Letteratura araba

Ibrahim Farghali vince il premio Sawiris con il romanzo ‘Sons of Gebelawi’

Descrizione:

Categoria: Letteratura araba

Editore:

Collana:

Anno:

ISBN:

Trama

Le Vostre recensioni

images-1

Ibrahim Farghali vince il premio Sawiris con il romanzo ‘Sons of Gebelawi’
Lo scorso sabato sono stati annunciati i nomi dei vincitori dell’edizione 2012 del Premio Sawiris.



Con Sons of Gebelawi, Ibrahim Farghali ha vinto il premio per il miglior romanzo nella categoria “senior writers”..

Sons of Gebelawi, inizialmente pubblicato nel 2009 da Dar al-Ain, prende le fila dal controverso romanzo di Naguib Mahfouz, Children of the Alley (pubblicato con il nome Figli di Gebelawi). Il romanzo del 1959 ha dato vita ad una contestazione di natura religiosa nei confronti di Mahfouz, che ha anche causato il tentativo di assassinio dell’autore vincitore del Premio Nobel.

Il romanzo di Farghali è stato pubblicato e diffuso in Egitto, mentre ha vissuto problemi di censura al di fuori dei suoi confini.  

Il premio per la migliore raccolta di racconti brevi, sempre per la categoria “senior writers” è andato a Ibrahim Dawoud, con il suo The Atmosphere (2011). Con 38 sketch, The Atmosphere dipinge I ritratti degli autori, poeti e artisti del Cairo nei cafè della città.

I premi per la categoria “senior writer” saranno accompagnati da un premio da 100,000LE.

La giuria per la categoria senior-writers includeva l’autore Gamal El-Ghitani, i critici Mona Tolba e Mohammed Badawy, e i professori Samia Mehrez e Mohammed Bererry.

Nella categoria giovani scrittori, il premio è stato assegnato a Yasser Ahmed per il suo romanzo Reverse Direction. In seconda posizione troviamo Mohamed Salem (Visual Cadres) e Mohamed Mahmoud Ghitani (Tango Dancer).

Mohammad Rafie ha invece vinto il primo premio come migliore raccolta di racconti brevi, con The Water’s Grandeur. Al secondo posto si sono posizionati Amira Hassan al-Desoki (Stop It, Youssef) e Muhammad Farouk Shams El-Din (The Qasr el-Nil Cinema).

I vincitori della categoria giovani autori hanno ricevuto un premio pari a 40,000LE per il vincitore, e 30,000LE per i secondi classificati. La giuria per la categoria giovani autori era composta dall’autore Ibrahim Abdel-Maguid, dal giornalista Karima Kamal, dal professore di filosifia Anwar Moghith, dal poeta Abdel-Monem Ramadan, e dal critico Saeed El-Wakeel.

L’elenco dei finalisti può essere trovato sul sitodella  Sawiris Foundation.

*     *      *    *

Articolo tradotto dall’inglese da Diego Manzetti, in collaborazione con il blog Arabic Literature: originale disponibile al link: http://arablit.wordpress.com/2013/02/03/ibrahim-farghali-wins-sawiris-novel-prize-for-sons-of-gebelawi/

  

{jcomments on}

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Abitudine, omosessualità, dipendenza, violenza, corruzione, disoccupazione, religione: sette "dannazioni quotidiane". Uomini che si ricordano al mattino di un maglione dimenticato altrove la sera prima, un giovane Holden "non più giovane" che somiglia a Johnny Depp, un orecchino di perla che scivola tra i rimpianti di una spensieratezza perduta, un marito che non sa di essere violento, una ragazza morta ammazzata pronta a tutto per ritornare in vita, una donna prigioniera di un divano, Eluana Englaro. Sette racconti come sette nuovi peccati capitali: intervallati da brevi intermezzi luminosi in cui l'autore riporta i suoi pensieri, queste storie costruiscono parola dopo parola una stretta prigione claustrofobica, densa di pessimismo e ironia amara, fino all'ultimo racconto che dà il titolo alla raccolta, un "what if" grottesco e politicamente scorretto che chiude il cerchio e la cella del nostro bel paese.

IL PAESE BELLO

Sgambati Stefano

"La voce di un poeta che nel seguire le intermittenze della coscienza ci indica una volta di più la necessità della poesia, unica via di salvezza..." (dalla prefazione di Andrea Matucci)

La morte di Empedocle

Di Carlo Franco

Si avvicina il Natale, e come ogni anno Luca Cupiello si accinge a preparare il presepe nonostante l'insofferenza di sua moglie Concetta e suo figlio Tommasino. Per Luca il presepe rappresenta una priorità assoluta del suo vivere quotidiano, ma in realtà la quiete famliare è turbata da un dramma che sua moglie Concetta - chissà come - riesce a tenere nascosto al marito. La figlia di Luca e Concetta, Ninuccia è sposata con Nicolino, un facoltoso commerciante, ma non lo ama, ed anzi ha intenzione di fuggire con il suo amante, Vittorio Elia, comunicando la sua decisione al marito per lettera. Concetta riesce a strappare dalle mani di Ninuccia la lettera, per impedire che il peggio accada, ma nella confusione - e senza sapere nulla - Luca consegna la missiva al genero...

Natale in casa Cupiello

De Filippo Eduardo

Rosso di Ilaria Spes in una video-poesia di Luigi Maria Corsanico