Giallo - thriller - noir

Il fantasma di San Michele

Reali Alessandro

Descrizione: Tre giovani seminaristi sono testimoni involontari della morte misteriosa dello scultore Gianni Malatesta mentre, di prima mattina, attraversano il sagrato della Basilica di San Michele Maggiore, a Pavia, avvolto nella nebbia. Ingaggiati dalla moglie del Malatesta per far luce sulla vicenda - e sul passato del marito - Sambuco e Dell'Oro dovranno riannodare i fili di una storia popolata da "fantasmi" del passato e del presente, che si radica molti anni addietro - durante la Resistenza, negli anni '70 e ai giorni nostri - tra l'Oltrepò, la Riviera Ligure e Pavia. Relazioni sospette tra loschi personaggi, atmosfere familiari solo in apparenza tranquille e colpi di scena caratterizzano la nuova indagine di Sambuco e Dell'Oro all'ombra della maestosa Basilica di San Michele.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Tascabili. Noir

Collana:

Anno: 2017

ISBN: 9788869432316

Recensito da Laura Monteleone

Le Vostre recensioni

Il fantasma di San Michele  –  Un nuovo romanzo di Alessandro Reali, edito dai Fratelli Frilli, una nuova indagine per i personaggi a cui l’autore ha abituato i suoi lettori. Come nelle storie precedenti Reali inserisce il racconto in un tempo che fluttua tra il presente e il passato. In questo caso si tratta di un triplice movimento, documenti che riportano le investigazioni ai tempi della seconda guerra, eventi radicati negli anni settanta e delitti che imperversano nel presente. Si evoca tra le nebbie mattutine di Pavia, sotto le mura della Basilica di San Michele, la presenza di un fantasma capace di uccidere. L’insistenza di una vedova e lo sguardo preoccupato di un seminarista testimone involontario di un accadimento dai contorni troppo sfumati indurranno gli investigatori Sambuco e Dell’Oro a mettersi sulle tracce di una storia complicata. Tornano i vezzi e le caratteristiche di questi personaggi. Il serio Sambuco, toccato da una pena che attraversa la sua vita inesorabilmente. Lo scapestrato Dell’Oro, che a volte perde il controllo e rischia la pelle. Grande protagonista rimane il paesaggio, tra Pavia e l’Oltrepò, con incursioni rivierasche in Liguria. Il resto lo fanno ambienti da bar, dandy consumati e donne di mestiere. Patine di lusso e stanze degli orrori.

Ci sono molti ingredienti a latere dello scorrere riflessivo del Ticino, del salire lento del fumo di un toscano, delle canzoni nostalgiche di Endrigo. Delle muse in caffetano e di sogni proibiti, forse.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Alessandro

Reali

Libri dallo stesso autore

Intervista a Reali Alessandro


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Lunedì o martedì, un racconto di Virginia Woolf

Non è affatto un giorno come un altro. Le loro vite stanno per cambiare. Quando Katherine Evans incontra Armand non sa che dietro quelle sembianze da bello e dannato si cela uno dei più potenti Generali dell'Antica Stirpe. Non può immaginare che sarà proprio lui la sua salvezza o la sua rovina, né può conoscere il suo piano crudele e oscuro come le tenebre. Una verità agghiacciante sta per essere svelata. Nessuno è al sicuro, i protagonisti stanno per essere soffocati dalle loro stesse esistenze. Ognuno di loro nasconde un segreto, nessuno può permettersi di fallire. Una sola certezza: quando supera se stesso, l'amore può uccidere.

IMPLOSION

Heron M. J.

Per Isabella Bossi Fedrigotti la scrittura è sempre stata una «scorciatoia segreta» per indagare a fondo i legami familiari, svelando le tensioni e i veleni ipocritamente nascosti in molti inferni domestici. In questo libro, la sua scorciatoia segreta l’ha condotta ancora più in fondo, lì dove abitualmente regna il silenzio dell’incomprensione e del dolore. L’ha portata a raccontare storie di figli dimenticati e lasciati soli da genitori fragili, frustrati o semplicemente egoisti. La sua attenta compassione ci inchioda commossi al racconto di queste piccole vite difficili segnate dalla solitudine: Lorenzo – con i suoi «non voglio» gridati e le sue instancabili domande – che, sconfitto e domato, finisce con lo spegnere la sua energia e la sua curiosità diventando un adolescente silenzioso, assente e indifferente. Annalisa, intoccabile e irraggiungibile, innamorata del suo corpo senza carne. Paolina, bambina soave che finisce a vivere per strada, infagottata, sporca e arrabbiata. Pietro, che scappa continuamente di casa per sottrarsi alla triste giostra della famiglia allargata. Francesco e la sua trascinante vitalità prosciugata da videogiochi e film porno. Dopo aver letto queste storie sarà davvero difficile farsi cogliere impreparati dalla solitudine dei nostri figli.

Se la casa è vuota

Fedrigotti Bossi Isabella

Una donna, Trudy, suo marito John Cairncross, editore e poeta, e l'amante di lei, Claude, agente immobiliare senza troppi scrupoli. Un triangolo destinato a concludersi nel sangue quando Trudy e Claude decidono di uccidere John, per impadronirsi della sua prestigiosa e decadente casa di famiglia. L'unico testimone del loro crimine è il narratore della storia, il bambino che Trudy sta per mettere al mondo; che non può vedere eppure è in grado di sentire ogni cosa. Attraverso le sue sensazioni, le sue ipotesi e i suoi dubbi scopriamo che Claude è il fratello di John; comprendiamo i dettagli del delitto e soprattutto i passi falsi dei due complici. Perché anche il crimine che sembra perfetto rivela qualche crepa. E sarà proprio quel testimone improbabile che, come un detective o un novello Amleto, si farà giustizia facendo emergere il dettaglio che incastra gli assassini.

Nel guscio

McEwan Ian