Giallo - thriller - noir

Il passato non muore

Veroni Laura

Descrizione: Una donna viene trovata morta nel proprio appartamento in via Prima Cappella, ai piedi del Sacro Monte. Si tratta di Milva Rossi, psichiatra. A rinvenire il corpo, Susanna, la figlia di quattordici anni. La donna ha la gola squarciata. L'assassino non ha lasciato tracce, tranne una propria fugace apparizione davanti alla telecamera del condominio: si tratta di una donna dai capelli lunghi e scuri. È l'unico indizio per la polizia che comincia a indagare. Da questo momento ha inizio la caccia al killer che vede scendere in prima linea il P.M. Elena Macchi, affiancata dal commissario Auteri e dal vicecommissario Pozzi. Si indaga nella cerchia delle amicizie e dei colleghi di lavoro della vittima, nonché nella vita dell'ex marito e della sua nuova compagna. È in questa occasione che Elena Macchi conosce Athena Bini, giovane psicologa, nonché ex allieva della vittima. Athena prende in carico Susanna e la segue nel suo percorso di psicoterapia, per aiutarla a superare il trauma della morte della madre. Mentre la polizia brancola nel buio, un altro omicidio sconvolge la tranquillità della provincia di Varese. Le indagini portano ancora alla misteriosa donna dai capelli neri. Ulteriori ricerche conducono Elena Macchi nel borgo di Castiglione Olona, dove il dottor Del Fante la attende per parlare della sua collaborazione con la collega Rossi. Si fa strada così l'ipotesi che la donna dai capelli neri possa essere un'ex paziente della prima vittima e che abbia agito per vendetta. Ma la catena degli omicidi pare non doversi fermare. La situazione è forse sfuggita di mano alla killer...

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Fratelli Frilli

Collana: Supernoir

Anno: 2020

ISBN: 9788869434204

Recensito da Ornella Donna

Le Vostre recensioni

Il passato non muore di Laura Veroni, Fratelli Frilli Editori

Laura Veroni, dopo aver pubblicato con successo I delitti di Varese, Varese non aver paura, Concerto di morte e  Il fantasma di Giada (ndr: clicca sui titoli per visualizzare le schede delle opere), torna con la sua creatura letteraria, il magistrato Elena Macchi, ne Il passato non muore. Un libro giallo che si rifà in un certo qual modo ai precedenti “Varese, non aver paura” e “I delitti di Varese”, ma con una sua particolare autonomia. Il romanzo si apprezza per la sua piacevole scorrevolezza, per il tratteggio preciso e puntuale dei personaggi e per l’originalità della trama.

Protagonista assoluta della vicenda narrata, con perfetta ricostruzione, è il magistrato Elena Macchi, una donna con tante ferite nell’animo, di carattere refrattaria ai legami a causa di vincoli familiari problematici e di una educazione che l’hanno segnata. Figlia di un notaio, è una donna “a detta di tutti, inflessibile e determinata e caparbia, dal cuore di pietra… in realtà, una persona piena di insicurezze e fragilità, che si nascondeva dietro una maschera. Temuta da molti, rispettata da tutti per il suo temperamento forte, celava nel suo intimo un’anima di bambina ferita.”

Nel romanzo in commento Elena è alle prese con un caso tanto complicato quanto delicato: l’omicidio brutale di una psichiatra, Milva Rossi, brutalmente sgozzata all’interno del suo appartamento. L’assassino ha lasciato la sua immagine immortalata da una telecamera: si tratta di una donna bruna, dai capelli lunghi, vestita succintamente, scarpe tacco 12, con il viso coperto. Una donna che, vista la sfrontatezza del comportamento, pare non avere nulla da nascondere. Ma tutto è  avvolto in una nebbia che s’infittisce quando viene trovato il cadavere di un ex bidello, ucciso con modalità analoghe. Trovare la soluzione è un percorso irto di ostacoli, ma l’arguzia e l’intuizione aiuteranno l’operato della bella donna-magistrato.

La lettura è avvincente e intrigante, il finale inaspettato e sorprendente. La trama ben congegnata è arricchita da una prosa frizzante, precisa, mai ridondante nei particolari. Il giallo è ambientato a Varese, città descritta in modo diretto e puntiglioso nel corso della narrazione. Romanzo molto consigliato.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Laura

Veroni

Libri dallo stesso autore

Intervista a Veroni Laura


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Durante la finale di «Canzonissima 68», che va in onda lunedì 6 gennaio del 1969, una ragazza viene violentata e uccisa nel suo appartamento, nel quartiere popolare di Sant'Ambrogio a Firenze. Proprio «Canzonissima» ostacolerà le indagini per l'impossibilità di trovare dei testimoni: quella sera tutta Italia era incollata davanti al televisore. La ragazza, orfana dei genitori, è cresciuta con i nonni, così devastati da questa perdita che sembra quasi non vogliano nemmeno scoprire l'assassino. Nel frattempo, una donna molto ricca si presenta in commissariato: è certa che il marito scomparso non si sia suicidato, come dicono i giornali, ma sia fuggito per proteggerla da un pericolo. L'uomo era un ex compagno di classe di Bordelli, e lui, ricordando alcuni luoghi dove andavano quando saltavano la scuola, riesce a trovarlo, per scoprire che si è messo in guai più grossi di lui. Toccherà a Bordelli con l'aiuto del colonnello Arcieri tirarlo fuori dalla palude. Ma sul commissario incombe anche la faccenda dell'assassino di prostitute bionde di trent'anni, rimasta in sospeso nel romanzo precedente...

L’anno dei misteri

Vichi Marco

Così è la vita, Amore mio

Maria Sardella

I morti tentano di consolarci/ ma il loro tentativo è incomprensibile;/ sono i lapsus, gli inciampi, l’indicibile/ della conversazione. Sanno amarci/ con una mano – e l’altra all’Invisibile.

In che luce cadranno

Galloni Gabriele

Il fallimento dello slancio risorgimentale e il degrado morale nel nuovo stato unitario, le storie di uomini che sognano grandi progetti, ma franano in compromessi, incapaci di liberarsi degli interessi personali. Il romanzo più complesso di Pirandello racconta l’immobilismo del Paese e i limiti della natura dell’uomo.

I vecchi e i giovani

Pirandello Luigi