Giallo - thriller - noir

I diabolici

Boileau Pierre, Narcejac Thomas

Descrizione: Pierre Boileau e Thomas Narcejac si incontrano alla fine degli anni Quaranta e prendono quasi immediatamente la decisione che farà di loro una delle coppie più famose della letteratura francese, e non solo: quella di realizzare "qualcosa di radicalmente nuovo", inserendo "nel genere poliziesco i temi di quello fantastico". Nei Diabolici compaiono alcuni dei Leitmotiv della loro sterminata, formidabile produzione: l’ambientazione provinciale e piccolo-borghese, il realismo psicologico, la suspense – e soprattutto l’inversione dei ruoli: in un’autentica spirale di angoscia, l’assassino si trasforma in una vittima braccata dalla defunta.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Adelphi

Collana: Gli Adelphi

Anno: 2014

ISBN: 9788845929175

Recensito da Anna Maria Balzano

Le Vostre recensioni

Il noir senza investigatori né poliziotti.

I diabolici” di Boileau e Narcejac fu pubblicato nel 1952 in Francia ed è stato proposto al pubblico italiano da Adelphi nel 2014. Il testo ebbe molto successo negli anni cinquanta in Francia e il regista Henri Clouzot si aggiudicò i diritti cinematografici sottraendoli a Hitchcock, che aveva lottato per ottenerli. Il film uscì nel 1955 e ne furono protagonisti Simone Signoret, Charles Vanel e Paul Meurisse. Successivamente Boileau e Narcejac scrissero per Hitchcock la sceneggiatura de “La donna che visse due volte”, che riscosse un enorme successo.

Con “I diabolici” siamo di fronte a un genere, il noir, che non ha più al centro l’indagine condotta da un investigatore o da un poliziotto. Boileau e Narcejac non ci fanno rimpiangere i Marlowe , i Poirot, gli Holmes. Qui l’indagine é un processo di autoanalisi compiuta dal protagonista che si trova a fare i conti con se stesso e la sua coscienza, per fare luce su una realtà che gli appare confusa e contraddittoria.

Sin dalle prime pagine del romanzo, Ravinel, uno dei tre componenti del classico triangolo – marito, moglie e amante – subito dopo il delitto, si sente sempre più stringere in una morsa soffocante che gli obnubila la mente e lo getta progressivamente nel panico.

I personaggi si muovono quasi  sempre di notte o avvolti da fitta nebbia. E la nebbia infatti diviene metafora della vicenda: essa assume un valore simbolico inquietante. “[…..] Non era  un caso. Quella nebbia aveva un significato preciso. [….] il sole non sarebbe mai sorto. Ne era sicuro.”

Ravinel si dibatte in una perenne incertezza che genera ansia e claustrofobia. La realtà che lo circonda diviene via via più ingannevole, più ambigua. I luoghi, urbani e extraurbani, appaiono caratterizzati da un contrasto continuo di luci e ombre. “ [….] Si mise a correre e, correndo, si imbatteva in altre ombre, si trovava davanti all’improvviso facce che sembravano prendere forma lì per lì, nel corpo stesso della nebbia, e che poi si deformavano e si scioglievano come statue di cera.

L’ambiguo rapporto con l’amante e con la moglie risveglia in Ravinel una coscienza sopita, crea intorno a lui una realtà spaventosa e fittizia, alimentata dal crescente senso di colpa.

L’indagine psicologica del personaggio procede in un crescendo ansiogeno, fino alle pagine finali che vogliono essere un vero coup de théâtre.

Un romanzo raffinato, una storia avvincente, con quella componente claustrofobica che ne ha reso possibile una realizzazione cinematografica di successo.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Pierre,

Boileau

Libri dallo stesso autore

Intervista a Boileau Pierre, Narcejac Thomas


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Il metodo Feuerstein è una strategia per lo sviluppo delle strutture cognitive apprezzata e ampiamente utilizzata a livello internazionale. In questo libro il celebre psicologo presenta, nella prima traduzione italiana, i fondamenti teorici e le applicazioni pratiche di questo metodo. Il programma ha due obiettivi fondamentali: arricchire il repertorio dell'individuo di strategie cognitive che portano a un apprendimento e a un problem solving più efficace, e sviluppare strategie in individui con ritardo mentale. Può così essere usato sia come programma di recupero per individui con bisogni speciali, sia come programma di arricchimento per individui con prestazioni normali. Il metodo Feuerstein può essere applicato in tutte le situazioni in cui è necessario favorire un incremento delle prestazioni individuali e accrescere la flessibilità di risposta rispetto al cambiamento.

Il programma di arricchimento strumentale di Feuerstein

Feuerstein Reuven, Raphael Feuerstein, Falik Louis, Rand Yaacov

Mario e Cristiana hanno superato i sessant'anni e sono divorziati da quindici. Lui è un ingegnere idraulico che si è appena trasferito a Rio de Janeiro con una giovane moglie e un figlio di poco più di un anno. Lei è rimasta a Roma con i loro due figli ormai grandi e un secondo, felice matrimonio. Un giorno, Cristiana riceve una strana lettera di Mario dal Brasile. Le scrive che si sta sentendo vecchio, che vorrebbe ritrovare un po' della perduta giovinezza scambiandosi delle lettere con lei. Dice che solo così, tornando indietro con chi si è stati giovani davvero, si può esserlo ancora. Ma quali sono, in realtà, le sue intenzioni? Attraverso le risposte di Cristiana, il lettore vedrà sfilare davanti ai suoi occhi, insieme alla storia del loro amore naufragato, i tic e i malesseri di un'intera generazione: le false utopie, la crisi del rapporto tra uomo e donna, le rivoluzioni fallite, il terrorismo, la fede politica, i molti ideali sfumati per non lasciare spazio ad altro che alla banale concretezza. E poi i rancori, i tradimenti reciproci, tutte le cose non dette che finalmente tornano a galla in modo violento, brutale, sempre senza pietà. Fino a una vera e propria resa dei conti nella quale tutte le carte, ormai, sono in tavola.

Ti spiego

Petri Romana

Proprio mentre i giornali annunciano che Joào Ubaldo Ribeiro sta scrivendo un libro sulla lussuria, lo scrittore riceve un manoscritto. Sono gli originali del testo che viene pubblicato e permettono al pubblico di conoscere la storia di un personaggio eccezionale in tutti i sensi: CLB, una donna di 68 anni di Rio de Janeiro che nella sua vita non si è mai tirata indietro quando si è trattato dei piaceri e delle infinite possibilità del sesso. Impudico e provocatore, Joào Ubaldo Ribeiro (1941), il grande maestro della letteratura brasiliana, il celebre autore tradotto in più di sedici paesi, ha dedicato un libro alla lussuria, provando che sotto l’Equatore il peccato non esiste.

LUSSURIA

Ribeiro João Ubaldo

Michele Gervasini è il tuo vicino di scrivania. Goffo e incolore, sempre a un passo dall'agognato scatto di carriera, dimostra a ogni respiro una solenne verità: l'uomo è quell'animale che, grazie al lavoro, sceglie liberamente di rendersi schiavo per tutta la vita. Ma il giorno in cui i colleghi cominciano a suicidarsi a raffica, il percorso esistenziale casa-ufficio registra un sinistro scricchiolio. E sotto gli occhi stolidi della mucca aziendale in vetroresina salta in aria l'organigramma del mondo. Un romanzo abrasivo, comico e letterario, in cui ridendo degli altri è impossibile non riconoscersi.

NESSUNO E’ INDISPENSABILE

Fiore Peppe