Narrativa

IL FIUTO DELLO SQUALO

Solla gianni

Descrizione: Sergio Scozzacane è un impresario musicale. Lo chiamano "lo squalo" per la forma a pinna del suo naso. Un soprannome, ma anche un destino da carnivoro: è il proprietario della casa discografica Musica Blue Records, che produce dischi a pagamento vendendo illusioni a cantanti privi di talento. Alloggiato in una pensione d'infimo ordine e sommerso dai debiti contratti con la camorra, lo squalo progetta una improbabile uscita di scena. Ma quando tutto sembra perduto, una speranza si riaccende: Mattia, un giovane cantante che ha ancora sotto contratto per due mesi, vince un talent show televisivo, e portarlo a cantare a Sanremo sembra l'occasione di riscatto della sua vita da agente fallito e per salvare la pelle. Ma anche il "viaggio della speranza" nella città dei fiori, che lo squalo affronta assieme a Mattia (bella voce ma leggermente autistico) e alla sorella Sofia (cieca, bellissima e determinata), con la camorra alle costole, si rivela l'ennesimo buco nell'acqua.

Categoria: Narrativa

Editore: Marsilio

Collana:

Anno: 2012

ISBN: 9788831711807

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

 

Sergio Scozzacane non è un impresario serio: promette agli aspiranti cantanti la realizzazione di un sogno, ma non è disposto ad investire sul loro talento. Tra l’altro, gli strimpellatori e gli urlatori con cui ha a che fare di talentuoso non hanno proprio nulla. Lavoro frustrante? Forse. Peró i soldi che i giovani destinano speranzosi alla Musica Blue Records sono sufficienti a far sopravvivere la piccola casa discografica, o almeno lo sono stati fino ad ora.

In sintesi, Sergio è uno Squalo di nome e di fatto, e non solo per via del suo bizzarro naso, grosso come la pinna di un pescecane. Probabilmente vi ricorderà alcuni editori che vendono fumo e non sanno cosa sia la letteratura. Scozzacane peró lo troverete simpatico. Molto. Perchè è sfortunato, debole e consapevole, una persona senza ambizioni e senza pretese che cerca semplicemente di tirare avanti come puó. Purtroppo, nonostante i numerosi sforzi che lo devastano nel corpo e nella mente, riesce a mala pena a tenersi in piedi. E certo non lo aiuta il fatto che lo scagnozzo dei Santamaria gli abbia selvaggiamente tagliato un mignolo per ricordargli che con la camorra non si scherza e che i debiti vanno pagati.

Poi… arriva Mattia, la possibilità di un riscatto, la possibilità di sistemare ogni cosa e ricominciare daccapo, partendo da Sanremo…

Il libro di Gianni Solla è divertente e dissacrante, realistico e fantasioso. Un’amara fotografia dell’umano fallimento che vi susciterà tenerezza e comprensione. Lo squalo non è cattivo: è solo un predatore per natura.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Gianni

Solla

Libri dallo stesso autore

Intervista a Solla gianni


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Le donne sono come farfalle che un giorno, nonostante tutto, spiccheranno il volo. Alcune tacciono e accettano quel che la società impone loro, come la madre di Nadia, la protagonista del romanzo, o come Aisha, che tace e obbedisce ai fratelli, ma alla fine si suicida. Nadia invece non tace, non vuole tacere. Figlia di un kuwaitiano e di una siriana, per un breve periodo sembra subire anche lei la volontà altrui, ma sarà per poco. La famiglia la obbliga a sposarsi con un uomo molto più vecchio, un kuwaitiano con un matrimonio alle spalle e dei figli a carico, che le rovina i giorni migliori della vita. Ma Nadia non vuole soccombere al dolore e alle sofferenze, anzi, vuole liberarsene. Alla morte del vecchio eredita le sue ricchezze e riprende possesso della sua vita. Si iscrive all'università e conosce il professor Gawad, sposato con un'americana che continua a vivere negli Stati Uniti. Lui la corteggia, ma Nadia rifiuta di avere una relazione segreta...

Il messaggio segreto delle farfalle

Al-'Uthman Layla

CHI DI NOI DUE?

D'Amico Renata

Monique ha sempre creduto nel suo matrimonio. Soprattutto, ha sempre creduto nel suo ruolo di moglie: muoversi sicura per casa, gestire la vita familiare, provvedere agli altri con la certezza di essere necessaria. Ma è bastata una frase di Maurice: "C'è una donna". E se Monique è tradita dal marito, la madre di Philippe lo è dal figlio, che al progressismo materno preferisce lo spirito pratico e conservatore della moglie. Murielle, invece, non ha né mariti né figli con cui scontrarsi: due matrimoni finiti male e il suicidio della figlia la condannano a una solitudine che la rende cruda e volgare, astiosa verso il mondo e verso un Dio che forse non c'è. Tre racconti, tre donne, tre crisi.

Una donna spezzata

De Beauvoir Simone

Un ragazzo è affetto da una strana sindrome: soffre di empatia, è capace di immedesimarsi nelle storie degli altri. Inizia così un viaggio nel mondo del possibile, nel labirinto dei sentimenti mai provati, delle cose mai accadute eppure reali più del reale stesso. Questo "io" coraggioso e impertinente va e viene dal passato, fa incursione in un futuro di cui abbiamo già nostalgia, e ritorna con un inventario di storie sull'autunno del mondo, sui Minotauri rinchiusi in ognuno di noi, sulle particelle elementari del rimpianto, sul sublime che può essere ovunque.

FISICA DELLA MALINCONIA

Gospodinov Georgi