Giallo - thriller - noir

IL PAZIENTE ZERO

Novelli Andrea

Zarini Gianpaolo

Descrizione: Christophe Douvier è un corriere di diamanti per la multinazionale olandese De Weld. Dopo anni di irreprensibile lavoro ha deciso che quello alle miniere del Botswana sarà l'ultimo incarico. Non ha più tempo da perdere. Per lui non c'è più speranza. La diagnosi del suo medico non concede aspettative: tumore al polmone. C'è una sola cosa che Christophe Douvier vuole fare: assicurare un avvenire sereno a Isabeau, l'amata sorella. Come le altre volte ritira il prezioso carico, stavolta però con l'obiettivo di farlo sparire. Prima di lasciare il Sudafrica però Douvier, surfista appassionato, vuole realizzare un ultimo desiderio. Una spiaggia di Durban è il posto giusto per l'ultima sfida alle onde. Ma il destino si materializza sotto forma di uno squalo, pronto a sovvertire ogni verità creduta e ad accendere la miccia di un complotto che vede coinvolti gli spietati vertici della De Weld, una branca deviata dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, il popolo di un'isola misteriosa della Polinesia e uno spietato mercenario - Chimera - al soldo del miglior offerente.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Marsilio

Collana: Farfalle

Anno: 2011

ISBN: 9788831708715

Recensito da vanloon12

Le Vostre recensioni

Autori italiani, ambientazione internazionale. La coppia Andrea Novelli – Gianpaolo Zarini ordisce una trama piuttosto classica di romanzo di avventura e inseguimento. Christophe Douvier è un corriere di diamanti per la multinazionale olandese De Weld che ha scoperto di essere malato di tumore al polmone. Volendo assicurare alla bellissima sorella Isabeau (la prima di una serie di donne bellissime del romanzo) un futuro sereno dopo la propria scomparsa, decide di sottrarre l’ultimo carico dal Sudafrica.

E’ proprio sfidando con la tavola da surf le onde dell’oceano di fronte a Durban che Douvier viene aggredito e morso da uno squalo. E’ la variabile impazzita che cambia il senso di tutta l’equazione che Douvier aveva previsto di risolvere. Ciò che  accade, infatti, da questo momento è fanta-scientifico, nel senso letterale del termine (niente astronavi nello spazio, al limite esplosioni nucleari al largo di atolli nel Pacifico). Non solo Douvier sopravvive all’attacco dello squalo, ma il tumore al polmone inizia a regredire sino a scomparire. E’ proprio per  scoprire quali siano le ragioni di questa guarigione che ha del miracoloso che Douvier diventa il “paziente zero”. Il termine, infatti, designa la prima “cavia” di ogni sperimentazione medico-scientifica. Viene trasferito da una struttura ospedaliera sudafricana all’altra con un intermezzo in un istituto oceanografico perché la guarigione potrebbe essere stata provocata dalla “squalina”, sostanza inoculata dallo squalo con il proprio morso. Perché, occorre saperlo, le cellule riescono a essere immuni dai tumori.

O, almeno, c’è una parte di scienziati che lo sostiene. Per ritrovare la libertà, a Douvier non resta che fuggire, inseguito da un reparto sicurezza della De Weld, che rivuole i propri diamanti, e da una frangia oscura dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, rappresentata da uno spietato mercenario, Chimera, che ha tutte le caratteristiche del cattivo. Resta un po’ l’amaro in bocca, alla fine della lettura. Come se il romanzo potesse esprimere qualche cosa di più. Dopo un inizio molto promettente, infatti, non riesce a spiccare il volo, forse perché appesantito da alcuni tratti della narrazione non proprio fluidi. Le stereotipazioni, invece, si perdonano quasi tutte: siamo comunque nell’alveo di un romanzo di genere.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Andrea

Novelli

Libri dallo stesso autore

Intervista a Zarini Gianpaolo

Gianpaolo

Zarini

Libri dallo stesso autore

Intervista a Zarini Gianpaolo


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Arriva la sposa giovane e lo sposo non c'è. Comincia un'attesa che coincide con la magia dell'educazione alla bellezza, all'erotismo, all'intelligenza dei sensi. La sposa giovane, la ragazza che ha fatto la solenne promessa di unirsi in matrimonio con il figlio. Il figlio però non c'è. È in Inghilterra, a visitare opifici tessili. Il maggiordomo modesto si aggira, esatto e cristallino come la sua lingua non verbale, a garantire i ritmi della comunità. Lo zio agisce e delibera dentro la nebbia di un sonno che non lo abbandona neppure durante le partite di tennis. La figlia porta la sua bellezza dentro un corpo di storpia.

La Sposa giovane

Baricco Alessandro

Se Marco rileggesse i diari che ha scritto quando era ragazzo, ogni giorno della sua adolescenza, con i giorni tutti in fila, se prendesse la briga di metterli in ordine in un faldone, se soltanto avesse il tempo o il coraggio ­ che è uguale ­ di ricopiarli al computer e li dividesse per sezioni, capitoli, articoli, ne uscirebbe una versione allucinata della sua vita, scritta a casaccio sfogliando nel passato, irta di piccoli drammi domestici, sforzi fatti dalle fibre del suo cuore perchè il seme del suo pianto fosse gettato altrove, oltre lo schianto provocato alla scoperta che tutti gli altri bambini avevano una madre e lui no. Il nuovo romanzo di Luciano Pagano racconta l'amore inconsueto dei padri per i figli.

E’ TUTTO NORMALE

Pagano Luciano

Una madre e una figlia. La figlia tiene un diario e la madre lo legge. Alla storia di anaffettività, di sentimenti negati o traditi della giovane Mia, Giulia risponde con la propria storia segnata da quell'"essere di legno" che sembra la malattia, il tormento di entrambe. È come se madre e figlia si scrutassero da lontano, o si spiassero, immobilizzate da una troppo severa autocoscienza. Bisogna tornare indietro. E Giulia lo fa. Torna a riflettere sulla giovinezza ferita dall'egoismo e dalla prepotenza di una sorella falsamente perbenista, sul culto delle apparenze della madre e sul conforto che le viene da una giovane monaca peruviana, Sofia. Torna a rivivere i primi passi da medico, fra corsie e sale operatorie, il matrimonio con un primario, la lunga attesa di una maternità sofferta e desiderata. Più la storia di Giulia si snoda nel buio del passato, più affiorano misteri che chiedono di essere sciolti. E il legno si ammorbidisce. Ma per madre e figlia l'incontro può solo avvenire a costo di pagare il prezzo di una verità difficile, fuori da ogni finzione.

IO SONO DI LEGNO

Carcasi Giulia

William ha poco più di vent'anni e le frustrazioni di tanti giovani: odia il suo lavoro (commesso in un negozio di dischi), la città in cui vive (Londra), e la ragazza con cui sta è molto restia a concedersi. Candido e complicato come il giovane Holden, gran tiratardi nel capire le cose del mondo, ha solo un paio di amici e divide la casa con una tipa che non incontra mai e che comunica con lui attraverso bigliettini. Il suo unico conforto è fare musica. In realtà il suo vero talento sembra essere un altro: perdere gli autobus, dire la cosa sbagliata al momento sbagliato e, soprattutto, trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Una sera, infatti, assiste involontariamente a un delitto. La caccia agli assassini lo porterà a una sorprendente scoperta!

QUESTA NOTTE MI HA APERTO GLI OCCHI

Coe Jonathan

Text selection is disabled by content protection wordpress plugin