Letteratura femminile

IL DELFINO

Morelli Elettra

Descrizione:

Categoria: Letteratura femminile

Editore: AC Edizioni - lite editions

Collana:

Anno: 2012

ISBN:

Recensito da Lucilla Parisi

Le Vostre recensioni

Il racconto erotico approda online e lo fa senza confini. Scrittori, giornalisti, reporter e fotografi provenienti da ogni parte del mondo ci raccontano l’eros come non lo avevamo mai vissuto. Da Kyoto a Montpellier, passando da Assan e Beirut, la casa editrice Lite Editions (http://www.lite-editions.com) ci accompagna in un viaggio seducente attraverso le pieghe più profonde del desiderio erotico. Lo fa con Atlantis, una collana di racconti digitali, curata dallo scrittore Lorenzo Mazzoni e dal fotografo Marco Belli.

Il viaggio virtuale parte dalla scelta di un Paese sulla mappa che appare sulla home del sito: una breve presentazione del racconto ed una galleria accattivante di immagini illustrano al lettore l’avventura erotica da intraprendere. Una volta acquistato il racconto, non rimane che creare il proprio eBook con la scelta del titolo, della dedica e delle foto.

Un modo semplice per creare la propria biblioteca erotica che parla al lettore con lingue diverse. Così il racconto della scrittrice di origine yemenita Ebla Ahmed -“L’amore ai tempi di Bin Laden” – ha il corpo e la sensualità della sua giovane protagonista che, dopo aver vissuta per anni in Occidente, giunge nello Yemen per svelare suggestioni e passioni del mondo arabo e musulmano. “Appuntamento olimpico” di Marco Wong è lo scambio tenero e sensuale tra due mondi apparentemente molto distanti: quello di Lucia, atleta italiana, e Liu, velocista cinese, entrambi – per motivi diversi – esclusi dalla competizione olimpica a Pechino.

La scoperta di Atlantis è un’esperienza interculturale che ha il significato di una conquista: la letteratura erotica di qualità si fa strada attraverso il web e raggiunge i suoi fruitori portando con sé un bagaglio di esperienze e di contaminazioni letterarie di grande interesse.

Non rimane che iniziare il viaggio nel mondo di Atlantis, preparandosi ai molteplici percorsi che il sito offre e aprendosi ad ogni tipo di esperienza virtuale, perdendosi magari tra vicoli o strade abitate, abbandonandosi accaldati sulle spiagge nude del Mediterraneo, lasciandosi turbare come giovani studenti dal buio di luoghi familiari.

Buon viaggio

http://atlantis.lite-editions.com/index.php

IL DELFINO di Elettra Morelli – (Taranto)

Non convince subito: una telefonata tra due giovani amanti in cui lei, Arianna, racconta a Dario di un sogno. Sono loro i protagonisti e fanno del sesso. Lei vuole provocarlo, ma Dario non è uno che si lascia coinvolgere. Al massimo finirà per masturbarsi sui libri. In fondo se la porta a letto ma è fidanzato con un’altra. Fin qui niente di nuovo. Poi, però, si innesca un gioco intrigante: Arianna è su un autobus e sta raggiungendo la sua nuova conquista online. Un altro sconosciuto con cui fare sesso: non è la prima volta e, come ogni volta, lo dirà a Dario. Vuole provocare la sua gelosia, sperando che lui la fermi, che se la vada a riprendere. Non succede mai.    

Eppure, quando torno da questi appuntamenti casuali e spesso isolati, tu sei diverso. Più irruento, passionale, quasi come se avessi paura di non vedermi tornare da te. La prima volta che è successo mi sembrava di sognare. – Come ti sei permessa di farti scopare da un altro, eh, troia? – hai sibilato, mentre mi prendevi da dietro con furia, tenendomi per i capelli. Un brivido violento mi percorreva, mentre pensavo che, forse, avevo trovato un modo per tenerti legato a me”.

Il gioco perverso di Arianna la porta all’ennesimo incontro. Stesso copione, stesso esito. Dario è presente nei suoi pensieri mentre lei si lascia spogliare dallo sconosciuto. Il vestito che indossa è quello che piace a Dario.

È per te che mi tocco i seni, che mi succhio le dita. Stavolta potrò dirti che mi è proprio piaciuto tanto, tu ti imbestialirai e mi terrai a gambe aperte per ore. Forse mi legherai e mi morderai i capezzoli. E nella tua furia leggerò la tua paura di perdermi”.

Arianna è brava a giocare, a tenere le giuste distanze da tutti e da se stessa.
La giovane scrittrice – già autrice di racconti erotici – è brava a giocare con i pensieri di Arianna, a rendere il suo corpo terribilmente desiderabile, a farsi male con lei. Lo sfondo è quello di una città che sorge da due mari, in cui è facile perdersi e liberarsi da legami sbagliati.

Il mare è profondo e scuro. Potrei anche buttarmi di sotto, perché no. Magari verrebbe a ripescarmi il leggendario delfino e mi porterebbe via da qui, via per sempre da te. Perché solo un avvenimento traumatico e definitivo mi potrebbe staccare da questa situazione”.

Elettra Morelli è nata a Taranto nel 1981. Ha un blog personale, Minima Immoralia: racconti d’eros e d’anima, nel quale raccoglie numerosi racconti erotici e poesie. Ha pubblicato Ragazza nello specchio (Romance Magazine/Delos Books, 2011), Sara e Giulia (Nuova Prosa/Greco e Greco Editore, 2012) e Villa Flora (Lite Editions, 2012).

  

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Elettra

Morelli

Libri dallo stesso autore

Intervista a Morelli Elettra

Un DJ di radio Monte Carlo riceve, durante la sua trasmissione notturna, una telefonata delirante. Uno sconosciuto rivela di essere un assassino. Il caso viene archiviato come uno scherzo di pessimo gusto. Il giorno dopo un pilota di Formula Uno e la sua compagna vengono trovati orrendamente mutilati. Da questo momento ha inizio una serie di delitti, preceduti ogni volta da una telefonata con un indizio sulla prossima vittima e sottolineati da una scritta tracciata con il sangue: «io uccido». Non c'è mai stato un serial killer nel Principato di Monaco. Adesso c'è. Il romanzo d'esordio nel thriller del comico italiano.

IO UCCIDO

Faletti Giorgio

Marcus Goldman ha conosciuto la gloria letteraria ma da qualche tempo è in piena crisi di ispirazione; per questo si rivolge a Harry Quebert, il suo anziano professore di letteratura che già anni prima l'aveva salvato da un percorso pericoloso, per chiedergli aiuto. Harry gli offre subito uno spunto narrativo: gli racconta infatti di una ragazza, Nola, con cui oltre trent'anni prima ebbe una storia tormentata (segnata dalla grande differenza d'età), che a un certo punto - era il 1975 - sparì all'improvviso. Pochi giorni dopo essere rientrato a New York, Marcus viene però a sapere che il cadavere della ragazzina è stato ritrovato proprio nel giardino di Harry e che quest'ultimo, accusato dell'omicidio, rischia ora la pena di morte. Ma Marcus non può credere a questa ipotesi e decide di indagare per scoprire la verità e scagionare il suo amico.

La verità sul caso Harry Quebert

Dicker Joël

Questo libro rappresenta prima di tutto la narrazione della vita di una donna decisamente fuori dal comune, Else Kirschner. Vivacissima e trasgressiva, nella Germania della prima metà del Novecento, Else, figlia di genitori ebrei, cresce tenendo fede a due promesse fatte a se stessa: vivere la vita fino in fondo, da protagonista, e avere un figlio da ogni uomo che ama. Ecco allora Fritz, Hans ed Erich, mariti, compagni, amanti, padri rispettivamente di Peter, Bettina e Angelika, tre facce diverse dell'universo maschile egoista, debole e inadeguato. Ed ecco la Prima guerra mondiale, i favolosi anni '20 trascorsi in un frenetico girotondo di concerti, teatri e feste, gli anni '30 e il nazismo, le leggi razziali e l'esilio in Bulgaria. In quegli anni si sperimentano tutte le possibili combinazioni nei rapporti e tutte le possibili trasgressioni. Mille tessere di un puzzle tenute insieme da una donna prorompente, per certi aspetti quasi mitica, sicuramente memorabile. Intellettuali e sognatori, anche gli altri personaggi hanno grande forza realistica, ed è affascinante riconoscere il meccanismo di rimozione della realtà contro qualsiasi evidenza che tanti tedeschi hanno messo in atto durante la dominazione nazista e la guerra. Else cerca in tutti i modi di nascondere ai figli la reale entità della tragedia e così facendo produce disastri. Commosso, il lettore vorrebbe quasi intervenire nella storia per riparare i guasti di una vita spericolata in un mondo tragico.

TU NON SEI COME LE ALTRE MADRI

Schrobsdorff Angelica

Padova. Guido Di Lello, un tranquillo professore universitario, scompare all’improvviso. Tutti lo cercano ma sembra svanito nel nulla. Dopo qualche mese il suo caso finisce tra quelli insoluti, la sua fotografia mescolata a quelle degli altri scomparsi. Solo una donna conosce la verità: Oriana Pozzi Vitali, la sua amante segreta, appartenente a una ricca e nota famiglia di industriali svizzeri. Ha preferito il silenzio per evitare di essere coinvolta ma alla fine, travolta da un insostenibile senso di colpa, si confida con un’avvocatessa che le consiglia di rivolgersi all’investigatore senza licenza Marco Buratti, detto l’Alligatore. Buratti accetta e inizia a indagare insieme ai suoi soci Beniamino Rossini e Max la Memoria. All’inizio sembra un caso senza speranze, poi un labile indizio li conduce sulla pista giusta e i tre si trovano coinvolti in una torbida storia che li costringerà a scontrarsi con la raffinata mente criminale di Giorgio Pellegrini (protagonista di Arrivederci amore, ciao e Alla fine di un giorno noioso). Una partita mortale in cui entrerà anche Giulio Campagna, un poliziotto molto particolare che in tutta la sua carriera non ha mai agito secondo le regole. I protagonisti di questo romanzo sono i sopravvissuti di un mondo malavitoso che va scomparendo e lotteranno senza esclusione di colpi per non essere sconfitti dagli avversari e dal tempo

La banda degli amanti

Carlotto Massimo