I sette nodi del destino

Amodeo Stefania

Descrizione: Cosa faresti se all'improvviso scoprissi un romanzo che parla di te? E se, leggendolo, riuscissi a dare un significato diverso a ciò che hai vissuto e a scorgere nuove prospettive per il tuo futuro? È quello che accade ad Alexandra Marshall, fotografa naturalista dallo straordinario talento, quando scopre l'esistenza di un libro che racconta di lei e di Robert Sander, l'affascinante scrittore con cui, quindici anni prima, ha condiviso un avventuroso viaggio in Sudafrica. Insieme, ai confini del mondo, per realizzare il reportage che ha fatto vincere alla rivista per cui lavoravano il più prestigioso premio del settore. Ormai moglie del parroco di Midland, rassegnata ad assecondare le aspettative della famiglia e dell'ottusa comunità del piccolo paese del Wyoming, Alex ha abbandonato il suo lavoro e ha messo da parte i suoi sogni. Ma è proprio quel libro a rivelarle che sulla sua vita era stata pronunciata una profezia: la nonna del suo compagno di viaggio, indiana nativa della tribù dei Seminole, aveva predetto i sette nodi del destino che Alex e Robert avrebbero incontrato nel loro cammino. Sta ad Alex decidere se mettere un punto al libro o continuare la sua storia. Se trovare il coraggio di liberarsi dai condizionamenti sociali e superare i propri limiti, per vivere finalmente quell'istante magico che la vita ha in serbo per ognuno di noi se non abbiamo paura di coglierlo.

Categoria:

Editore: Editori Internazionali Riuniti

Collana:

Anno: 2013

ISBN: 978-88-359-933-4

Recensito da Alessandra Allegretti

Le Vostre recensioni

I Sette nodi del destino di Stefania Amodeo è un romanzo di contaminazione: si tratta di una storia d’amore condita di sapienza pellerossa, meditazioni profonde, peripezie e riferimenti a fatti sociali. L’intreccio gira intorno alla forte passione tra la fotografa Alexandra Marshall e lo scrittore Robert Sander, che s’incontrano e si trovano a un bivio significativo. Dopo questa magica avventura nulla sarà più come prima, perché non è possibile scappare da quello che la vita riserva, annullandosi in nome del senso di responsabilità nei confronti degli altri.

L’affascinante Robert rappresenta l’istinto buono che non si lascia travolgere dalle emozioni, perché ha un forte senso di rispetto; la bella Alexandra è la parte più razionale, che – in nome di una promessa fatta al padre – è pronta a sacrificare il tesoro che la vita le vorrebbe donare. In realtà la vita si rivela con lei generosa, per altri sentieri e con altri nomi. Tutto però la riporta violentemente al bivio che deve prima o poi affrontare.
Il destino è una collana di fili annodati e ogni nodo segna la fine di un percorso e l’inizio di un altro. Per districare i sette nodi del destino a volte non basta una sola esistenza, perché è necessario affrontare e “sciogliere” prima il vuoto, poi la perdita, il viaggio, il risveglio, il cambiamento, il desiderio, per giungere infine all’illuminazione.

L’ambientazione del libro di Stefania Amodeo è suggestiva e l’intreccio è ricco di episodi che effondono meraviglia sulla vicenda principale. Animali e panorami mozzafiato mettono poi in evidenza la bellezza dell’esistenza, mentre il riferimento alla situazione socio-politica del Sud-Africa rende concreto il cammino, che termina in un luogo davvero sorprendente.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Leonardo

CONSIGLIATISSIMO!!! Un romanzo che lascia il segno nel cuore di chi lo legge, che riempie di emozioni e che fa viaggiare il cuore e la mente!  

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Stefania

Amodeo

Libri dallo stesso autore

Intervista a Amodeo Stefania


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Poesie del coraggio

Dai poemi omerici alla fantascienza contemporanea, dai testi sacri ai fumetti, passando per tutti i capisaldi della nostra educazione alla lettura (dai "Ventimila leghe sotto i mari" ad "Alice nel paese delle meraviglie", dal "Milione" di Marco Polo a Tolkien), l'umanità ha continuamente inventato terre immaginarie e leggendarie, proiettando lì desideri, sogni, utopie, incubi troppo ingombranti e impegnativi per il nostro limitato mondo reale. Umberto Eco ci conduce in un vero e proprio viaggio illustrato in queste terre lontane e sconosciute, facendoci scoprire da chi sono abitate, quali passioni le attraversano, quali eroi le abitano e, soprattutto, quale importanza rivestono per noi. Un percorso erudito e godibile insieme che accosta testi antichi e medievali a testi contemporanei, film a poemi, fumetti a romanzi che hanno segnato la sensibilità e la formazione di tutti noi.

Storia delle terre e dei luoghi leggendari

Eco Umberto

Leo è un sedicenne come tanti: ama le chiacchiere con gli amici, il calcetto, le scorribande in motorino e vive in perfetta simbiosi con il suo iPod. Le ore passate a scuola sono uno strazio, i professori "una specie protetta che speri si estingua definitivamente". Così, quando arriva un nuovo supplente di storia e filosofia, lui si prepara ad accoglierlo con cinismo e palline inzuppate di saliva. Ma questo giovane insegnante è diverso: una luce gli brilla negli occhi quando spiega, quando sprona gli studenti a vivere intensamente, a cercare il proprio sogno. Leo sente in sé la forza di un leone, ma c'è un nemico che lo atterrisce: il bianco. Il bianco è l'assenza, tutto ciò che nella sua vita riguarda la privazione e la perdita è bianco. Il rosso invece è il colore dell'amore, della passione, del sangue; rosso è il colore dei capelli di Beatrice. Perché un sogno Leo ce l'ha e si chiama Beatrice, anche se lei ancora non lo sa. Leo ha anche una realtà, più vicina, e, come tutte le presenze vicine, più difficile da vedere: Silvia è la sua realtà affidabile e serena. Quando scopre che Beatrice è ammalata e che la malattia ha a che fare con quel bianco che tanto lo spaventa, Leo dovrà scavare a fondo dentro di sé, sanguinare e rinascere, per capire che i sogni non possono morire e trovare il coraggio di credere in qualcosa di più grande.

Bianca come il latte rossa come il sangue

D'Avenia Alessandro

«Accanto all'affabilità e alla pastosità porosa del mondo com'è, si accentua in questa nuova raccolta di Maurizio Cucchi un predicato di frugalità: abito mentale dell'io, ma soprattutto medium per umanizzare la realtà...

Sindrome del distacco e tregua – parte seconda

Cucchi Maurizio