Letteratura femminile

IL DEMONE

Jun'ichirō Tanizaki

Descrizione: L'erotismo morboso e ossessivo, l'atmosfera di mistero e di angoscia, il gusto per il perverso e il sinistro, che caratterizzano l'opera, specie quella giovanile, del grande scrittore giapponese, sono magistralmente rappresentati in questo racconto del 1912. Il demone ci mostra l'influenza che ebbero su Tanizaki i grandi maestri del decadentismo europeo, da Poe a Wilde, e ci illumina sulle origini del tema decisivo di tutta la sua produzione: l'attrazione per la donna bella e crudele il cui desiderio piú forte è umiliare e annientare l'uomo, il quale a sua volta trova in questo il piacere piú estremo.

Categoria: Letteratura femminile

Editore: Einaudi

Collana: ET Scrittori

Anno: 2010

ISBN: 9788806188818

Recensito da Stefania De Lucia

Le Vostre recensioni

Fa sempre un po’ sorridere il tentativo diffuso di ordinare i testi di Tanizaki Jun’ichiro secondo una classifica di gradimento interna alla sua narrativa.

Mai, come nel caso di questo autore, ciascuno dei testi sembra costituire un universo a sé stante, retto da un solido nucleo di motivazioni intrinseche alla narrazione ed estrinseche alla stessa, che rifuggono ad ogni tipo di tassonomia.

Il motivo che rende interessante un testo apparentemente insulso, quasi banale, come Il Demone, breve racconto datato 1912, è il tentativo del maestro di confrontarsi con la letteratura europea, in particolar modo inglese, del tardo Ottocento. Ne risulta un racconto ibrido, in cui la tradizionale prosa giapponese, didascalica e sofisticata, assume nuance quasi gotiche e decadenti, ispirate ai testi di Edgar Allan Poe e Oscar Wilde.

La trama lenta, statica, dal finale fin troppo scontato, non toglie elementi al pathos della narrazione, che in poche pagine intreccia le vite di Saiko, Teruko e Suzuki in una spirale di ossessioni, desideri e minacce che rendono difficile individuare quale, tra i tre personaggi, sia il demone annunciato dal titolo.

Giovane studente universitario che ha già un rapporto difficile e morboso con il mondo, Saeki vive a Tokyo ospite della zia e della bella, lasciva e maliziosa cugina Teruko, che decide di conquistarlo senza ammettere alcun tipo di rifiuto. Al crescere della passione tra i due si oppone Suzuki, secondo studente ospite della casa, innamorato e ossessionato da Teruko, che lo ha rifiutato.

Il finale, annunciato sin dai toni morbosi e angoscianti delle prime pagine, non rende meno interessante l’esperimento di contaminazione di Tanizaki, che indaga negli anfratti di una passione e nelle sue conseguenze mortali, riproducendo, attraverso la sua narrazione, quello stesso meccanismo di restringimento, oppressione e chiusura che accompagna ogni tipo di follia. Una Tokyo opprimente e afosa fa da sfondo alla fuga di Saiko dalla realtà e alla sua vita da semirecluso tra le pareti della sua stanza, nella quale si consumano le passioni, ma anche la quasi totalità dei dialoghi, dei pensieri e delle ossessioni sue e degli altri personaggi. Non è un caso che, nella contrapposizione tra spazi chiusi e aperti, la vicenda trovi il suo epilogo in giardino, dove, il frusciare delle foglie di yatsude annuncerà la presenza dell’assassino, fuggito alla follia della casa ma non ancora riconciliato con le convenzioni, le regole e le buone pratiche della società civile.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Tanizaki

Jun'ichirō

Libri dallo stesso autore

Intervista a Jun'ichirō Tanizaki


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Le stazioni del vento

Nicoletta Vinciguerra

È arrivata l’estate e anche per gli investigatori è il momento di andare in vacanza. Ma è una breve illusione: il destino del loro mestiere li perseguita e dunque anche in agosto toccherà occuparsi di qualche indagine. Petra e Fermín sono sul punto di separarsi ognuno per la sua strada a godersi le ferie; i vecchietti di Malvaldi ciondolano nella calura estiva del BarLume popolato di villeggianti; la Casa di ringhiera di Recami si sposta in villeggiatura da Milano a Milano marittima; Rocco Schiavone potrebbe godersi il magnifico clima estivo della Val d’Aosta. Ma qualcosa li blocca, un nuovo caso, una indagine inaspettata, un rovello, un dubbio. Che i nostri investigatori non sappiano stare con le mani in mano a godersela sotto il sole? La formula è collaudata, gli investigatori sono quelli che i lettori di casa Sellerio conoscono, con in più, come sempre, qualche interessante novità - è il caso di Robecchi che ha appena esordito con il suo ironico e dissacrante noir Questa non è una canzone d’amore e di Gaetano Savatteri il cui personaggio, il giornalista Saverio Lamanna si trova coinvolto in un delitto durante un convegno sulla legalità nella assolata Palermo.

Vacanze in giallo

AA.VV.

"Voglio farla finita." È il tragico messaggio trovato nei pressi del lago Grant, dove i sommozzatori sono impegnati a estrarre dalle gelide acque il cadavere di Allison Spooner. Eppure, quello che sembrava doversi risolvere come un caso di suicidio rivela dettagli ben più oscuri e indecifrabili. Quando l'agente speciale Will Trent arriva sul posto, l'accoglienza al locale dipartimento di polizia non è delle più cordiali: nessuna disponibilità a collaborare, nessuna risposta alle tante domande sulla morte di un ragazzo con disturbi mentali tenuto sotto custodia perché sospettato di aver ucciso Allison. Anche l'agente Adams, incaricata di affiancare Trent nelle indagini, sembra a conoscenza di verità inconfessabili, qualcosa che ha a che fare con la morte, avvenuta anni prima, del capo della polizia della contea. E perché la vedova dell'uomo, Sara Linton, cerca a tutti i costi di coinvolgere Will in quella vecchia storia? Preso nella morsa di queste due donne illeggibili e determinate, Trent sta per portare alla luce segreti scomodi e oltrepassare quella sottile linea oltre la quale non si torna indietro. Una vicenda torva, pericolosa, e la determinazione di un uomo nel portare a galla la più dolorosa delle umane verità, non importa quanto profondamente sia nascosta... o quanto possa essere devastante.

TRA DUE FUOCHI

Slaughter Karin

STRIX SIVE ARS MORIENDI

Bocchi Vittorio