Libri per ragazzi

Il piccolo regno

Wu Ming 4

Descrizione: Campagna inglese, anni Trenta. Per quattro ragazzi è il tempo delle conversazioni con gli animali, delle zuffe al villaggio, della casa-albero che custodisce segreti, dell'amicizia con Ned, eroe di guerra, un raro adulto che sa parlare coi bambini. Un giorno una pecora sprofonda in un tumulo, rivelando la tomba di un antico guerriero da cui il protagonista ruba un bracciale d'oro: lo spettro lo cerca, lascia tracce di sangue accanto alla sua stanza, prende le sembianze di un mastino nero. Tra le bugie e i misteri dei grandi, la ferocia di due gemelli troppo biondi e una tragedia ingiusta, la Gente Bassa scoprirà suo malgrado e tutto in una volta il male di vivere.

Categoria: Libri per ragazzi

Editore: Bompiani

Collana: Letteraria italiana

Anno: 2016

ISBN: 9788845281129

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Il piccolo regno è un libro scritto dal narratore come atto di memoria (“Si torna all’origine prima di diventare anche noi i ricordi di qualcuno, una fotografia nell’album di famiglia”) nei confronti di tre cugini co-protagonisti dalle alterne sorti, “Il piccolo regno” di Wu Ming 4 è il paese di campagna ove i bambini trascorrono le loro vacanze (“Ogni giorno studiavamo una nuova impresa a cui dedicarci con metodo, un territorio da esplorare, un nuovo gioco da sperimentare”).

Come spesso accade, il mondo dell’infanzia è pervaso dalle contrapposizioni con gli adulti (gente alta, gente bassa) e dilacerato nell’antinomia tra buoni (“Noi siamo fabiani”) e cattivi. Le gesta del narratore e di Julius, Ariadne e Fedro si svolgono veloci: esplorando il vecchio mulino, intervistando l’anziana coppia di archeologi, i Kirk, ammirando le imprese fluviali dell’eroe Ned, frequentando di malavoglia la villa dei Williamson.
Poi un incidente rivela la tomba di un antico guerriero sotto un tumulo. I ragazzi compiono un atto temerario: si impadroniscono di un monile e risvegliano così lo spettro del guerriero: “Il demone custodiva i tumuli affinché nessuno risvegliasse lo spettro del morto… Gli antichi credevano che il demone apparisse nelle sembianze di un grosso, feroce cane nero”…

La storia de Il piccolo regno è soffusa di nostalgia per un’infanzia avventurosa e promettente, che sarà seguita dai drammi della vita e delle sue guerre…

Wu Ming 4 è lo pseudonimo usato dall’autore, Federico Guglielmi, membro del gruppo Wu Ming, il cui sito è questo.

Bruno Elpis

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

4

Ming

Wu

Libri dallo stesso autore

Intervista a Wu Ming 4


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Una sera, un affermato regista turco, che vive a Roma da alcuni anni, prende in gran fretta un aereo per Istanbul, la città dov'è nato e cresciuto. L'improvviso ritorno a casa scatena una serie di ricordi che sembravano sopiti: oltre alla madre affascinante ed elegantissima, il padre, misteriosamente scomparso per dieci anni (in Italia?), e altrettanto misteriosamente ricomparso; le zie zitelle, assetate di vita e di Martini, e i loro giovani amanti; e poi i fratelli, la fedele cuoca. E un amore, un amore perduto. Ma mai dimenticato. Stanza dopo stanza, i ricordi diventano più reali e la Istanbul della sua infanzia e adolescenza sembra riprendere forma. Ma con il passato il protagonista dovrà anche fare i conti. A questa storia se ne intreccia, imprevedibilmente, un'altra. Perché sullo stesso aereo Roma-Istanbul c'è, insieme al marito e a una coppia di amici, una donna. Il loro è un viaggio d'affari e di piacere, per festeggiare un evento importante. Finché accade qualcosa, e il loro futuro cambia direzione. Tra caffè e hammam, amori irrisolti e tradimenti svelati, melanconia e voluttà, il regista e la donna si sfiorano e, alla fine, si incontrano. Proprio come in un film di Ozpetek. Solo che stavolta è lui - forse - il protagonista.

Rosso Istanbul

Ozpetek Ferzan

Da lassù abbraccia piazza Trento e Trieste

Colorare di giallo…

Kafka, Franz – IL FUOCHISTA (America, 1927)