Giallo - thriller - noir

IL PAZIENTE

French Nicci

Descrizione: Londra. Un bambino dai capelli rossi è scomparso: il caso è su tutti i giornali, con tanto di dettagli macabri e orribili illazioni; la polizia è impotente; l'opinione pubblica è scossa. Frieda Klein, giovane psicanalista londinese, non potrebbe essere più lontana da tanto clamore. Il suo lavoro è già fin troppo intenso, con tutto il male di cui deve farsi carico esplorando la mente di persone turbate. La cronaca può aspettare. Finché arriva da lei un nuovo paziente, Alan. A quel punto, Frieda deve fare i conti con l'orrore della realtà più vera. Perché Alan, tormentato da inquietanti visioni, continua a vedere proprio il viso di un bambino dai capelli rossi...

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Sperling & Kupfer

Collana: Pandora

Anno: 2011

ISBN: 9788820051068

Trama

Le Vostre recensioni

Ho letto “Il paziente”, thriller psicologico scritto da due giornalisti inglesi, Sean French e Nicci Gerrard, coniugi che hanno fuso la loro identità nello pseudonimo di Nicci French. E’ una storia che percorre il ricco filone del quale fanno parte anche romanzi di successo come “La psichiatra” di Wulf Dorn o “L’ipnotista” di Lars Kepler.

E ho letto questa storia al ritmo delle evocazioni cinematografiche che il romanzo mi ha indotto.

La mia passione per lo ‘psico-dramma’ di tensione affonda le sue radici in due film in bianco e nero di Hitchcock: “Io ti salverò” e “Marnie”, che ho visto da adolescente e mi hanno molto impressionato.

Nel primo, corre l’anno 1945 e Ingrid Bergman veste i panni della dottoressa Constance Peterson. John Ballantines (Gregory Peck), è pesantemente sospettato di omicidio, ma la tenace dottoressa, per puro amore, crede nella sua innocenza e intende guarirlo da una grave amnesia e da una strana fobia: sì, perché il giovanotto perde i sensi al sol vedere linee scure parallele su fondo bianco … Curiosità: il regista si rivolse al surrealismo artistico di Salvador Dalì per concepire alcune scene (indimenticabili) di carattere onirico.

Nel secondo film, datato 1964, Tippie Hedren impersona Marnie, cleptomane e, anche lei, ricolma di psicosi: avversione fobica al sesso maschile (androfobia), paura per i temporali (e qui c’è l’imbarazzo della scelta semantica: astrafobia, brontofobia, ceraunofobia, cheimofobia, tonitrofobia), terrore per l’accostamento bianco-rosso (un ibrido tra leukofobia e erytofobia). Anche qui l’amore di Mark Rutland (Sean Connery, deciso a tutto pur di variare il cliché dello 007!) avrà una funzione taumaturgica e porterà a galla “il rimosso”.

Ebbene, il romanzo “Il paziente” – come i due film di Hitchcock citati – rispondono allo schema tipico del thriller psicologico classico: la turba manifesta permette all’analista/eroe di risalire la corrente e, attraverso un percorso tortuoso, riportare a galla – cioè guarire – il disagio.

Segnalo soltanto che, in epoca più recente, assistiamo a varianti di questo schema a lieto fine: come in “Analisi finale” del 1992, ove lo psichiatra Isaac (Richard Gere) deve penetrare i misteri di Heather (Kim Basinger), ma il risultato finale sarà l’unica forma di guarigione possibile: quella estrema.

La lettura de “Il paziente” mi ha evocato, per connessione d’argomento, almeno altri due film, le cui scene mi sono apparse davanti agli occhi con prepotenza in alcuni passaggi del libro.

Sorvolo sul legame viscerale e totalizzante che connette due gemelli omozigoti attraverso coincidenze e sovrapposizioni: anche questo è un tema al quale la cinematografia ha ampiamente attinto. Ma l’uccello impagliato che ciascuno dei due gemelli espone in bella mostra nel proprio appartamento mi ha ovviamente rimandato a Psycho, film nel quale lo stralunato Anthony Perkins ha il macabro hobby di imbalsamare volatili e pennuti.

E come non pensare alla Maryl Streep de “La scelta di Sophie”, dinnanzi a una madre che deve scegliere (certo, per premesse ben diverse!) quale figlio abbandonare?

Poi mi chiedo: ma questa mia lettura visionaria del romanzo, non sarà per caso dovuta alla frequentazione di www.i-FILMSonline.com ?

Concludo questa mia recensione sui generis con un’annotazione del tutto personale. Segnalo che un altro psico-thriller, tanto per rimanere in argomento, potrà essere ‘prelevato’ GRATUITAMENTE in formato e-book su “Amazon.it: ciesse edizioni: Kindle Store” (www.amazon.it) nella settimana dal 13 al 18 febbraio. Ringrazio chi vorrà approfittarne,  è “Il carnevale dei delitti” di …

…. Bruno Elpis

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Nicci

French

Libri dallo stesso autore

Intervista a French Nicci


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

2092. L'Europa mediterranea è sprofondata in un clima equatoriale, i suoi antichi Stati nazionali hanno ceduto all'egemonia cinese. Venezia abbandonata dopo una terribile alluvione, poi acquistata e ricostruita da un'azienda di Pechino - è la perversa Las Vegas del declino europeo. Piazza San Marco è stata trasformata in un'arena: il Colosseo del terzo millennio. Il carnevale si avvicina, i padroni cinesi preparano lussi sfrenati e spettacoli sanguinari. La popolazione autoctona è confinata nel Castello. Nessuno sembra più volersi sottrarre alla violenza e alla lussuria di questo bordello della fine dei tempi. Eppure, perfino in questo parco giochi orwelliano, ci sono due uomini in rivolta che si levano contro l'orgia del potere. "Il Maestro", guida dei nuovi gladiatori che addestra sull'isola di San Giorgio, e Spartaco, il suo allievo più valoroso. Ciascuno ha imboccato per proprio conto la via della ribellione ma vivono entrambi per il mondo che verrà, uno per divenire padre, l'altro per tornare libero. Antonio Scurati torna all'ispirazione degli esordi con un romanzo visionario e insieme realista. Una grande avventura epica, che si fa carico della crisi del nostro mondo narrando di uomini in marcia dentro e contro l'onda distruttrice della storia, in un libro non solo ambientato nel futuro ma rivolto al futuro.

LA SECONDA MEZZANOTTE

Scurati Antonio

Wes cammina per le strade di una New York notturna. Sta tornando a casa e dovrebbe essere felice perché ha appena compiuto il grande passo che tutti i suoi coetanei sognano, il rito di iniziazione per eccellenza. Wes, 17 anni, ha fatto sesso per la prima volta. Eppure è triste, indicibilmente, profondamente triste. Perché è successo tutto nel momento sbagliato, con la ragazza sbagliata, per i motivi sbagliati. È tutto fuori dal rigido e assai articolato copione che in ogni istante della sua vita Wes struttura mentalmente. Un copione che ingloba in sé tutti gli aspetti della sua esistenza, dalla madre gravemente malata e costretta a letto al padre scrittore fallito, dalle pagine di "Guerra e pace" a quelle del "Maestro e Margherita", dall'amore idealizzato e impossibile per la bella Delia a quello più protettivo per la sorellina Nora. Un ritratto commovente. Un romanzo tenero e affettuoso. Grazie alle sempre avvincenti e intriganti elucubrazioni del giovane Wes, le pagine di questo romanzo ci restituiscono i sentimenti e le emozioni di un'età in cui ancor più della vita in sé è importante il modo in cui la percepiamo, ancor più di ciò che siamo è importante il modo in cui ci crediamo percepiti dagli altri, un'età in cui nella mente scorre un interminabile flusso di pensieri, considerazioni e sensazioni che può trasformare ogni banale momento quotidiano nella pagina di un infinito romanzo che ci vede come unici protagonisti.

TUTTO ACCADE OGGI

Browner Jesse

Un padre ossessivo e brutale che lo vuole numero uno al mondo a ogni costo. Gli allenamenti a ritmi disumani, contro il «drago» sputapalle. La solitudine assoluta in campo che gli nega qualsiasi forma di gioventú. E poi una carriera da numero uno lunga vent'anni e 1000 match. Punteggiata da imprese memorabili ma anche da paurose parabole discendenti. Con l'avversario di sempre: Sampras. E chiacchierati matrimoni: Brooke Shields e Steffi Graf. Una vita sempre sotto i riflettori. Ma non senza dolorosi lati oscuri. «Open è uno dei piú appassionati libri contro lo sport che siano mai stati scritti da un atleta. Non è soltanto il memoir di un atleta, ma un vero e proprio racconto di formazione di grandissima profondità». New York Times Books Review Se colpisci 2500 palle al giorno, cioè 17500 la settimana, cioè un milione di palle l'anno, non potrai che diventare il numero uno. Questo è quello che il padre-padrone di Agassi ripeteva ad Andre bambino, costringendolo ad allenamenti disumani nel cortile di casa, contro una sorta di macchinario sputapalle di sua invenzione. Un padre dispotico e ossessivo che con i suoi metodi brutali diede l'avvio a una delle carriere sportive piú sfolgoranti e anche controverse di tutti i tempi. Perché Andre Agassi con i suoi capelli ossigenati, l'orecchino e le tenute sportive piú da musicista punk che da tennista, ha sconvolto l'austero mondo del tennis. Dei suoi 21 anni di carriera e di alcuni dei piú incredibili match giocati, dei rivali di varie generazioni, da Jimmy Connors a Pete Sampras a Roger Federer, dei suoi matrimoni da rotocalco e di molto altro, Andre Agassi racconta in questo libro. Mettendo in luce, con sorprendente franchezza e onestà, un lato umano del tutto inedito.

Open. La mia storia

Agassi Andre

Tutti sanno come Kal-El - Superman - venne mandato sulla Terra appena prima che il suo pianeta esplodesse. Ma cosa causò un disastro di quella portata? Ora, ne "Gli ultimi giorni di Krypton", Kevin J. Anderson presenta un ampio racconto del fasto e della grandezza di un mondo condannato ricco di impavidi eroi e crudeli traditori. Sullo sfondo spettacolare degli ultimi giorni felici di Krypton avviene il corteggiamento e il matrimonio dei genitori di Kal-El, il brillante scienziato Jor-El e sua moglie, una storica, Lara. Insieme combattono per convincere una società stagnante e incredula che il loro mondo sta per scomparire. Il fratello di Jor-El, Zor-El, capo della leggendaria città di Argo, si unisce alla lotta, non solo per salvare il pianeta, ma anche per combattere contro la minaccia dello spietato e astuto Generale Zod. Il diabolico Zod si avvale di un'opportunità d'oro per impossessarsi del potere quando l'androide Brainiac cattura la capitale Kandor. Nel momento stesso in cui l'influenza di Zod sulla popolazione si rafforza e il suo potere cresce, anche lui diventa cieco a tutti i segnali che indicano la morte di quella stessa civiltà che sta cercando di governare. Attraverso tutto questo, l'amore reciproco di Jor-El e Lara, la loro storia e il loro figlio permettono a Krypton di continuare a vivere anche se il pianeta si sta consumando intorno a loro. Per questo, nella fuga del loro bambino giace il più grande dono di Kripton e il più grande eroe della Terra.

GLI ULTIMI GIORNI DI KRYPTON

Anderson Kevin J.