Giallo - thriller - noir

Il passato non muore

Veroni Laura

Descrizione: Una donna viene trovata morta nel proprio appartamento in via Prima Cappella, ai piedi del Sacro Monte. Si tratta di Milva Rossi, psichiatra. A rinvenire il corpo, Susanna, la figlia di quattordici anni. La donna ha la gola squarciata. L'assassino non ha lasciato tracce, tranne una propria fugace apparizione davanti alla telecamera del condominio: si tratta di una donna dai capelli lunghi e scuri. È l'unico indizio per la polizia che comincia a indagare. Da questo momento ha inizio la caccia al killer che vede scendere in prima linea il P.M. Elena Macchi, affiancata dal commissario Auteri e dal vicecommissario Pozzi. Si indaga nella cerchia delle amicizie e dei colleghi di lavoro della vittima, nonché nella vita dell'ex marito e della sua nuova compagna. È in questa occasione che Elena Macchi conosce Athena Bini, giovane psicologa, nonché ex allieva della vittima. Athena prende in carico Susanna e la segue nel suo percorso di psicoterapia, per aiutarla a superare il trauma della morte della madre. Mentre la polizia brancola nel buio, un altro omicidio sconvolge la tranquillità della provincia di Varese. Le indagini portano ancora alla misteriosa donna dai capelli neri. Ulteriori ricerche conducono Elena Macchi nel borgo di Castiglione Olona, dove il dottor Del Fante la attende per parlare della sua collaborazione con la collega Rossi. Si fa strada così l'ipotesi che la donna dai capelli neri possa essere un'ex paziente della prima vittima e che abbia agito per vendetta. Ma la catena degli omicidi pare non doversi fermare. La situazione è forse sfuggita di mano alla killer...

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Fratelli Frilli

Collana: Supernoir

Anno: 2020

ISBN: 9788869434204

Recensito da Ornella Donna

Le Vostre recensioni

Il passato non muore di Laura Veroni, Fratelli Frilli Editori

Laura Veroni, dopo aver pubblicato con successo I delitti di Varese, Varese non aver paura, Concerto di morte e  Il fantasma di Giada (ndr: clicca sui titoli per visualizzare le schede delle opere), torna con la sua creatura letteraria, il magistrato Elena Macchi, ne Il passato non muore. Un libro giallo che si rifà in un certo qual modo ai precedenti “Varese, non aver paura” e “I delitti di Varese”, ma con una sua particolare autonomia. Il romanzo si apprezza per la sua piacevole scorrevolezza, per il tratteggio preciso e puntuale dei personaggi e per l’originalità della trama.

Protagonista assoluta della vicenda narrata, con perfetta ricostruzione, è il magistrato Elena Macchi, una donna con tante ferite nell’animo, di carattere refrattaria ai legami a causa di vincoli familiari problematici e di una educazione che l’hanno segnata. Figlia di un notaio, è una donna “a detta di tutti, inflessibile e determinata e caparbia, dal cuore di pietra… in realtà, una persona piena di insicurezze e fragilità, che si nascondeva dietro una maschera. Temuta da molti, rispettata da tutti per il suo temperamento forte, celava nel suo intimo un’anima di bambina ferita.”

Nel romanzo in commento Elena è alle prese con un caso tanto complicato quanto delicato: l’omicidio brutale di una psichiatra, Milva Rossi, brutalmente sgozzata all’interno del suo appartamento. L’assassino ha lasciato la sua immagine immortalata da una telecamera: si tratta di una donna bruna, dai capelli lunghi, vestita succintamente, scarpe tacco 12, con il viso coperto. Una donna che, vista la sfrontatezza del comportamento, pare non avere nulla da nascondere. Ma tutto è  avvolto in una nebbia che s’infittisce quando viene trovato il cadavere di un ex bidello, ucciso con modalità analoghe. Trovare la soluzione è un percorso irto di ostacoli, ma l’arguzia e l’intuizione aiuteranno l’operato della bella donna-magistrato.

La lettura è avvincente e intrigante, il finale inaspettato e sorprendente. La trama ben congegnata è arricchita da una prosa frizzante, precisa, mai ridondante nei particolari. Il giallo è ambientato a Varese, città descritta in modo diretto e puntiglioso nel corso della narrazione. Romanzo molto consigliato.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Laura

Veroni

Libri dallo stesso autore

Intervista a Veroni Laura


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Susi ha trent'anni e vive a New York. Ha un fiuto straordinario per gli uomini sbagliati, tanto che ha inanellato una lunga serie di relazioni fallimentari. L'ultima le brucia ancora. Quando il padre decide di affidarle la gestione del ristorante di famiglia, "Da Totò", Susi è convinta che sia arrivata l'occasione giusta per dimostrare finalmente le proprie capacità. Ma una sorpresa indesiderata la attende dietro l'angolo: ad affiancarla ci sarà Michael Di Bella, chef tanto geniale quanto presuntuoso e maledettamente bello, per il quale Susi prova un odio profondo dai tempi del liceo... Ma, come spesso accade, la convivenza forzata, complici cibo e fornelli, può scatenare reazioni inaspettate e anche l'astio più antico può mutarsi in scintille. E passione...

Ti odio con tutto il cuore

Luzi Valeria

Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l'amicizia per i Pacifici, l'altruismo per gli Abneganti e l'onestà per i Candidi. Beatrice deve scegliere a quale unirsi, con il rischio di rinunciare alla propria famiglia. Prendere una decisione non è facile e il test che dovrebbe indirizzarla verso l'unica strada a lei adatta, escludendo tutte le altre, si rivela inconcludente: in lei non c'è un solo tratto dominante ma addirittura tre! Beatrice è una Divergente, e il suo segreto - se reso pubblico - le costerebbe la vita. Non sopportando più le rigide regole degli Abneganti, la ragazza sceglie gli Intrepidi: l'addestramento però si rivela duro e violento, e i posti disponibili per entrare davvero a far parte della nuova fazione bastano solo per la metà dei candidati. Come se non bastasse, Quattro, il suo tenebroso e protettivo istruttore, inizia ad avere dei sospetti sulla sua Divergenza... Età di lettura: da 12 anni.

Divergent

Roth Veronica

Che cosa può spingere un vecchio fantasma aristocratico sull'orlo della depressione? Il povero Sir Simon di Canterville, che in preda a uno scatto d'ira uccise la moglie, è condannato a un eterno vagare per il castello, con l'unica gioia rimastagli di far scappare dalla paura ogni nuovo inquilino. Ma non ci sono catene scricchiolanti e ululati sinistri che tengano, quando ad abitare il castello arrivano il ministro americano Hiram B. Otis e famiglia. Contro il loro scetticismo, le burle dei gemelli e il pragmatismo della signora Otis che lava le pozze di sangue con lo smacchiatore, il povero fantasma finisce nel ridicolo, fino a desiderare di morire di nuovo.

Il fantasma di Canterville

Wilde Oscar

Vedere la luce: Il mare della giovinezza di Platonov