Narrativa

Il miniaturista

Burton Jessie

Descrizione: In un freddo giorno di autunno del 1686 la diciottenne Nella Oortman arriva ad Amsterdam per iniziare una nuova vita, come moglie di un ricco mercante, Johannes Brandt. La casa in cui giunge Nella, benché splendente, non sembra essere accogliente nei suoi confronti: Johannes è freddo con lei, anche sessualmente, sempre preso dalle sue attività commerciali, oppure chiuso nel suo studio. Così Nella rimane sola con la sorella di suo marito, Marin, che non sembra gradire la nuova e giovane presenza, guarda Nella con sospetto ma nasconde una seconda vita, dietro l'apparenza dell'istitutrice. Il mondo di Nella cambia quando Johannes le fa un dono di nozze: una miniatura perfetta della casa in cui vivono.

Categoria: Narrativa

Editore: Bompiani

Collana: Vintage

Anno: 2016

ISBN: 9788845281860

Recensito da Vanessa

Le Vostre recensioni

Il miniaturista di Jessie Burton ci porta in un mondo piccolo.

Tutto parte da un regalo che il mercante olandese Johannes Brandt fa a sua moglie, la giovane Petronella Oortman, appena sposata, che si ritrova per caso alle prese con una famiglia del tutto singolare: suo marito, che per motivi di lavoro non è mai in casa, e, anche quando c’è, è come se non ci fosse; sua cognata, riservata, schiva e sempre vestita di nero; una grande casa, resa ancora più enorme dal silenzio in cui sprofonda; i maggiordomi, un uomo e una donna, che rappresentano le uniche anime con cui scambiare qualche parola.

Un giorno Petronella riceve un regalo da parte di suo marito. È una miniatura della loro casa, spoglia.

Petronella inizierà ad arredarla, affidandosi a un miniaturista, e si renderà conto che la loro vera casa è ricca di misteri e che la tranquillità che vi regna è solo apparente. La piccola casa diventa uno specchio da cui osservare meglio i dettagli; attraverso di esso si possono capire gli atteggiamenti degli abitanti della casa, tutti molto strambi. Ma il mistero non è solo dentro le mura domestiche: più ci si abbassa all’altezza della miniatura, più ci si addentra in un labirinto, fitto come le strade di Amsterdam, in cui il romanzo si svolge alla fine del Seicento.

Se nel correlativo oggettivo l’uomo ha perso la propria dimensione umana, in questo romanzo sembra che la protagonista debba invece ripartire proprio dagli oggetti per poter comprendere la sua stessa natura e quella delle persone che la circondano.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Jessie

Burton

Libri dallo stesso autore

Intervista a Burton Jessie

Con interventi di Valerio Galasso, biologo nutrizionista

Spizzichi e bocconi

De Luca Erri

Lorenzo, padre Pizzarro, Quèlo, il Massone, Vulvia, Aniene e le memorabili interpretazioni di Tremonti, Venditti e Rutelli; queste e altre le voci, vecchie e nuove, di Corrado Guzzanti, raccolte in un unico volume animato da ironia corrosiva e raffinata comicità. Un viaggio satirico attraverso gli ultimi vent'anni di storia italiana, uno specchio del paese immerso nella crisi, un ritratto della sua classe dirigente e dei "mostri" che ne popolano l'apparente normalità, una riflessione sui vizi e i difetti degli italiani attraverso personaggi dall'irresistibile ironia. Una guida completa ai testi dei personaggi di Corrado Guzzanti che contiene il testo completo di "Aniene 2. Molto rigore per nulla" e il meglio delle battute storiche di uno degli attori di satira più amati in Italia.

PAROLA DI CORRADO

Guzzanti Corrado

A Pontinia, piccolo centro di fondazione fascista nel mezzo della pianura pontina, il giovane Enrico ha ucciso la fidanzata Elena. Ma chi è davvero responsabile della morte di Elena? Solo Enrico o in una certa misura anche l'intera comunità, ancora marcata dall'impronta fascista e regolata nel profondo da valori patriarcali? E quanto quei valori continuano a segnare le vite dei ragazzi e delle ragazze? Vanessa, la migliore amica di Elena; Giorgio, che era innamorato di lei; Christian, il suo ex fidanzato; Laura, la sorella minore di Giorgio; Diana, la migliore amica di Laura; e i loro genitori: tutti devono fare i conti con il trauma. Per ognuno dei giovani la morte di Elena ha un significato diverso, e per ognuno va a sovrapporsi alla propria storia personale, a un'educazione sentimentale e sessuale fatta di estremi, in cui l'amore, la tenerezza e il desiderio si mescolano alla sopraffazione, all'umiliazione e alla violenza. Tutto accade nel corso di un'estate afosa tra Pontinia, Latina e le dune e il mare di Sabaudia. Roma, la grande città, sta sullo sfondo, vicinissima e lontana insieme.

Adorazione

Urciuolo Alice

"Chi salirà nel monte di Dio? Chi ha le mani innocenti e il cuore puro." Un quartiere di vicoli a Napoli: Montedidio. Un ragazzo di tredici anni va a bottega da Mast'Errico, il falegname. E' l'inizio della sua vita nuova, la vita che a sera, a casa, in una casa vuota per l'assenza del padre e per la malattia della madre, il ragazzo va scrivendo su una bobina di carta avuta in regalo dal tipografo di Montedidio. Ha anche un altro regalo, che porta sempre con sé, un "bùmeran", un legno nato per volare che il padre ebbe a sua volta da un marinaio di passaggio. Così passano i giorni: Mast'Errico gli insegna il mestiere e Don Rafaniello, uno scarparo che Mast'Errico tiene ospite a bottega, gli insegna a pensare sugli uomini e sulle cose.

Montedidio

De Luca Erri