Narrativa

I giorni di Elisa

Senestro Silvia

Descrizione: Elisa, grazie a un colloquio con una psicologa, scopre che la figlia diciassettenne Federica ha grossi problemi, tenuti ben nascosti dietro la facciata di studentessa e ballerina modello. Sentendo di non poter contare sull'aiuto di nessuno, dopo alcuni tentativi falliti miseramente, Elisa intuisce che solo un drastico cambiamento rispetto alla routine quotidiana può aiutarla. Decide di rifugiarsi con Federica in una casetta di montagna. Iniziano così giorni duri e decisivi nella vita delle due protagoniste. Giorni di passeggiate nei boschi, litigi, risate, lacrime, accuse reciproche, bicchieri di latte rovesciati e torte finite sul pavimento. Elisa non si arrenderà alle difficoltà e continuerà ad inseguire il suo obiettivo, ma prima dovrà trovare il coraggio di affrontare un segreto del suo passato.

Categoria: Narrativa

Editore: Tipografia Baima-Ronchetti

Collana: Biblioteca degli scrittori piemontesi

Anno: 2019

ISBN: 9788831934206

Recensito da Ornella Donna

Le Vostre recensioni

Silvia Senestro, nata a Torino, vive a Racconigi, dove svolge la professione di psicologa. Ora pubblica I giorni di Elisa, un libro intenso e profondo sul rapporto difficile tra una madre e una figlia adolescente.

La famiglia di Elisa è la famiglia buona del Mulino Bianco, quella in cui tutto è preciso, in ordine e pulizia perfetta, affetto sentito, ma poco dimostrato. Questo è ciò che crede Elisa, sempre perfetta, la cui giornata segue rigidi protocolli, fatti di schemi e riti eternamente uguali. Federica, figlia adolescente, invece si sente “la figlia del miracolo nata dalla coppia di zombie O meglio, nata dalla zombie e dalla sua vittima. Inseguite il benessere, i soldi, la roba. (…) Piangente e vi lamentate, ma con la tuta da sci firmata addosso. (…) L’educazione siberiana + la scuola cattolica = casa mia”.

Parole terribili che colpiscono di netto Elisa. Quando Federica inizia a procurarsi piccoli e continui tagli, ma ovunque sul corpo, Elisa si vede costretta dalla psicologa ad affrontare non solo il problema, ma anche il segreto dal quale tutto discende. Così pensa di risolvere accantonando il mondo, per recarsi in villeggiatura nella loro casa “fiabesca” a Valdieri, ove “si trova la casetta, grigia perché non è mai stata intonacata, piccola e dignitosa, lontana da tutto, comoda solo per arrivare al fiume, ti fa sentire sperduto nei boschi pur trovandosi a pochi minuti da un centro abitato.”

Riusciranno ad affrontare le reciproche paure e le sofferenze per risolvere i conflitti insoluti?

Una lettura intensa, con una forte caratterizzazione psicologica, intima e intimistica. È il racconto di uno scavo psicologico, complicato e sofferto. Ma non solo: è la raffigurazione di un percorso di vita, che coinvolge il rapporto tra una madre e una figlia all’insegna di una serenità a lungo agogneda e ardua da raggiungere. Un testo che si divora, sull’orma già tracciata, per cui “Tutte le famiglie si somigliano: ogni famiglia infelice è invece disgraziata a modo suo.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Silvia

Senestro

Libri dallo stesso autore

Intervista a Senestro Silvia


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Una vita ricostruita attraverso le storie d'amore. Dodici ritratti femminili, dodici donne diversissime luna dall'altra ma accomunate dal forte e immarcescibile sentimento amoroso. Frammenti di vita che si incastrano per formare un puzzle caleidoscopico il cui risultato è sicuramente un inno all'amore, al sesso, alle donne. C'è Campy, la ragazza di campagna, che ama le moto e i motociclisti. C'è Vacuy, la perfetta groupie armata di macchina fotografica per immortalare tutti i concerti. C'è Soldy, conosciuta sui social e che presto si rivela un vero e proprio incubo. Ci sono loro e c'è il protagonista. E anche un finale insolito, inaspettato, originale. È tutta finzione o è tutta verità?

Ho smesso tutto

Il Cile

STRIX SIVE ARS MORIENDI

Bocchi Vittorio

Tutto ha inizio nell'agosto del 1346, quando il prode Maynard de Roqueblanche, sopravvissuto a una disfatta militare, entra in possesso di un enigma vergato su un rotolo di pergamena. In quel testo si fa riferimento a una reliquia preziosa quanto sconosciuta, il Lapis Exilii, che suscita subito l'interesse di un cardinale di Avignone e del principe Carlo di Lussemburgo, bramoso di farsi incoronare imperatore. Per non far cadere la pergamena in mani sbagliate, Maynard dovrà fuggire presso la sorella Eudeline, badessa del convento di Sainte-Balsamie, poi a sud delle Alpi, nell'abbazia di Pomposa. Sarà proprio qui che conoscerà l'abate Andrea e il giovane pittore Gualtiero de' Bruni, insieme ai quali proverà a scoprire la verità sulla reliquia. Ma l'unico a conoscerla è un monaco dall'aspetto deforme, Facio di Malaspina, che ha carpito il segreto del Lapis Exilii da un luogo irraggiungibile, il monastero di Mont-Fleur...

L’abbazia dei cento peccati

Simoni Marcello

Anno del Signore 1205. Padre Vivïen de Narbonne viene braccato da un manipolo di cavalieri che indossano strane maschere. Il monaco possiede un libro molto prezioso, che non vuole cedere agli inseguitori. Tentando di fuggire, precipita in un burrone. Tredici anni dopo Ignazio da Toledo, di ritorno da un esilio in Terrasanta, viene convocato a Venezia da un facoltoso patrizio per compiere una missione: dovrà recuperare un libro molto raro intitolato "Uter Ventorum", lo stesso libro posseduto da Vivïen. Il manoscritto in questione conterrebbe precetti derivati dalla cultura talismanica caldaico-persiana e sembrerebbe in grado di evocare gli angeli, per poter partecipare della loro sapienza. Ignazio si metterà alla ricerca del libro, che secondo le indicazioni è tenuto in custodia nella Chiusa di San Michele presso Torino. Ma alla Chiusa di San Michele, anziché trovare il libro, Ignazio si imbatte in un mistero: l'"Uter Ventorum" è stato smembrato in quattro parti nascoste in Linguadoca e in Castiglia. La curiosità di scoprire il contenuto di quelle pagine lo sprona a proseguire nella ricerca, nonostante il pericolo. Riuscirà svelare tutti gli enigmi che il libro contiene e a evocare gli angeli e la loro sapienza?

Il mercante di libri maledetti

Simoni Marcello