poter scrivere un libro che fosse solo un incipit, che mantenesse per tutta la sua durata la potenzialità dell'inizio, l'attesa ancora senza oggetto. (Italo Calvino, Se una notte d'inverno un viaggiatore)".Questo è un libro "solo di incipit": i più significativi della letteratura mondiale (da Omero alla letteratura contemporanea) narrati, con "svolgimenti molteplici, inesauribili", da una ventina di scrittori, a cui si aggiungono le testimonianze sulla "potenzialità" e difficoltà dell'inizio" di Raffaele La Capria, Dacia Maraini, Melania Mazzucco, raccolte dallo scrittore e magnifico "conversatore" Paolo Di Paolo.

Cronache dal Big-Bang

AA.VV.

Scritta nel 1966 e messa in scena per la prima volta nel 1977 a Roma, cioè a due anni dalla scomparsa del suo autore, Affabulazione narra la storia di una rivolta tra padre e figlio che diventa una dolente metafora del mancato dialogo tra due generazioni.

Affabulazione

Pasolini Pier Paolo

Camicetta immacolata, coda di cavallo, gonna al ginocchio. Abby Abernathy sembra la classica ragazza perbene, timida e studiosa. Ma in realtà Abby è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University insieme alla sua migliore amica per il primo anno di università, ha tutta l'intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo. Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una ragazza diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. Dietro di sé ha una scia di adoratrici disposte a tutto per un suo bacio. C'è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato per eccellenza. Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano quelli profondi di lui e sente uno strano nodo allo stomaco: Travis rappresenta tutto ciò da cui ha solennemente giurato di stare lontana. Eppure Abby è assolutamente determinata a non farsi affascinare. Lei no, non ci cadrà come tutte, lei sa quello che deve fare, quel ragazzo porta solo guai. Ma quando, a causa di una scommessa fatta per gioco, i due si ritrovano a dover condividere lo stesso tetto per trenta giorni, Travis dimostra un'inaspettata mistura di dolcezza e passionalità. Solo lui è in grado di leggere fino in fondo all'anima tormentata di Abby e capire cosa si nasconde dietro i suoi silenzi e le sue improvvise malinconie. Solo lui è in grado di dare una casa al cuore sempre in fuga della ragazza. Ma Abby ha troppa paura di affidargli la chiave per il suo ultimo e più profondo segreto…

Uno splendido disastro

McGuire Jamie